GREEN NEW DEAL

Green new deal: come presentare le domande

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Imprese industriali, agroalimentari, agroindustriali, artigiane: da giovedì 17 novembre 2022 la presentazione delle domande per l’agevolazione green new deal

Il MIMIT (Ministero delle Imprese e del Made in Italy, nuovo nome del MISE) ha pubblicato il piano per promuovere l’Europa circolare: moderna, sostenibile e resiliente.

Da giovedì 17 novembre 2022 è possibile presentare le domande relative al progetto Green New Deal.  La misura è destinata al sostegno dei progetti di imprese ammesse ai finanziamenti agevolati FRI (fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca) per lo sviluppo, innovazione per la transizione ecologica e circolare negli ambiti del Green New Deal italiano.

Prima di scoprire come presentare le domande, ti consiglio un software per il fotovoltaico gratis per 30 giorni, perfetto per la progettazione tecnica e la simulazione economica di qualsiasi tipo di impianto fotovoltaico connesso alle rete elettrica. Questo strumento ti consentirà di fare:

  • calcolo dell’irraggiamento solare;
  • calcolo degli ombreggiamenti fotovoltaici;
  • modellazione 3D/BIM dell’impianto fotovoltaico;
  • calcolo e dimensionamento rapido dell’impianto e del sistema di accumulo;
  • ecc.

Green new deal

La misura si rivolge a tutte le imprese italiane che operano nell’ambito di attività industriali, agroalimentari, artigiane, di servizi all’industria e centri di ricerca.

Le aziende appena citate avranno la possibilità di presentare i progetti singolarmente o in forma congiunta.

Vediamo insieme in cosa consiste.

Cos’è

L’incentivo finanzia la realizzazione di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione nell’ambito delle finalità di transizione ecologica e circolare. Si tratta di progetti a cura delle imprese ammesse ai finanziamenti agevolati dal FRI (che prevede, appunto, la concessione di contributi).

Entità del finanziamento

I finanziamenti agevolati del FRI hanno un importo pari al 60% dei costi di progetto, accompagnati da finanziamenti bancari per il 20% in presenza di idonea attestazione creditizia.

L’agevolazione risulta essere un contributo a fondo perduto, per una percentuale massima delle spese dei costi ammissibili di progetto:

  • pari al 15 % come contributo spesa per le attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale e per l’acquisizione delle prestazioni di consulenza relative alle attività di industrializzazione;
  • pari al 10% come contributo in conto impianti, per l’acquisizione delle immobilizzazioni oggetto delle attività di industrializzazione.

Progetti finanziabili

Il progetto pubblicato dal MIMIT vuole finanziare i progetti coerenti con gli ambiti di intervento del Green New Deal italiano, con particolare attenzione ai seguenti obiettivi:

  • economia circolare;
  • decarbonizzazione;
  • riduzione dell’uso di plastica;
  • rigenerazione urbana;
  • turismo sostenibile;
  • mitigazione dei rischi sul territorio derivanti dal cambiamento climatico.

Infine, le attività di ricerca e sviluppo devono essere finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti o al miglioramento dei servizi o prodotti esistenti.

Procedure di accesso

Le imprese avranno la possibilità di partecipare nel seguente modo:

  • a sportello, per i programmi di importo non inferiore a 3 milioni di euro e non superiore a 10 milioni e con un massimo di imprese partecipanti pari a 3;
  • negoziale, per i programmi di importo superiore a 10 milioni di euro e non superiore a 40 milioni con un massimo di 5 imprese.

Ricordiamo che le procedure d’accesso sono delineate dal decreto interministeriale 1 dicembre 2021 e dal decreto direttoriale 23 agosto 2022 dove sono state definite le ulteriori condizioni di finanziamento.

Presentazione delle domande

Le aziende possono presentare le domande da giovedì 17 novembre 2022 anche in forma congiunta. Ricordiamo che il MIMIT ha concesso nei giorni scorsi di avviare la procedura di precompilazione delle domande tramite l’area riservata.

Infine, ricordiamo che l’attestazione da allegare alla domanda di agevolazione deve necessariamente essere rilasciata da un istituto appartenente all’elenco delle banche convenzionate (elencate in tabella).

 

 

banche convenzionate

Entità delle risorse

Le risorse stanziate per il Green New Deal ammontano complessivamente a 750 milioni di euro così suddivise:

  • 600 milioni di euro per i finanziamenti agevolati sui fondi rotativi per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca (FRI), di cui:
    • 300 milioni destinati ai progetti che accedono alla procedura a sportello;
    • 300 milioni destinati ai progetti che accedono alla procedura negoziale.
  • 150 milioni di euro destinati per la concessione dei contributi, di cui:
    • 75 milioni destinati ai progetti che accedono alla procedura a sportello;
    • 75 milioni destinati ai progetti che accedono alla procedura negoziale.

 

Infine ti allego il dm 1 dicembre 2021

solarius-pv
solarius-pv

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.