Home » BIM Topic » BIM e cantiere » Lavori in cantiere: quali sono e come gestirli al meglio

lavori cantiere

Lavori in cantiere: quali sono e come gestirli al meglio

Tempo di lettura stimato: 7 minuti

I lavori in cantiere sono le attività necessarie per la preparazione dell’area su cui dovrà sorgere l’opera. Ecco un elenco dettagliato e come gestirli senza intoppi!

La costruzione di un edificio è sempre preceduta da una serie di operazioni volte alla predisposizione di un’area sicura, funzionale ed efficiente, che sia in grado di ospitare i mezzi, le risorse e le attività necessarie per la realizzazione dell’opera.

Rientrano in queste operazioni i lavori di scavo, livellamento e stabilizzazione del terreno, l’installazione delle reti di servizio (come quelle elettriche, idriche, ecc.), la preparazione del piano di fondazione, e molti altri lavori di cantiere.

Pianificare, gestire e tenere sotto controllo tutte queste attività non è certo semplice, ma è essenziale per garantire il buon esito del progetto. È possibile, però, semplificare l’intero processo attraverso specifici software per il construction management che puoi utilizzare gratuitamente per un periodo di 30 giorni. In quest’articolo, dopo aver analizzato nel dettaglio una lista completa di lavori in cantiere,  ti spiegherò come puoi sfruttare questo tipo di software per gestirli al meglio.

Funzionamento di usBIM.resolver

Interfaccia del software per il construction management – usBIM.resolver

Cosa sono i lavori in cantiere

Il cantiere viene spesso definito come il luogo destinato allo svolgimento di lavori edili o di ingegneria civile.

A dire il vero, più che un semplice luogo, il cantiere edile rappresenta un vero e proprio processo che consente di trasformare l’idea progettuale in realtà, mediante il coinvolgimento attivo di persone, materiali e attrezzature.

Gestire adeguatamente questo processo, significa pianificare e monitorare in modo attento e accurato una serie di aspetti fondamentali, che riguardano:

  • la preparazione dell’area di lavoro;
  • l’organizzazione delle attrezzature e del personale;
  • l’approvvigionamento delle risorse;
  • la movimentazione dei mezzi e delle macchine;
  • l’implementazione delle misure di sicurezza;
  • l’installazione e il collegamento delle utenze.

I lavori in cantiere si riferiscono, quindi, a tutte quelle attività preparatorie che vengono svolte prima dell’effettiva costruzione dell’opera, e che sono essenziali per garantire l’esecuzione e il completamento del progetto nel rispetto dei piani e delle specifiche prestabilite.

Perché i lavori in cantiere sono importanti

I lavori in cantiere rappresentano il punto di partenza per la realizzazione fisica di un progetto di costruzione. Risulta abbastanza evidente che un errore commesso in questa prima fase si ripercuoterà inevitabilmente sullo sviluppo delle fasi successive e potrà inficiare la qualità complessiva del risultato finale.

Il successo o l’insuccesso di un progetto edilizio dipendono, quindi, dalle modalità con cui vengono eseguiti i lavori di cantiere.

Per fare degli esempi, una cattiva preparazione del terreno di fondazione potrà portare, con il passare del tempo, a problemi di sicurezza e stabilità dell’intero edificio. Così come una scarsa pianificazione della logistica e dei percorsi potrà causare ritardi nella consegna dei materiali e delle attrezzature. O ancora, la mancata definizione di opportune misure di sicurezza potrà determinare il verificarsi di incidenti o infortuni, e mettere a rischio la vita dei lavoratori.

Si tratta di una serie di aspetti minuziosi e complessi sicuramente non facili da gestire, ma che, se adeguatamente pianificati, ti aiuteranno a garantire un’esecuzione del progetto conforme agli standard prestabiliti.

Se i lavori di cantiere ti sembrano quasi impossibili da poter gestire con gli strumenti che hai a disposizione, è importante che tu sappia che la tecnologia ha fatto enormi passi avanti in merito.

Con un software per la gestione delle squadre di costruzione in cantiere potrai, ad esempio, organizzare numerose attività da qualsiasi luogo utilizzando direttamente i tuoi dispositivi mobili, condividere disegni e documenti in tempo reale, coordinare i lavori sul campo e risolvere le potenziali criticità in modo rapido ed efficace, grazie ad un sistema che si basa sull’utilizzo di semplici post-it digitali.

Se vuoi conoscere ulteriori dettagli sull’evoluzione del cantiere edile, leggi anche questo approfondimento sui cantieri digitali e scopri come le innovazioni tecnologiche del BIM, dell’intelligenza artificiale e dell’Internet of Things stanno rivoluzionando i metodi tradizionali del costruire.

Lavori cantiere: un elenco dettagliato

Il primo passo per avviare una corretta pianificazione dei lavori in cantiere consiste nel creare un elenco delle attività che devono essere eseguite prima dell’inizio effettivo dei lavori di costruzione.

Al fine di supportarti in questo compito, di seguito ti fornirò una lista completa delle operazioni preliminari finalizzate alla preparazione del cantiere, che potrai adattare alle tue esigenze e utilizzare come punto di riferimento per la tua pianificazione.

Ecco quali sono le operazioni cruciali che dovrai sicuramente considerare per la corretta organizzazione del tuo cantiere.

Lavori cantiere - elenco dettagliato

Elenco dettagliato dei lavori in cantiere

Rilievo dell’area

Il processo di rilevamento è indispensabile per definire la conformazione del terreno e la posizione che l’edificio dovrà occupare all’interno del lotto. Il professionista incaricato di eseguire questa attività (solitamente un geometra) effettua misurazioni sul campo con strumenti specializzati, analizza ed elabora i dati raccolti, redige una mappa topografica dell’area e stabilisce la posizione esatta delle fondamenta sul terreno. Il processo che garantisce il corretto posizionamento di edifici e infrastrutture sull’area di costruzione prende il nome di engineering survey.

Rimozione degli ostacoli

Per consentire l’installazione del cantiere, è necessario ripulire l’area interessata da ogni possibile ostacolo. Si precede, quindi, con l’estirpazione di alberi, cespugli, arbusti e piante di qualsiasi genere. È importante rispettare le normative ambientali, che possono imporre delle limitazioni in base alla quantità e alla tipologia di vegetazione presente nella zona. In questa fase si procede anche con la demolizione di eventuali manufatti esistenti che vanno rimossi per consentire la realizzazione del nuovo edificio.

Recinzione del cantiere

La recinzione è un importante strumento di sicurezza e confinamento che serve a delimitare e segnalare l’area in cui vengono svolti lavori edili. Il suo scopo è quello di impedire l’accesso al cantiere alle persone non autorizzate. Le recinzioni di cantiere possono essere realizzate in diversi materiali (come reti in polietilene traforate o pannelli metallici autoportanti) e devono rispettare precise prescrizioni riguardo la visibilità, la stabilità e l’illuminazione della recinzione stessa, nonché la possibilità di apporre cartelli e dispositivi di segnalazione.

Organizzazione delle aree funzionali

Sulla base delle indicazioni fornite dal layout di cantiere, si procede con la materializzazione e l’organizzazione all’interno del sito dei percorsi, dei punti d’accesso, delle zone di carico e scarico, degli spazi di manovra delle macchine, delle aree per lo stoccaggio dei materiali, dei box e dei container destinati ad uffici e servizi, e così via.

Lavori di scavo, sbancamento e livellamento

Lavori di scavo, sbancamento e livellamento sono operazioni essenziali che vengono eseguite prima dell’inizio della costruzione e hanno lo scopo di modificare l’andamento naturale del terreno per raggiungere la profondità di fondazione desiderata e creare una superficie regolare su cui poter realizzare l’opera. Questi lavori richiedono, in genere, l’utilizzo di mezzi pesanti e attrezzature specializzate per la rimozione e il trasporto di grandi quantità di materiale roccioso. Per evitare il rischio di crolli o smottamenti del terreno durante e dopo lo scavo, è necessario ricorrere all’installazione di opere provvisionali di sostegno, puntellamento e contenimento.

Opere di drenaggio

Il drenaggio ha lo scopo di eliminare l’acqua dal terreno per consentire l’esecuzione di scavi e altri lavori in condizioni ottimali. Gli sbancamenti sono spesso caratterizzati dalla presenza di acqua di falda che rende difficili le operazioni di scavo e impermeabilizzazione delle fondazioni. Analizzando le informazioni contenute nella relazione geologica, è possibile selezionare il sistema di drenaggio più adeguato. I metodi più diffusi consistono nell’utilizzare una pompa per il prelievo dell’acqua che viene poi scaricata in un pozzo o in una fossa rivestita con ghiaia, oppure, nell’installazione di sistemi di deviazione lungo il perimetro del cantiere che hanno lo scopo di reindirizzare le acque sotterranee lontano dal sito di costruzione.

Stabilizzazione del terreno

Il terreno che, a seguito dello scavo, risulta poco stabile deve essere consolidato e compattato mediante l’utilizzo di rulli compressori o macchinari vibranti. Il processo di stabilizzazione serve a migliorare la resistenza del terreno o del sottofondo su cui verranno posizionate le fondazioni della struttura, e a prevenire eventuali cedimenti futuri.

Installazione di reti e servizi

L’installazione di reti e servizi è un aspetto fondamentale che ha l’obiettivo di fornire un ambiente di lavoro adeguato durante il processo di costruzione e di garantire un funzionamento sicuro ed efficiente dell’edificio una volta completato. Prevede l’installazione dei componenti necessari per assicurare la fornitura di energia elettrica, acqua e gas, nonché garantire il corretto smaltimento delle acque reflue.

Come gestire al meglio i lavori in cantiere

L’elenco dei lavori di cantiere appena illustrato può essere integrato con ulteriori attività che variano in base alla portata, alle caratteristiche e alle esigenze specifiche del progetto.

In ogni caso, è importante che tu sappia che lo svolgimento di questi lavori, nonostante un’accurata pianificazione, non è mai esente da sfide e problematiche impreviste che possono rendere l’intero processo di costruzione estremamente impegnativo.

Una di queste sfide è rappresentata dalle difficoltà di comunicazione e collaborazione tra i numerosi soggetti coinvolti nel processo di realizzazione dell’opera. Nella maggior parte dei casi, i progettisti, gli appaltatori e i lavoratori sul campo non dispongono degli strumenti adatti per condividere in modo efficiente i documenti di cantiere, scambiarsi informazioni sulle attività in corso, fornire istruzioni per risolvere eventuali criticità, ecc. Tutto questo comporta inevitabilmente costosi ritardi e può influenzare negativamente la qualità del risultato finale.

Il cantiere edile si presenta, inoltre, come un luogo estremamente aleatorio. Esistono, infatti, una serie di fattori critici che possono influire significativamente sulla pianificazione dei lavori. Questi fattori includono la variabilità delle condizioni climatiche, la natura incerta del terreno su cui si dovrà costruire l’edificio, i ritardi nella consegna dei materiali, i problemi logistici, i rischi legati alla sicurezza dei lavoratori, e così via.

Saper gestire tutta questa complessità e affrontare tempestivamente gli eventuali imprevisti non è un’operazione semplice. Per questo è importante farsi supportare da un software per il construction management. Questa soluzione è in grado di semplificare in modo significativo la pianificazione e la gestione dei lavori in cantiere grazie ad una vasta gamma di funzionalità. Di seguito ti spiego come puoi sfruttare alcune delle principali funzioni di questo strumento:

  • creazione di schede di pianificazione visiva per la gestione delle problematiche che si presentano in cantiere: queste schede sono condivise istantaneamente con l’intero team che si occupa dei lavori in cantiere e ti sono utili per semplificare il coordinamento dei lavori e migliorare la comunicazione con il tuo team;
  • definizione chiara dei flussi di lavoro: questa funzione ti permette di definire, per ciascuna attività in cantiere, la priorità delle attività da svolgere, le persone che devono partecipare alle attività, i responsabili, le scadenze, le approvazioni dando vita ad un flusso di lavoro efficace capace di ridurre le incertezze sul lavoro da svolgere, eliminare le attività superflue e promuovere il coinvolgimento dell’intero team di lavoro;
  • monitoraggio real-time dei progressi del progetto: questa funzione ti permette di avere sempre sotto controllo l’intero svolgimento delle attività, ogni informazione viene registrata e può essere monitorata con qualsiasi dispositivo e in qualsiasi momento, questo può essere molto utile per intervenire tempestivamente nel caso in cui si presentino problemi o colli di bottiglia che rallentano il proseguimento dei lavori;
  • condivisione semplificata di documenti e informazioni: con questa funzione puoi condividere qualsiasi tipo di documento direttamente nella piattaforma cloud per ridurre al minimo i tempi di inattività legati alla ricerca delle informazioni e aumentare la produttività degli operatori di cantiere.

Ti consiglio di valutare in prima persona i vantaggi e le potenzialità di questo strumento, attivando una prova gratuita di 30 giorni. Il video di seguito mostra, passo passo, come creare schede di pianificazione per gestire le problematiche che possono nascere in cantiere.

usbim-resolver
usbim-resolver

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *