Home » BIM Topic » BIM e infrastrutture » Infrastructure project management: 4 modi per potenziarlo

Infrastructure project management-come gestire le inrastrutture

Infrastructure project management: 4 modi per potenziarlo

Tempo di lettura stimato: 5 minuti

L’infrastructure project management è il processo di gestione dei progetti infrastrutturali. Scopri cos’è e quali sono le responsabilità della figura professionale che se ne occupa

Se sei un project manager saprai certamente che il project management può riguardare costruzioni edili o infrastrutture. In questo secondo caso si parla in modo diretto e specifico di infrastructure project management ovvero un processo di gestione che condivide, con le altre categorie di construction project management, responsabilità e principi chiave.

Facciamo allora il punto della situazione e vediamo insieme cos’è il management dei progetti infrastrutturali, ruoli e responsabilità della figura professionale.

Che cos’è il management dei progetti infrastrutturali?

Letteralmente per infrastructure project management si intende la gestione dei progetti infrastrutturali laddove per infrastrutture indichiamo tutti i beni capitali che, pur non utilizzati direttamente nel processo produttivo, forniscono una serie di servizi indispensabili per il funzionamento del sistema economico: strade, linee ferroviarie, porti, scuole, ospedali, ecc.

Il progetto di una infrastruttura è, evidentemente, un progetto complesso e lungo la cui buona riuscita passa anche per un efficiente project management. Ricordiamoci poi che, oggi e nel futuro, le vere protagoniste nel panorama dell’ingegneria civile saranno le smart infrastructure, motivo per cui il loro management dovrà certamente tenere conto del livello tecnologico raggiunto.

Come abbiamo anticipato, le infrastrutture, pur non essendo direttamente coinvolte nel processo produttivo, risultano indispensabili sia per la produzione economica che per garantire la qualità della vita della società in cui sono costruite. In questo senso, quindi, il valore della gestione dei progetti infrastrutturali è immenso.

Da un punto di vista generale, l’infrastructure project management segue gli stessi processi e principi del project management applicato alle costruzioni. Ritroviamo dunque principi cardine, come:

  • definizione degli obiettivi di progetto;
  • pianificazione dettagliata;
  • implementazione di un’efficace gestione di materiali e risorse;
  • comunicazione efficace;
  • analisi e gestione dei rischi;
  • gestione dei cambiamenti;
  • gestione documentale;
  • definizione di ruoli e responsabilità nel team di progetto.

Altro aspetto che l’infrastructure project management condivide con altre categorie di construction project management è che inefficienze nella loro pianificazione comporterebbero ritardi e dunque conseguenti sforamenti di bilancio e costose controversie tra le diverse parti interessate.

Infrastructure project management

Infrastructure project management

Quali sono le tipologie di infrastructure construction projects?

Abbiamo visto nel paragrafo precedente in cosa consiste la gestione di un progetto infrastrutturale. È utile però specificare che, nel momento in cui si passa alla realtà e alla pratica, la gestione del progetto infrastrutturale subirà, chiaramente, cambiamenti ed adattamenti in relazione alle specificità del progetto. Vediamo allora insieme quali sono le principali tipologie di progetti infrastrutturali in cui potremmo imbatterci:

  • strade e autostrade: il primo esempio che viene in mente quando si parla di infrastrutture è certamente quello di strade e autostrade e i progetti in questo caso potrebbero variare da quelli di costruzione ed espansione, di più grande portata, a quelli di riparazione e manutenzione;
  • aeroporti: gli aeroporti sono infrastrutture dinamiche e dall’alto standard tecnologico e innovativo, per cui hanno bisogno di continui miglioramenti ed espansioni sia per ridurre il traffico aereo, sia per migliorare la qualità dei servizi offerti ai viaggiatori e ai lavoratori;
  • linee ferroviarie: lo sviluppo e la manutenzione delle linee ferroviarie è un altro settore di grande importanza e altrettanta complessità. L’obiettivo in questo caso è quello di garantire la qualità della connessione e dei servizi ai passeggeri;
  • ponti: un altro progetto infrastrutturale comune e molto importante ha a che fare con la costruzione o la riparazione di ponti. In questo caso una delle maggiori sfide è la manutenzione e riparazione di questo tipo di infrastrutture su cui transita quotidianamente un grand numero di utenza. Esistono soluzioni software di gestione dei ponti che per permettono di semplificarne la manutenzione garantendo i più alti standard di sicurezza ed efficienza;
  • reti elettriche: il settore dell’energia elettrica è uno tra i più grandi sottosettori di progetti infrastrutturali. Tali progetti possono concentrarsi sulla produzione o sulla trasmissione di energia, nonché sulla manutenzione e/o riparazione di una centrale elettrica;
  • infrastrutture di telecomunicazioni: le telecomunicazioni coprono oggi un ampio spettro di tecnologie e servizi che collegano il mondo intero e per le quali è dunque indispensabile una continua manutenzione e un frequente potenziamento;
  • infrastrutture idriche: le opere idriche assicurano che tutti i cittadini possano avere accesso facile e sicuro all’acqua. I progetti che combattono la carenza idrica e quelli che ne facilitano la distribuzione in totale sicurezza sono due degli esempi più caratteristici di progetti infrastrutturali idrici;
  • gestione dei rifiuti: i progetti di gestione dei rifiuti svolgono un ruolo significativo nello sforzo di mantenere le persone e l’ambiente sicuro;
  • infrastrutture sociali: questo tipo di infrastrutture ha un ruolo sociale centralissimo, si tratta infatti di strutture come scuole e ospedali ovvero edifici che forniscono un servizio di valore sociale al pubblico.

Chi è l’Infrastructure Project Manager?

Abbiamo visto quali sono i principali progetti infrastrutturali e in cosa consiste il loro management, ma qual è la figura professionale che se ne occupa? E quali sono il suo ruolo e le sue responsabilità?

Il professionista che pianifica e dirige il management di un progetto infrastrutturale è chiamato, per l’appunto, Infrastructure Project Manager e ha il compito di supervisionare i progetti infrastrutturali. Il suo ruolo consiste nell’amministrare i progetti, assicurando che siano completati in tempo, entro i limiti di budget e soddisfino i requisiti e la qualità concordata nei contratti di progetto.

Riguardo invece alle responsabilità di questa cruciale figura professionale dobbiamo certamente citare:

  • definizione dello scopo progettuale;
  • sviluppo dei piani di progetto in collaborazione con i vari stakeholders;
  • coordinamento con vari team coinvolti nel progetto;
  • gestione di tempi, risorse e budget progettuali;
  • monitoraggio dell’avanzamento dei lavori;
  • gestione di eventuali problemi ed ostacoli;
  • controllo della qualità progettuale e del rispetto degli standard di sicurezza;
  • comunicazione costante con stakeholders, committenti e figure dirigenziali.
infrastructure project manager

Infrastructure project manager

Gli strumenti per aumentare l’efficienza nella gestione di progetti infrastrutturali

È chiaro che un buon Infrastructure Project Manager saprà svolgere il suo lavoro a prescindere dai software utilizzati. D’altro canto però quelli delle infrastrutture sono progetti complessi in cui l’utilizzo di giusti infrastructure asset management software rappresenta un supporto evidente e fondamentale per garantire:

  • efficienza del processo progettuale, costruttivo e manutentivo;
  • qualità finale del progetto e rispetto degli standard di sicurezza;
  • rispetto di tempi e budget come da contratto.

Più nel dettaglio un software di gestione può aiutare i project manager nei seguenti 4 modi:

  • benchmarking per prestazioni migliori: per benchmarking si intende una valutazione comparativa utile ad identificare le esigenze di progettazione, il budget e gli scopi di un progetto prima che inizi. Questo step riduce i rischi di progetto ed è accompagnato da un approccio multidisciplinare e collaborativo;
  • interoperabilità: l’utilizzo di software di gestione, soprattutto se integrati con la metodologia BIM e con l’utilizzo di standard internazionali, rendono il progetto open e interoperabile.
  • migliore comunicazione tra stakeholders e clienti: coinvolgere il cliente nel processo decisionale e comunicativo può garantire che il progetto proceda con meno ritardi e incomprensioni.File, dati, documenti di progetto possono essere condivisi in modo trasparente, dinamico e collaborativo. Ciò consentirà un facile aggiornamento e una migliore comprensione da parte di tutti gli stakeholders e del cliente finale;
  • processo automatico di reporting: preziosi e dettagliati report di progetto sono utili sia per una più facile comunicazione, sia per realizzare una sorta di registro dal quale attingere in futuro se necessario.

Per avere il completo controllo dei progetti infrastrutturali, non ti resta che farti supportare dall’infrastructure asset management software. Sia che tu sia un governo, un’autorità pubblica o un’azienda privata, puoi monitorare ogni aspetto del processo di gestione, dalla valutazione dell’usura delle infrastrutture nel corso del tempo all’individuazione degli asset che necessitano di riparazione o sostituzione e massimizzare il valore delle infrastrutture.

 

usbim-maint
usbim-maint

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *