Home » BIM Topic » BIM e MEP » Impianto idraulico a vista: i vantaggi della modellazione 3D

Impianto idraulico a vista

Impianto idraulico a vista: i vantaggi della modellazione 3D

Tempo di lettura stimato: 5 minuti

Come realizzare un impianto idraulico a vista senza rompere muri e pavimenti. Vantaggi, svantaggi, idee e modalità operative

Hai mai pensato di proporre al tuo cliente la realizzazione di un impianto idraulico a vista?

Gli impianti a vista presentano grandi vantaggi se pensiamo alla possibilità di realizzare un nuovo impianto senza demolizioni, polveri e rumori ma anche alla semplicità d’intervento in caso di manutenzione. Inoltre, con pochi e piccoli accorgimenti ai materiali e al posizionamento, le tubature a vista possono diventare un vero e proprio manifesto di stile. Vediamo insieme tutti i vantaggi e qualche consiglio per realizzare il progetto al meglio.

esempi impianto idraulico a vista

Esempi impianto idraulico a vista

Impianto idraulico a vista: i vantaggi

Un impianto idraulico a vista si riferisce a un sistema idraulico in cui le tubature, i raccordi e altre componenti impiantistiche sono installate all’esterno delle pareti o degli elementi strutturali di un edificio, rendendoli visibili. Questo tipo di installazione si contrappone al classico impianto idraulico sottotraccia, in cui le tubature sono incorporate nelle pareti o nel pavimento e pertanto, non visibili.

Perché realizzare un impianto idraulico a vista?

Ci sono diversi motivi, tra cui:

  • installazione senza interventi murari, l’installazione non richiede modifiche alla struttura muraria. Il primo e più evidente beneficio di questa decisione si riscontra nella limitata invasività dell’intervento di installazione. Optando per una posa dei tubi a vista, non sarà necessario realizzare tracce nel muro o del pavimento. Ciò implica che l’intervento sarà più veloce e meno impattante, creando meno disagi (polveri, rumori, macerie, ecc.);
  • conservazione delle pareti originali, questo può essere cruciale soprattutto in edifici storici, con murature che desideriamo mantenere intatte o su cui è difficile eseguire le tracce (murature in pietra, ecc.);
  • costi più accessibili, un ulteriore vantaggio è la diminuzione dei costi: sia di installazione, poiché, come accennato, non comporta lavori murari di grande entità, sia per gli accessori, nel caso in cui desideriamo adottare uno stile industriale come mostrato nell’immagine. Rubinetti di questo genere hanno costi inferiori rispetto a quelli comunemente utilizzati in bagni;
  • manutenzione semplificata, chi non ha mai affrontato problemi di infiltrazioni? Macchie d’umidità che iniziano a comparire sulla parete o sul soffitto e la successiva necessità di interventi, con demolizioni, per individuare l’origine della perdita. Se i tubi sono visibili, le perdite lo sono altrettanto, rendendo così più agevole eseguire una manutenzione periodica ed evitare brutte sorprese. Con un impianto a vista, è più facile ispezionare ed eseguire la manutenzione delle tubazioni, poiché sono facilmente individuabili e accessibili. Questo può ridurre i costi di manutenzione nel lungo periodo ed evita di effettuare fastidiose demolizioni o lavori invasivi in caso di perdite, guasti, interventi di manutenzione, ecc.;
  • opzione decorativa, se optiamo per i tubi a vista, scegliamo attentamente il tipo di tubo, evitando quelli in materiale plastico, poco estetici. Possiamo optare tra acciaio e rame; il primo è più discreto, mentre il secondo è più caratteristico e decorativo. Il rame subirà sicuramente delle modifiche cromatiche causate da vapore e acqua, ma ciò fa parte dell’estetica e della bellezza di questo materiale;
  • adattabilità a stili diversi, la soluzione dei tubi a vista offre vantaggi pratici ed economici e può anche essere piacevole dal punto di vista estetico. Ma si abbina a tutti gli stili? Certamente si presta molto bene agli interni di ispirazione industriale che valorizzano i materiali lasciati intenzionalmente esposti e non rifiniti. Con i giusti accorgimenti, i tubi a vista possono integrarsi perfettamente anche in un bagno classico, dall’ispirazione vagamente retrò;
  • agilità nelle modifiche, in caso di modifiche o aggiornamenti all’impianto esistente, è più facile intervenire con la realizzazione di un impianto con tubature a vista. Ciò può essere particolarmente utile in ambienti già abitati, in cui si vuole evitare la realizzazione di tracce, oppure se si vuole fare un lavoro in economia, in ambienti di servizio in cui l’estetica potrebbe essere considerata trascurabile (depositi, bagni di servizio, garage, ecc.) o in caso di frequenti modifiche di layout (locali commerciali, ecc.).
esempi impianto idraulico a vista

Esempi impianto idraulico a vista

Si tratta quindi di una scelta versatile, forse ancora poco consueta, ma che potrebbe conquistarci presto grazie alla sua praticità e inaspettato valore estetico. Ciò che conta, oltre alla scelta del materiale, è la disposizione dei tubi. Se l’obiettivo è rendere l’impianto a vista il punto focale del nostro bagno, evitiamo di nasconderlo dietro a mobili e apparecchi sanitari, altrimenti rischieremmo un effetto decadente e trascurato.

Svantaggi dell’impianto a vista

Come abbiamo visto, scegliere un impianto idraulico a vista può essere un’opzione vantaggiosa per diversi aspetti.

esempi impianto idraulico a vista

Esempi impianto idraulico a vista

Tuttavia, ci sono anche alcuni svantaggi da considerare, tra cui:

  • estetica non gradita: l’estetica industriale non è apprezzata da tutti e non si addice a tutti i contesti architettonici;
  • esposizione a danni fisici: le tubazioni a vista sono più esposte a danni fisici o vandalismo rispetto a quelle sottotraccia;
  • attenzione progettuale: oltre al dimensionamento degli impianti, la progettazione richiederà accorgimenti relativi anche alla disposizione dei tubi. Per un risultato ottimale, infatti, le tubature non dovranno risultare disposte in maniera disordinata ma andrà valutato il rapporto con gli arredi (per evitare sovrapposizioni e interferenze) e il percorso preciso che le tubature dovranno seguire.

Come progettare un impianto idraulico a vista

Per progettare un impianto idraulico a vista, l’utilizzo di un software 3D BIM e MEP tool può essere un validissimo supporto. Le ragioni sono tante, tra cui:

  • visualizzazione realistica: un software 3D BIM consente di creare modelli tridimensionali dettagliati dell’impianto idraulico a vista. Questa visualizzazione realistica offre una comprensione chiara di come l’installazione si integrerà con l’ambiente circostante, consentendo di valutarne l’aspetto estetico e la disposizione dei componenti;
  • prevenzione di errori: la modellazione 3D consente di identificare e correggere potenziali errori o conflitti nella progettazione prima che l’installazione fisica abbia luogo. Questo riduce il rischio di problemi durante la fase di cantiere, risparmiando tempo e risorse;
  • ottimizzazione del layout: con un software 3D, è possibile sperimentare diverse soluzioni di progetto, disposizioni e configurazioni degli elementi dell’impianto. Ciò consente di ottimizzare il layout per massimizzare l’efficienza, migliorare l’accessibilità per la manutenzione e assicurare una distribuzione gradita dei componenti;
  • analisi dei flussi: i software 3D possono simulare i flussi di fluidi attraverso l’impianto, aiutando a identificare potenziali punti di accumulo o di bassa pressione. Questa analisi contribuisce a migliorare la progettazione dell’impianto per garantire un flusso ottimale e una distribuzione uniforme dell’acqua;
  • collaborazione facilitata: i modelli BIM (esportati in formati aperti e non proprietari come l’IFC) possono essere condivisi facilmente con gli altri membri del team, clienti, fornitori o altri professionisti coinvolti nel progetto. Ciò facilita la collaborazione e la comunicazione, consentendo a tutti i soggetti interessati di avere una visione chiara e condivisa della progettazione;
  • presentazione ai clienti: i modelli 3D possono essere utilizzati per presentare in modo efficace il progetto ai clienti o agli stakeholder (render, visite virtuali, video presentazioni, ecc.). Le rappresentazioni realistiche aiutano a comunicare in modo chiaro l’aspetto finale dell’impianto e a raccogliere feedback in fase di progettazione per evitare modifiche in fase di cantierizzazione;
  • facilità di adattamento: nel corso della progettazione, è possibile apportare facilmente eventuali modifiche al modello 3D per rispondere a nuove esigenze o requisiti. Questa flessibilità consente di testare diverse soluzioni prima di stabilirsi su una progettazione finale;
  • stima dei costi e dei tempi: sfruttando gli automatismi propri di un software BIM, direttamente dal modello di progetto, è possibile ricavare in automatico stime precise dei tempi e dei costi di realizzazione dell’opera.

Edificius-MEP_computo metrico automatico

Se pensi che progettare un impianto idraulico a vista possa incuriosire anche il tuo cliente, prova a rendere l’ipotesi più convincente facendo leva sui vantaggi di cui abbiamo parlato in questo articolo e con l’aiuto di render o visite virtuali nel modello 3D.
usMEP

 

usMEP

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *