Home » BIM Topic » BIM e formazione » In che modo il BIM è vantaggioso per gli ingegneri civili?

In che modo il BIM è vantaggioso per gli ingegneri civili

In che modo il BIM è vantaggioso per gli ingegneri civili?

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Coordinamento delle attività, collaborazione, verifica delle interferenze dei modelli 3D: ecco in che modo il BIM è vantaggioso per gli ingegneri civili

Il BIM è lo strumento più potente per migliorare la progettazione, la costruzione e la gestione di edifici ed infrastrutture. È proprio per questo che sta diventando sempre più popolare nel settore dell’architettura, dell’ingegneria e delle costruzioni in generale. Se sei un ingegnere civile, devi assolutamente sapere in che modo il BIM è vantaggioso per il tuo lavoro e quali metodi e strumenti puoi utilizzare. Leggi questo articolo e scopri di più!

I vantaggi del BIM_Immagine iniziale

Quali sono i benefici del BIM per gli ingegneri civili?

Il BIM è estremamente utile per tutti gli addetti al settore delle costruzioni. Nello specifico, vediamo in che modo il BIM è vantaggioso per gli ingegneri civili.

Il BIM è il processo di elaborazione e gestione dei modelli digitali informativi di edifici ed infrastrutture, necessari per l’intero ciclo di vita delle costruzioni.

  • collaborazione e coordinamento – uno dei vantaggi più significativi del BIM per gli ingegneri civili è il miglioramento della collaborazione e del coordinamento. Consente a tutti i professionisti coinvolti nel progetto di lavorare allo stesso modello 3D e nello stesso ambiente digitale, condividendo dati in tempo reale ed utilizzando formati aperti (IFC, BCF, ecc.) per lo scambio delle informazioni. Questo aiuta ad individuare potenziali problemi ed interferenze già in fase di progetto, riducendo la probabilità di problemi in cantiere;
  • visualizzazione realistica – il BIM consente di visualizzare le opere in 3D in modo molto realistico, tanto da sembrare già realizzate. Questo espediente fornisce una comprensione completa delle scelte di progetto e di individuare eventuali errori di progettazione. Tecnologie come VRi, real-time, BIM viewer online, ecc., consentono di entrare nel merito di tutti i dettagli costruttivi, di effettuare modifiche in tempo reale e di capire come le scelte architettoniche incidano su strutture e impianti;
  • rilevamento automatico delle quantità – ottenere il computo metrico estimativo in automatico dal modello 3D dell’opera aiuta a diminuire notevolmente i tempi da dedicare a questa attività e il rischio di incorrere in errore. Non occorre più inserire le misure da computare manualmente, il software le estrae in automatico dal modello. Per approfondire, leggi anche Come ottenere automaticamente un computo metrico dal modello 3D;
  • individuazione di conflitti – grazie ad applicazioni di BIM clash detection software è possibile rilevare visivamente ed ottenere un report degli eventuali conflitti presenti tra i modelli delle diverse discipline in gioco (MEP, architettura, struttura, ecc.). In tal modo si può intervenire e risolvere le interferenze prima dell’inizio del cantiere, evitando ritardi e spese impreviste;
  • sostenibilità – gli ingegneri possono utilizzare il BIM per analizzare l’efficienza energetica delle opere da realizzare, valutare il loro impatto ambientale e ridurre il consumo energetico;
  • manutenzione – il BIM può essere utilizzato per monitorare lo stato di conservazione della struttura e pianificare gli interventi di manutenzione di tutte le componenti. In modello BIM contiene tutte le informazioni utili alla manutenzione, riducendo la probabilità di problemi di manutenzione imprevisti. Avere un modello informativo implementabile e aggiornabile nel tempo, agevola tutte le attività di gestione e manutenzione del bene. Tutto questo si traduce in una significativa riduzione dei tempi e dei costi di gestione dell’opera. Per approfondire, leggi BIM facility management: il potere del BIM nella gestione degli asset;
  • produttività ed efficienza – il BIM aumenta la produttività e l’efficienza di tutti i processi di lavoro, automatizzando molte attività solitamente eseguite manualmente e coordinando le discipline in gioco;
  • IFC4.3 – con il nuovo standard di buildingSMART International è possibile gestire in modo ottimale anche i modelli BIM in formato IFC delle cosiddette “risorse orizzontali” e infrastrutture lineari, quali strade, tracciati ferroviari, ponti e acquedotti. Per approfondire, leggi IFC 4.3, lo standard openBIM anche per le infrastrutture. Le possibili applicazioni.

Cos’è il BIM in ingegneria?

BIM, acronimo di Building Information Modeling, indica il processo di elaborazione del modello 3D di progetto, inteso come contenitore di informazioni (geometriche, dati prestazionali, fisici, ecc.) relative all’intero ciclo di vita dell’opera. Questo modello informativo è un modello di tipo dinamico, interdisciplinare e condiviso. Questo significa che può essere aggiornato ed implementato nel corso del tempo e che tutti gli interessati (progettisti, manutentori, proprietari, ecc.) hanno accesso alle informazioni in qualsiasi momento. Nell’ingegneria civile, la sua caratteristica vincente è la possibilità di esaminare più scenari contestualmente e di fare la scelta più efficace, garantendo che i progetti possano essere consegnati nei tempi previsti e nel budget preventivato. Inoltre, il BIM garantisce libero accesso alle informazioni condivise durante l’intero ciclo di vita del progetto, ottenendo risultati convincenti anche in fase di manutenzione e gestione di un’opera d’ingegneria civile.

In definitiva, il BIM in ingegneria rappresenta il motore della trasformazione digitale in corso.

Per approfondire, leggi anche:

Perché gli ingegneri usano il BIM?

Gli ingegneri usano il BIM perché migliora il lavoro, ottimizza i processi, permette di risparmiare tempo, aiuta la collaborazione e l’interdisciplinarietà, diminuisce la possibilità di sbagliare. Tutti questi aspetti contribuiscono a rendere il lavoro più competitivo e a raggiungere risultati di livello più elevato, anche in termini di qualità.

Sperimentare personalmente i vantaggi che tanti ingegneri stanno già avendo nel proprio lavoro quotidiano è molto semplice, puoi avere per sempre gratis un BIM management system da usare direttamente online, senza alcuna installazione.

Software BIM per ingegneria civile

Gli strumenti essenziali per la completa applicazione della metodologia BIM e per la gestione dei modelli informativi sono 3:

I software BIM permettono l’elaborazione del modello 3D (architettonico, strutturale e impiantistico) completo di tutte le informazioni utili. Le applicazioni di BIM management, invece, consente la gestione in cloud dei modelli e delle informazioni, la loro condivisione, la verifica, la clash detection, la visualizzazione in VRi e in real-time del modello, la modifica dei dati, lo scambio delle informazioni e tanto altro. I BIM tools, infine, sono essenziali per aggregare dati (tempi, costi, caratteristiche strutturali, informazioni sulla manutenzione, ecc.) al modello 3D BIM.
Insomma, senza questi strumenti il lavoro dell’ingegnere civile sarebbe molto più complicato e l’applicazione della metodologia BIM praticamente impossibile.

 

usbim
usbim

 

0 commenti

Lascia un Commento

Cosa ne pensi?
Lascia un commento sull'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *