Home » BIM Topic » BIM e Facility Management » Gestione e manutenzione del patrimonio immobiliare: i vantaggi dell’integrazione BIM-GIS

Gestione manutenzione patrimonio immobiliare

Gestione e manutenzione del patrimonio immobiliare: i vantaggi dell’integrazione BIM-GIS

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Connettere dati GIS con modelli BIM per la geolocalizzazione di asset, immobili e interventi consente una gestione di patrimoni immobiliari pubblici e privati completa e innovativa. Ecco una soluzione semplice ed intuitiva

La digitalizzazione degli asset immobiliari si apre a nuove e interessanti opportunità. Grazie all’uso integrato di BIM e GIS, avere sott’occhio il censimento immobiliare in dettaglio e la posizione esatta di ogni componente consente di tenere sotto controllo e gestire tutti gli asset in sicurezza.

Da una parte il BIM, che permette di sviluppare modelli informativi degli edifici molto dettagliati; dall’altra il GIS, che consente di gestirli ed analizzarli attraverso un sistema di riferimento spaziale globale.

La maggiore differenza tra BIM e GIS risiede nella diversa scala di rappresentazione ma costituisce anche il punto di forza della loro integrazione: il BIM può descrivere un edificio ad un altissimo livello di dettaglio, il GIS permette di lavorare a livello urbano e di contesto territoriale dell’edificio.

La grande potenzialità della loro integrazione, sta quindi nella capacità di poter gestire l’asset dalla macro-scala territoriale alla micro-scala del singolo componente costruttivo o impiantistico. Grazie anche alla sempre maggiore disponibilità di tecnologie digitali innovative e big data, l’interoperabilità BIM-GIS può essere sfruttata anche per ottimizzare le attività di gestione di grandi asset immobiliari, specialmente durante la fase Operativa e di Manutenzione (O&M).

Digitalizzazione del patrimonio immobiliare esistente

Un altro aspetto assolutamente non secondario, soprattutto in Italia, è che gli asset immobiliari sono complessi da gestire perché composti da edifici diffusi e spesso costruiti in epoche diverse, con una varietà di tecnologie costruttive che li rendono molto eterogenei. Questa complessità è aggravata da sistemi di gestione spesso ancora documentali, organizzati su database frammentari e difficilmente accessibili che portano ad ottenere informazioni incomplete ed asimmetriche con conseguenti decisioni poco efficaci ed un uso delle risorse non ottimale, specialmente durante la fase O&M.

Questa fase è senza dubbio la più costosa del ciclo di vita degli asset: se gli asset vengono gestiti in maniera inadeguata, possono causare sprechi di risorse ed incrementi nei costi di gestione, operatività e manutenzione degli edifici.

Diventa quindi imprescindibile il passaggio da approcci documentali ad approcci digitali e collaborativi e per facilitare questa transizione è necessario adottare sistemi di gestione informativa insieme a protocolli di modellazione dei dati per strutturarli in maniera di assicurare la disponibilità di informazioni accurate, al momento giusto, nel formato richiesto ed attraverso tutto il ciclo di vita dell’asset.

Una soluzione innovativa e completa per gestire i patrimoni immobiliari è il sistema di BIM management di ACCA, scalabile e configurabile secondo le tue esigenze che permette di ottimizzare il lavoro sugli asset immobiliari attraverso software completi e integrati.

Integrare BIM e GIS per la gestione e la manutenzione del patrimonio immobiliare: la soluzione è usBIM

Per avere un’efficiente gestione del patrimonio immobiliare è importante implementare soluzioni digitali che sappiano centralizzare e automatizzare tutte le esigenze chiave, come ad esempio la gestione delle planimetrie e la geolocalizzazione.

È infatti fondamentale poter digitalizzare in 3D in tempi rapidi elaborati tecnici e disegni, spesso disponibili ancora su cartaceo: per ottenere in automatico il modello digitale tridimensionale e georeferenziato di una pianta prova gratis usBIM.planAI, software in grado di supportarti nel passaggio da cartigli e disegni 2D al 3D e nell’attività di modellazione grazie all’Intelligenza Artificiale.

gestione e manutenzione del patrimonio immobiliare - convertire pianta 2d modello 3d

 

Dato il modello 3D digitale, per sfruttare a pieno i vantaggi dell’integrazione BIM-GIS usa usBIM.gis, l’applicazione gratuita integrata in usBIM per creare mappe GIS collegate a modelli BIM ed avere sul digital twin dell’opera ogni tipo di informazione in grado di influire su tutte le fasi del ciclo di vita del progetto, con anche funzioni di collaborative working, per comunicare e collaborare con tutto il team di lavoro e confrontarsi in real-time.

gestione e manutenzione del patrimonio immobiliare - mappe gis integrate processo bim

 

Poiché base di ogni attività di Property & Facility Management è l’effettiva e dettagliata conoscenza del patrimonio immobiliare gestito, occorre a questo punto geolocalizzare asset, immobili e impianti e collegare ai modelli 3D/BIM e georeferenziare le informazioni di gestione e manutenzione degli asset.

Una perfetta integrazione tra facility management, CDE e BIM la trovi in usBIM.maint, software che ti permette di disporre di digital twin di edifici e asset aggiornati in tempo reale con le attività di gestione e manutenzione.

facility management cde

 

Sia che si tratti di pubbliche amministrazioni, centrali e locali, di banche, assicurazioni, di strutture sanitarie pubbliche o private, di scuole, università, istituzioni religiose o aziende di servizi, industriali, commerciali o turistiche usBIM è la soluzione per gestire e manutenere il loro patrimonio immobiliare !

 

usbim
usbim

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *