Home » Notizie » Professioni tecniche » Libretti al portatore: il C.d.M. rinvia il termine del 31 gennaio: applicate dal 1° luglio le sanzioni per chi supera i 12.500 euro (fino al 40% del deposito)

Libretti al portatore: il C.d.M. rinvia il termine del 31 gennaio: applicate dal 1° luglio le sanzioni per chi supera i 12.500 euro (fino al 40% del deposito)

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

I libretti al portatore con saldo superiore a € 12.500 devono essere estinti entro il 31 gennaio 2005; in caso contrario si rischia una sanzione fino al 40% dell’ammontare del deposito.

I libretti al portatore con saldo superiore a € 12.500 devono essere estinti entro il 31 gennaio 2005; in caso contrario si rischia una sanzione fino al 40% dell’ammontare del deposito. Questa disposizione, che interessa un numero significativo di risparmiatori italiani, è prevista dall’art. 6 comma 2 del Decreto Legislativo n. 56 del 2004 con il quale è stata recepita la Direttiva 2001/97/CE in materia di prevenzione dell’uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi da attività illecite.
Chi è in possesso di un libretto al portatore con un saldo superiore ai 12.500 Euro può estinguerlo o convertirlo in un libretto nominativo.
Il Consiglio dei Ministri ha approvato una norma (che verrà presentata sotto forma di emendamento al decreto-legge n. 314) che rinvia al 1° luglio 2005 l’applicazione delle suddette sanzioni per i titolari di libretti che non abbiano provveduto ad estinguerli o convertirli entro il 31 gennaio.

DocumentoDimensioneFormato
D.LGS. 56/2004318 KbACCAreader

Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull’ immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 
0 commenti

Lascia un Commento

Cosa ne pensi?
Lascia un commento sull'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *