Guida_superbonus_110_agenzia_delle_entrate-febbraio

Aggiornata la guida delle Entrate sul Superbonus al 110%

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Pubblicato l’aggiornamento della guida dell’Agenzia delle Entrate sul Superbonus: nuovi casi pratici, FAQ e tabelle riepilogative

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la guida fiscale sul Superbonus al 110% aggiornata a febbraio 2021. L’aggiornamento si è reso necessario per adeguare i contenuti della guida alle nuove disposizioni previste dalla legge di Bilancio 2021.

La legge di Bilancio 2021 (legge n. 178/2020) ha infatti prorogato il Superbonus al 30 giugno 2022 (in determinate situazioni fino al 31 dicembre 2022 o al 30 giugno 2023) e introdotto altre rilevanti modiche alla disciplina che regola l’agevolazione.

Al riguardo la redazione di BibLus ha redatto il testo coordinato degli articoli 119 e 121 del decreto Rilancio aggiornandoli a tutte le novità introdotte dalla legge di Bilancio 2021.

La guida sul Superbonus delle Entrate

Rispetto alla prima versione di luglio, nella guida sono stati aggiunti:

  • altri casi pratici;
  • nuove FAQ;
  • delle tabelle riepilogative.

Le Entrate con la guida ricordano inoltre che il Superbonus consente di elevare al 110% la detrazione fiscale per le spese relative a interventi di:

  • recupero del patrimonio edilizio, in base all’articolo 16-bis del Tuir inclusi quelli antisismici (cd. sismabonus) attualmente disciplinati dall’articolo 16 del dl n. 63/2013;
  • riqualificazione energetica degli edifici (cd. ecobonus), in base all’articolo 14 del dl n. 63/2013.

Per questi interventi, grazie al Superbonus sono riconosciute detrazioni più elevate quando si  interviene sulle parti comuni dell’involucro opaco per più del 25% della superficie disperdente o quando con questi interventi si consegue la classe media dell’involucro nel comportamento invernale ed estivo, ovvero quando gli interventi sono realizzati sulle parti comuni di edifici ubicati nelle zone sismiche 1, 2 o 3 e sono finalizzati congiuntamente alla riqualificazione energetica e alla riduzione del rischio sismico.

Eliminazione delle barriere architettoniche

Una delle novità introdotte dalla legge di Bilancio 2021 consiste nella possibilità di detrarre con il Superbonus anche le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2021, per gli interventi previsti dall’articolo 16-bis, comma 1, lettera e), del dpr 917/1986, eseguiti congiuntamente a interventi trainanti (di isolamento termico delle superfici opache o di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti).

Si tratta, in particolare, degli interventi finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche, aventi ad oggetto ascensori e montacarichi, alla realizzazione di ogni strumento che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo di tecnologia più avanzata, sia adatto a favorire la mobilità interna ed esterna all’abitazione per le persone portatrici di handicap in situazione di gravità.

Lo sconto in fattura e la cessione del credito

Nella guida aggiornata, ampio spazio è dedicato alla possibilità generalizzata di optare, in luogo della fruizione diretta della detrazione, per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori dei beni o servizi o, in alternativa, per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante.

Tale possibilità riguarda, non solo gli interventi ai quali si applica il Superbonus, ma anche quelli:

  • di recupero del patrimonio edilizio;
  • di recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti (cd. bonus facciate);
  • per l’installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici.

Trattandosi di una normativa di particolare favore, in aggiunta agli adempimenti ordinariamente previsti per le predette detrazioni, ai fini dell’esercizio dell’opzione, per lo sconto o cessione, il contribuente deve acquisire anche:

  • il visto di conformità dei dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta, rilasciato dagli intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni (dottori commercialisti, ragionieri, periti commerciali e consulenti del lavoro) nonché dai CAF;
  • l’asseverazione tecnica relativa agli interventi di efficienza energetica e di riduzione del rischio sismico (da parte, rispettivamente, dei tecnici abilitati al rilascio delle certificazioni energetiche e dai professionisti incaricati della progettazione strutturale, direzione dei lavori delle strutture e collaudo statico per gli interventi finalizzati alla riduzione del rischio sismico) che certifichi il rispetto dei requisiti tecnici necessari ai fini delle agevolazioni fiscali e la congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati, in accordo ai previsti decreti ministeriali.

 

Clicca qui per scaricare la guida delle Entrate sul Superbonus 110%

 

usBIM.superbonus

 

2 commenti
  1. Mario Guerriero
    Mario Guerriero dice:

    La redazione di BibLus ha predisposto una pagina specifica per le FAQ sul superbonus al seguente link.

    Nella pagina è possibile ricercare le FAQ tra gli argomenti più comuni, e lasciare, eventualmente, una nuova domanda.

    NB: Non è garantita la risposta a tutte le domande inviate.
    La redazione risponderà principalmente alle domande ritenute di utilità comune. Non possono essere presi in considerazione casi singolari e di interesse specifico, che richiederebbero comunque un maggiore livello di approfondimento.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *