La diagnosi energetica nelle PMI: il vademecum dell’ENEA

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Pubblicate dall’ENEA le linee guida sulla diagnosi energetica nelle piccole e medie imprese (PMI)

Prestazione ed efficientamento dal punto di vista energetico è l’argomento al centro di un nuovo documento pubblicato da ENEA dal titolo “Linee Guida per la Diagnosi Energetica nelle Piccole e Medie Imprese” (PMI).

Attualmente, come testimoniato anche dall’art. 8 della Direttiva Europea 2012-27-UE sull’Efficienza Energetica che al comma 2 incoraggia la realizzazione delle azioni di miglioramento energetico nelle PMI, il potenziale per l’efficienza energetica di quest’ultime rimane ancora molto esteso e non attuato.

La stessa direttiva definisce, infatti, la diagnosi energetica come “una procedura sistematica finalizzata a ottenere un’adeguata conoscenza del profilo di consumo energetico di un edificio o gruppo di edifici, di una attività o impianto industriale o commerciale o di servizi pubblici o privati, a individuare e quantificare le opportunità di risparmio energetico sotto il profilo costi-benefici e a riferire in merito ai risultati”.

Benefici di una diagnosi energetica

Per le imprese la diagnosi energetica costituisce il principale strumento di analisi energetica a disposizione: il suo scopo è quello di comprendere come viene utilizzata l’energia all’interno dell’azienda e di identificare eventuali inefficienze o potenziali di miglioramento, in modo da poter ridurre i costi e aumentare la propria efficienza; nello specifico:

  • ridurre i propri consumi energetici attraverso un aumento dell’efficienza energetica dell’impresa;
  • ridurre l’incidenza della spesa energetica sul proprio fatturato;
  • ridurre le emissioni di CO2 e gas serra.

Finalità del documento ENEA

Il documento fornisce indicazioni, anche con esempi pratici, relative alla raccolta ed elaborazione dati ed a quella di redazione del rapporto di diagnosi energetica, del piano di monitoraggio e degli interventi di efficientamento energetico per le piccole e medie imprese che non siano soggette agli obblighi del decreto legislativo n° 102 del 4 Luglio 2014.

 

Clicca qui per scaricare il vademecum ENEA

 

termus

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *