Home » BIM Topic » BIM e progettazione » Formazione con realtà virtuale: conoscere e gestire i rischi del cantiere attraverso la VRI

Formazione con realtà virtuale

Formazione con realtà virtuale: conoscere e gestire i rischi del cantiere attraverso la VRI

Tempo di lettura stimato: 5 minuti

La formazione con la realtà virtuale (VR) può essere utilizzata in edilizia per agevolare i lavoratori e ridurre i rischi in cantiere. Scopri tutti i vantaggi!

Il settore delle costruzioni presenta notevoli rischi per i lavoratori, che comportano un aumento delle probabilità di incidenti con ripercussioni più o meno gravi. Oggi, però, è possibile contare sull’aiuto della tecnologia per mitigare i rischi, migliorare la sicurezza in cantiere e ridurre il numero di incidenti e infortuni sul posto di lavoro.

Grazie alla Realtà Virtuale Immersiva (VRi), i lavoratori possono acquisire preziose competenze e conoscenze in un ambiente sicuro e controllato, senza essere esposti ai pericoli e ai rischi tipici dei cantieri. In questo articolo vediamo come la formazione con la realtà virtuale può aiutare a conoscere e gestire i rischi del cantiere: sfruttando il metaverso BIM, puoi vivere un’esperienza completamente immersiva del tuo cantiere simulando scenari di rischio utili alla formazione e all’addestramento dei lavoratori.

Utilizzo della realtà virtuale nel settore delle costruzioni

Utilizzo della realtà virtuale nel settore delle costruzioni

Panoramica delle tecnologie di realtà virtuale per la formazione

La tecnologia VR mette a disposizione dei professionisti e delle imprese del settore AEC gli strumenti necessari per riprodurre realisticamente ambienti e attività di lavoro e creare uno spazio virtuale collaborativo in cui le persone possano lavorare, imparare ed esplorare insieme. Di seguito voglio indicarti quali sono gli aspetti più importanti che riguardano questa tecnologia, che è sempre più parte delle nostre vite.

Dispositivi di realtà virtuale

Esistono diverse tipologie di dispositivi di realtà virtuale sul mercato, tra cui visori, guanti e tute haptic. Questi dispositivi permettono agli utenti di immergersi in un ambiente virtuale tridimensionale e interagire con esso attraverso movimenti e gesti. Alcuni esempi di visori sono di sicuro HTC VIVE, HTC VIVE PRO, Oculus Rift, Oculus Rift S.

Software e applicazioni

Le applicazioni della formazione con la realtà virtuale sono create per essere compatibili con i vari dispositivi disponibili. Questi software simulano situazioni e scenari specifici del settore edile, permettendo ai lavoratori di acquisire esperienza pratica in un ambiente virtuale.

L’aspetto positivo di questi software sta nel fatto di riuscire a creare esperienze immersive sotto diversi punti di vista; esistono:

  • software di realtà virtuale dell’architettura che ti permettono di utilizzare questa tecnologia per tutti i progetti di architettura e interior design;
  • software BIM di gestione cantiere, in cui con la VRI puoi sapere in anticipo come sarà il tuo cantiere, come si evolverà nel tempo, come e dove si svolgeranno le attività e come prevedere i rischi;
  • il metaverso BIM, che trasforma il modello digitale in un ambiente virtuale in cui le diverse figure professionali possono incontrarsi, interagire e lavorare in maniera immersiva.

Vantaggi della formazione con realtà virtuale nel settore edile

In edilizia, la formazione basata sulla realtà virtuale è significativamente più efficace della formazione tradizionale. I principali vantaggi possono essere individuati nei seguenti punti.

Sicurezza e riduzione dei rischi

Uno dei principali vantaggi della realtà virtuale nella formazione è la possibilità di allenarsi in un ambiente sicuro e controllato. Grazie alla VRI, i lavoratori possono familiarizzare con i rischi e le situazioni pericolose tipiche dei cantieri, senza essere esposti a situazioni di reale pericolo. In questo modo, si riduce il rischio di incidenti sul lavoro e si garantisce una maggiore sicurezza per tutti i partecipanti.

Esperienza pratica e coinvolgimento dei partecipanti

La formazione attraverso la realtà virtuale permette ai lavoratori di acquisire esperienza pratica in modo più efficace rispetto alla formazione tradizionale. Gli utenti sono immersi in un ambiente tridimensionale interattivo e possono sperimentare direttamente le situazioni simulate, rendendo l’apprendimento più coinvolgente e memorabile.

Risparmio di tempo e costi

L’uso della realtà virtuale nella formazione può portare a un notevole risparmio di tempo e costi. Le sessioni di formazione possono essere ripetute all’infinito, senza la necessità di allestire costosi set di allenamento o di interrompere le operazioni sul cantiere. Inoltre, la possibilità di apprendere a distanza riduce i costi associati ai viaggi e agli alloggi per i corsi di formazione.

Utilizzo della realtà virtuale per la formazione nella gestione dei rischi del cantiere

La tecnologia VR mette a disposizione dei professionisti e delle imprese del settore AEC gli strumenti necessari per riprodurre realisticamente ambienti e attività di lavoro, e creare uno spazio virtuale collaborativo in cui le persone possano lavorare, imparare ed esplorare insieme.

Le simulazioni basate sulla realtà virtuale consentono alle persone di prendere coscienza di situazioni ed esperienze difficilmente realizzabili con i metodi tradizionali. Permettono ai lavoratori edili di provare situazioni critiche in totale sicurezza e li aiutano ad apprendere come gestire e affrontare nel miglior modo possibile tutti i potenziali rischi.

Ecco alcuni degli aspetti più importanti che possono migliorare la formazione dei dipendenti e degli operatori del settore edile.

Identificazione dei rischi

La realtà virtuale può essere utilizzata per allenare i lavoratori a identificare i rischi tipici dei cantieri edili, come ad esempio la caduta di materiali, l’uso scorretto di attrezzature o l’inosservanza delle procedure di sicurezza. Attraverso la simulazione di scenari realistici, gli utenti imparano a riconoscere i segnali di pericolo e ad adottare le misure preventive appropriate.

Prevenzione degli incidenti

La formazione con la realtà virtuale aiuta i lavoratori a sviluppare competenze pratiche nella prevenzione degli incidenti sul cantiere. Ad esempio, gli utenti possono apprendere come utilizzare correttamente le attrezzature di protezione individuale, come posizionare correttamente i parapetti e le reti di sicurezza, o come gestire situazioni di emergenza.

Formazione sulle procedure di emergenza

La realtà virtuale è un ottimo strumento per la formazione sulle procedure di emergenza, come l’evacuazione del cantiere, l’uso di estintori e l’erogazione di primo soccorso. Gli utenti possono sperimentare queste situazioni in modo realistico e ripetitivo, acquisendo così familiarità e sicurezza nel gestire tali evenienze.

Formazione con realtà virtuale

Formazione con realtà virtuale

Criticità e sfide nell’implementazione della realtà virtuale nella formazione

Nonostante i numerosi vantaggi, l’adozione della formazione con realtà virtuale nel settore edile presenta anche alcune sfide e criticità. Tra queste:

  • costi iniziali elevati: l’acquisto di dispositivi di realtà virtuale e lo sviluppo di software personalizzati possono comportare un investimento iniziale considerevole;
  • resistenza al cambiamento: alcuni lavoratori potrebbero essere restii a utilizzare la tecnologia della realtà virtuale, in particolare se non hanno familiarità con le nuove tecnologie;
  • limitazioni tecniche: la qualità delle simulazioni e l’interattività offerta dalla realtà virtuale dipendono dalla potenza dei dispositivi e dalla qualità del software utilizzato. Pertanto, è essenziale investire in soluzioni di alta qualità per garantire un’esperienza formativa efficace.

Come scegliere il giusto tipo di formazione

Per scegliere la soluzione di formazione con realtà virtuale più adatta alle proprie esigenze, è importante considerare diversi fattori, tra cui:

  • budget disponibile: valutare i costi iniziali e le spese di manutenzione associate all’implementazione della realtà virtuale nella formazione;
  • competenze tecniche interne: assicurarsi di avere personale qualificato in grado di gestire e manutenere i dispositivi di realtà virtuale e il software associato;
  • specificità del settore: scegliere soluzioni di realtà virtuale che siano specificamente progettate per il settore edile e che coprano gli aspetti rilevanti della gestione dei rischi del cantiere;
  • scalabilità: optare per soluzioni che possano essere facilmente adattate alle esigenze in continua evoluzione dell’azienda e del settore.

Il futuro della realtà virtuale nella formazione nel settore edile

Il futuro è molto promettente! Con il continuo sviluppo di nuove tecnologie e l’abbattimento dei costi, la realtà virtuale sta diventando uno strumento sempre più diffuso e accessibile per la formazione e la gestione dei rischi nei cantieri. Inoltre, l’integrazione di tecnologie come l’intelligenza artificiale e l’Internet of Thing (IoT) potrebbe ulteriormente migliorare l’efficacia e la personalizzazione delle esperienze di formazione con realtà virtuale.

Utilizzo della realtà virtuale nella formazione edile: l’esempio del CNR di Pisa

Di seguito ti presento un caso studio che mette in evidenza l’utilità della formazione attraverso la realtà virtuale immersiva.

Il progetto riguarda la “Sopraelevazione del CNR di PISA” ed è stato condotto dall’Università di Firenze, il CNR di PISA e l’INAIL Toscana. L’intero lavoro ha portato, tra le altre cose, allo sviluppo di processi digitali per la formazione dei lavoratori in realtà virtuale immersiva attraverso l’utilizzo dell’applicazione usBIM.reality.

Attraverso il video potrai conoscere come l’utilizzo di una metodologia BIM, supportata da strumenti di Realtà Virtuale Immersiva, possa essere utilizzata per la formazione dei lavoratori, con l’obiettivo di aumentare i livelli di sicurezza in cantiere, ridurre i rischi connessi alle diverse attività, i tempi di costruzione e, di conseguenza, i costi.

 

 

usbim-reality
usbim-reality
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *