BIM e GIS

Come sfruttare il potenziale GIS nel real estate

I vantaggi del GIS nel real estate: ecco come questa tecnologia offre una visione approfondita del mercato immobiliare e dei suoi fattori influenti

Il settore del real estate (parola inglese composta da real/immobiliare e dal sostantivo estate/proprietà, patrimonio) è intrinsecamente legato alla capacità di analizzare, comprendere e prevedere le dinamiche di mercato.

La tecnologia GIS è uno strumento indispensabile nell’industria immobiliare dinamica e competitiva, in quanto offre una comprensione approfondita e una visualizzazione dettagliata dei dati spaziali.

Per implementare in maniera funzionale la tecnologia GIS nell’ambito del real estate, ti suggerisco di utilizzare il software GIS per il real estate che consente la creazione di modelli digitali che interagiscono tra loro a livello territoriale per connettere informazioni prodotte in real-time da tecnici, imprese di costruzione, manutentori.

Scopri il ruolo, le applicazioni e i vantaggi del GIS nel settore immobiliare.

Applicazioni del GIS nel real estate

Il GIS, o Geographic Information System, nel settore immobiliare, rappresenta uno strumento tecnologico fondamentale che sfrutta il vantaggio geografico per ottimizzare le decisioni d’investimento e gestionale.

Il GIS non si limita alla semplice identificazione di un sito, ma mira a trovare il miglior sito possibile per soddisfare specifiche esigenze d’investimento o sviluppo. La visualizzazione delle informazioni su mappe, combinata alla potenza analitica, rivela tendenze, modelli e opportunità che potrebbero non essere rilevate solo tramite dati tabellari.

Il GIS nel settore immobiliare ha varie applicazioni come:

  • selezione del sito/pianificazione strategica;
  • analisi del portafoglio;
  • analisi del mercato competitivo;
  • mappatura demografica e reporting;
  • generazione di rapporti.

In sintesi, il GIS fornisce le risposte necessarie per fare la scelta migliore nel campo immobiliare, permettendo di valutare accuratamente le opportunità e massimizzare il ritorno sugli investimenti attraverso una comprensione approfondita e una visualizzazione efficace dei dati spaziali.

Benefici del GIS nel settore immobiliare

Il GIS fornisce strumenti avanzati per analizzare la localizzazione in diversi contesti, migliorando significativamente l’efficacia delle strategie di investimento immobiliare.

Tra i vantaggi offerti dalla tecnologia GIS, si possono evidenziare i seguenti:

  • identificazione rapida delle proprietà e accesso immediato alle relative informazioni;
  • integrazione di dati provenienti da diverse fonti (catasto, topografia, etc.);
  • visualizzazioni tematiche degli attributi: attraverso rappresentazioni grafiche, come la visualizzazione delle proprietà con autorizzazioni in scadenza, il GIS facilita la comprensione dei dati e l’identificazione di eventuali criticità;
  • selezione del sito e analisi di mercato: utilizzando dati geospaziali come demografia, modelli di traffico e tendenze di mercato, il GIS aiuta a individuare aree con potenziale crescita, mirare a specifici segmenti di clientela e prendere decisioni informate sugli investimenti immobiliari;
  • visualizzazione spaziale: rappresentando visivamente i dati su mappe, il GIS facilita l’identificazione di relazioni e modelli, permettendo di individuare opportunità e comunicare informazioni complesse in modo più efficace;
  • gestione del portafoglio: integrando posizioni delle proprietà, informazioni di locazione e dati finanziari nelle piattaforme GIS, è possibile ottenere una visione completa del portafoglio, facilitando la valutazione delle performance e l’ottimizzazione delle strategie.
  • intelligence di mercato e analisi della concorrenza: il GIS consente di raccogliere e analizzare dati di mercato, identificare tendenze emergenti, valutare la concorrenza e ottenere insights sulla dinamica del mercato;
  • valutazione del rischio: la tecnologia GIS assiste nell’analisi e nella gestione dei rischi associati agli investimenti immobiliare con l’integrazione di dati su rischi naturali (zone alluvionali, attività sismiche), fattori ambientali (contaminazione, aree protette) e vincoli regolatori (zoning, codici edilizi);
  • marketing e visualizzazione: sviluppando mappe interattive, visualizzazioni in 3D e tour virtuali, il GIS fornisce una migliore comprensione della posizione della proprietà e dei servizi offerti, facilitando la comunicazione con potenziali investitori o inquilini. A tal proposito, ti consiglio di considerare l’utilizzo di un software gis integrato all’openBIM che consente di sfruttare la realtà virtuale e aumentata per esplorare costruzioni e infrastrutture.

Come applicare il GIS nel real estate

Per la corretta implementazione del GIS nel real estate è imprescindibile ottenere una digitalizzazione del patrimonio immobiliare, attraverso sistemi informativi di gestione e protocolli di modellazione di dati che strutturino le informazioni. In questo modo, si garantisce la disponibilità di dati precisi, al momento opportuno e nel formato richiesto, lungo tutto il ciclo di vita dell’asset.

La gestione efficiente del patrimonio immobiliare è possibile grazie alla gestione delle planimetrie e la geolocalizzazione delle risorse, fornita dalla tecnologia GIS.

La digitalizzazione in 3D di elaborati tecnici e disegni rappresenta un passaggio fondamentale. Per ottenere rapidamente un modello digitale tridimensionale e georeferenziato di una pianta, è possibile usufruire del software per la transizione dal 2D al 3D/BIM che supporta nella transizione dai disegni cartacei 2D al modello 3D, utilizzando l’Intelligenza Artificiale.

Da 2D a 3D/BIM: software usBIM.planAI

Una volta ottenuto il modello 3D digitale, è possibile massimizzare i benefici creando mappe GIS collegate ai modelli BIM, che forniscono ogni tipo di informazione sul digital twin dell’opera. Per farlo, è utile utilizzare l’apposito BIM-GIS software, l’applicazione in cloud per geolocalizzare i modelli BIM su mappe tematiche GIS. Questo strumento offre funzioni di collaborative working per comunicare e collaborare in tempo reale con il team di lavoro.

 

Integrazione BIM-GIS real estate: software usBIM.geotwin

Integrazione openBIM-GIS per l’immobiliare

L’integrazione tra openBIM e GIS ha attirato un notevole interesse in quanto queste due tecnologie si completano reciprocamente nella modellazione degli edifici e dell’ambiente costruito. Il BIM fornisce informazioni dettagliate sugli edifici, mentre il GIS abilita i dati spaziali per l’intero ambiente costruito, offrendo vantaggi anche nella gestione del patrimonio immobiliare.

L’implementazione di questa integrazione consente un aggiornamento condiviso delle informazioni sui modelli openBIM-GIS, consentendo di accedere in tempo reale alle informazioni dell’openBIM attraverso il GIS per interrogazioni geospaziali.

I principali benefici derivanti dall’integrazione per l’ambito del real estate includono:

  • conoscenza dettagliata di ogni caratteristica di ogni immobile o infrastruttura che appare a scala territoriale sulGIS
  • interrogazioni potentissime che integrano contemporaneamente tutti i dati GIS a scala territoriale e tutti i dati delle costruzioni contenuti nei modelli openBIM
  • miglioramenti dell’efficienza e riduzione dei costi;
  • maggiore collaborazione e condivisione delle informazioni;
  • semplificazione della manutenzione e della gestione delle strutture;
  • promozione della sostenibilità ambientale e del risparmio energetico.

Integrazione del openBIM-GIS per la valutazione immobiliare

L’integrazione BIM-GIS offre un vantaggio importante anche per la valutazione immobiliare.

La valutazione immobiliare è il processo di stimare il valore unitario nelle attuali condizioni di mercato esaminando fattori influenti in maniera olistica, considerando le caratteristiche ambientali, fisiche, legali e socio-economiche delle proprietà.

I criteri di valutazione sono generalmente classificati in due gruppi come fattori esterni e interni: mentre i fattori esterni sono legati agli attributi di localizzazione e ambientali, i fattori interni sono legati agli attributi fisici della proprietà.

Utilizzare GIS e openBIM nelle attività di valutazione immobiliare fornisce una facile manipolazione dei dati, un’automazione avanzata, ottime capacità di analisi spaziale e accuratezza con un approccio scientifico e obiettivo.

L’analisi GIS può essere utilizzata per valutare fattori ambientali come la vicinanza, il terreno, la rete, la densità del traffico, l’esposizione alla luce solare. D’altra parte, fattori fisici e strutturali possono essere analizzati utilizzando l’openBIM.

Per avere un’integrazione totale e dinamica della tecnologia openBIM-GIS, ti consiglio di utilizzare il software gis digital twin che consente una gestione completa e innovativa dei patrimoni immobiliari, integrando la tecnologia GIS con i modelli openBIM IFC.

Vantaggi dell’integrazione openBIM GIS nel real estate

Tecnologie e strumenti GIS nel settore immobiliare

Di seguito si presentano una serie di tecnologie e strumenti, implementati con la tecnologia GIS, che consentono una migliore gestione del patrimonio immobiliare.

GIS digital twin

Il digital twin rappresenta una fedele riproduzione digitale di un bene reale, consentendo di virtualizzare l’intero ecosistema dell’immobile, inclusi tutti i dettagli sul bene stesso e sull’ambiente circostante.

Attraverso l’utilizzo dei gemelli digitali, è possibile accedere istantaneamente a rappresentazioni digitali di numerosi oggetti e sistemi fisici, che possono essere aggiornati e monitorati in tempo reale.

L’integrazione con il GIS potenzia ulteriormente queste capacità di gestione e controllo, offrendo analisi geospaziali che semplificano la geolocalizzazione e migliorano la comprensione delle interazioni e delle interdipendenze tra i diversi elementi.

Si parla quindi di digital twin geospaziali, modelli digitali che interagiscono tra loro a livello territoriale per collegare informazioni prodotte in tempo reale. Gli edifici diventano veri e propri dispositivi in grado di interagire tra loro a livello geospaziale. Questa integrazione è resa possibile grazie al software gis digital twin, un potente strumento da utilizzare nel real estate, che agevola il monitoraggio delle prestazioni e dei consumi energetici degli edifici, la pianificazione e i costi degli interventi di manutenzione, il funzionamento dei sistemi HVAC, nonché l’efficienza e la sicurezza strutturale.

Per approfondimento leggi Digital twin real estate: come funziona, benefici e usi

Integrazione BIM-IoT-GIS

Il futuro del GIS nel settore immobiliare è promettente, mediante l’integrazione del GIS con tecnologie emergenti come l’intelligenza artificiale e l’Internet of Things.

Grazie all’integrazione BIM-IoT-GIS del software per il monitoraggio strutturale, è possibile visualizzare i dati dei sensori direttamente sul modello BIM e localizzare il patrimonio immobiliare su mappe GIS per valutare il suo comportamento in relazione alle condizioni ambientali e di traffico. Si può ottenere un monitoraggio strutturale che aiuta a salvaguardare nel tempo l’integrità di edifici.

Structural health monitoring: software usBIM

GIS e facility management

Geolocalizzare gli asset, gli immobili e gli impianti e collegare le informazioni di gestione e manutenzione agli asset, è essenziale per ottenere una conoscenza dettagliata del patrimonio immobiliare. Per questa integrazione, puoi contare sul software gis asset management che consente di accedere ai dati di Asset management e Facility Management direttamente dalla vista GIS.

Questo strumento permette di:

  • monitorare lo stato di sistemi infrastrutturali complessi:
  • avere in real-time allarmi su situazioni pericolose a livello territoriale;
  • scendere nel dettaglio del singolo elemento che sta generando il comportamento anomalo;
  • controllare a distanza l’infrastruttura con la realtà virtuale coinvolgendo più operatori connessi in cloud contemporaneamente sullo stesso modello.

Ad esempio, si può arrivare a guardare in dettaglio gli interventi di manutenzione da svolgere su ogni singolo modello, le proprietà di ogni singolo asset, i ticket di manutenzione attivi, le attività eseguite su ciascun oggetto.

Gestione e manutenzione GIS digital twin: software usBIM.geotwin

Per approfondimento leggi GIS per l’Asset Management

Futuro del GIS nel real estate

Guardando avanti, ci si aspetta che il ruolo del GIS nell’immobiliare e nella gestione immobiliare si espanda ulteriormente. Man mano che i dati spaziali diventano sempre più disponibili e la tecnologia stessa diventa più sofisticata, le possibilità per la sua applicazione nel campo immobiliare sono praticamente illimitate.

Per esempio, ci si può aspettare l’uso del GIS nell’analisi predittiva, dove potrebbe essere utilizzato per prevedere cambiamenti nei valori immobiliari basati su fattori come sviluppi infrastrutturali pianificati o cambiamenti nelle demografie locali. Questo potrebbe offrire un significativo vantaggio competitivo fornendo l’opportunità di anticipare i cambiamenti del mercato e adattare di conseguenza le strategie.

In conclusione, in ottica futura, l’uso del GIS nell’immobiliare e nella gestione immobiliare diventerà senza dubbio non solo comune, ma essenziale.

 

Lascia un Commento

La tua email non sarà resa pubblica I campi segnati sono richiesti*

Condividi
Pubblicato da Redazione Tecnica

Articoli recenti

Dichiarazione di conformità impianti: cos’è e quando è richiesta

Quando è obbligatorio e cosa deve contenere il certificato di conformità degli impianti (Di.Co.) previsto…

17 Luglio 2024

Chi è, cosa fa e come diventare un energy manager?

L’energy manager gestisce gli aspetti energetici di un bene e individua soluzioni di efficientamento energetico.…

17 Luglio 2024

Gli operatori economici secondo il codice dei contratti

Chi sono gli operatori economici? Quali sono i requisiti per partecipare ad una gara d'appalto?…

17 Luglio 2024

Condono edilizio 2024: la guida al “decreto salva casa 2024” con PDF, slide e faq

Condono edilizio 2024: cosa può sanare? Quanto costa? Analisi completa del "decreto salva casa 2024"…

17 Luglio 2024

Plusvalenza da Superbonus: l’extra-tassa da pagare in caso di vendita dell’immobile

Dal 2024 fa plusvalenza la vendita di immobili agevolati con Superbonus. Quando va pagata e…

17 Luglio 2024

UNI EN 81-70, la norma sugli ascensori accessibili

UNI ha reso disponibile l'aggiornamento della norma di riferimento su accessibilità e sicurezza degli ascensori…

16 Luglio 2024