Fotovoltaico e “licenza provvisoria”: entrata in esercizio immediata per gli impianti superiori a 20 kWp

I produttori di energia elettrica da impianti fotovoltaici di potenza superiore a 20 kWp (e 30 kWp nel caso di impianti localizzati in territori montani) hanno l’obbligo preliminare alla messa in esercizio di Denuncia di Officina Elettrica (D. Lgs 504/1995 – Titolo II) all’Agenzia delle Dogane.

I produttori di energia elettrica da impianti fotovoltaici di potenza superiore a 20 kWp (e 30 kWp nel caso di impianti localizzati in territori montani) hanno l’obbligo preliminare alla messa in esercizio di Denuncia di Officina Elettrica (D. Lgs 504/1995 – Titolo II) all’Agenzia delle Dogane.

Con la Circolare 39218/RU del 5 aprile 2011, l’Agenzia delle Dogane informa che la continua espansione degli impianti di produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile sta evidenziando situazioni di criticità nell’espletamento degli adempimenti fiscali legati alle denunce di attivazione (Denuncia di Officina Elettrica), nei modi e tempi previsti dall’art. 53 del Testo Unico delle Accise (Decreto Legislativo n. 504/1995 e s.m.i).

Per ottenere gli incentivi, infatti, assume rilevanza la data di entrata in esercizio, per la quale risulta necessaria la licenza fiscale nel caso di impianti con obbligo di Denuncia di Officina Elettrica; essendosi presentate situazioni in cui l’elevato numero di richieste di attivazioni è tale da non consentirne una rapida trattazione per l’espletamento di tutti gli adempimenti (con conseguente danno per l’esercente), L’Agenzia delle Dogane ha previsto la possibilità di rilascio di una licenza provvisoria e rinviando le verifiche tecnico-fiscali ad un successivo momento.

Nella licenza provvisoria dovrà essere espressamente indicato il termine entro il quale la stessa sarà sostituita da licenza definitiva sulla base degli esiti della verifica tecnico-fiscale dell’impianto.

Se all’atto della verifica si dovessero riscontrare difformità, oltre alle normali procedure attuabili in simili casi (revoca immediata della licenza, recupero dell’imposta evasa, etc.), l’Ufficio procederà a fornire notizia di reato alla competente autorità giudiziaria anche ai sensi dell’art. 76 del D.P.R.445/2000.
A tal fine l’Agenzia delle Dogane ha reso disponibili, insieme alla Circolare, un modello di dichiarazione sostitutiva di atto notorio e un modello di licenza provvisoria.

Clicca qui per scaricare la Circolare dell’Agenzia delle Dogane
Clicca qui per scaricare il Modello di dichiarazione sostitutiva
Clicca qui per scaricare il Modello di licenza provvisoria

 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *