Dal Fisco: ok agevolazione prima casa per residente all’estero

Pubblicato da
Francesca Ressa
?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Via libera all’agevolazione prima casa per un cittadino residente all’estero senza trasferimento della residenza, a condizione che sia una “prima casa” acquistata in Italia

Un cittadino italiano residente in Olanda e iscritto all’AIRE intende acquistare da un’impresa costruttrice una casa in Italia, dove non possiede altri immobili. Ha diritto alle agevolazioni prima casa (aliquota Iva ridotta al 4%) anche se non trasferisce la residenza nel Comune di ubicazione dell’immobile?

Questa il nuovo quesito avanzato da un contribuente al Fisco (FiscoOggi) in merito all'”agevolazione prima casa”.

La risposta dell’Agenzia delle Entrate è positiva: il cittadino italiano emigrato all’estero può usufruire dell’agevolazione, ossia delle imposte agevolate sull’acquisto di una casa di abitazione (ad eccezione di quelle di categoria catastale A1, A8 e A9), senza dover necessariamente trasferire entro 18 mesi dalla data di acquisto la propria residenza in Italia; condizione necessaria è che l’immobile sia acquistato come “prima casa” in Italia (Nota II-bis della Tariffa Parte 1 Articolo 1 del Dpr n. 131/1986), a prescindere dalla sua ubicazione sul territorio nazionale.

Il principio ribadito dal Fisco richiama quanto già espresso nella circolare n. 38/2005 (riportata in allegato) e dalla risposta n. 627/2021 dell’Agenzia delle Entrate.

Ricodiamo, infine, che per avere le agevolazioni devono ricorrere le altre condizioni indicate nella lettera b) e c) della citata Nota II-bis, ossia che:

  • che nell’atto di acquisto l’acquirente dichiari di non essere titolare esclusivo o in comunione con il coniuge dei diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione nel territorio del comune in cui e’ situato l’immobile da acquistare;
  • che nell’atto di acquisto l’acquirente dichiari di non essere titolare, neppure per quote, anche in regime di comunione legale su tutto il territorio nazionale dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e nuda proprietà su altra casa di abitazione acquistata dallo stesso soggetto o dal coniuge con le agevolazioni.

 

Clicca qui per scaricare la circolare n. 38/2005

 

 

Francesca Ressa

Francesca lavora in ACCA dal 2008. Si è occupata nel corso degli anni di aspetti tecnici e commerciali. E’ autrice di BibLus dal 2012, seguendo tematiche legate alla sicurezza cantieri e opere edili.

Lascia un Commento

La tua email non sarà resa pubblica I campi segnati sono richiesti*

Condividi
Pubblicato da
Francesca Ressa

Articoli recenti

Caro energia: in Gazzetta il nuovo decreto

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legge contenente misure urgenti per il contenimento dei costi…

5 Luglio 2022

Fotovoltaico sui tetti agricoli: pubblicato in gazzetta

È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto con le agevolazioni per l'installazione di pannelli…

4 Luglio 2022

Cessione del credito, si riparte?

Presentato un emendamento al decreto Aiuti: ok alla cessione da parte degli istituti di credito…

4 Luglio 2022

BibLus Podcast #2 | 30 giugno 2022

Secondo episodio di BibLus Podcast. Notizie in pillole, eventi e tips & tricks, da ascoltare…

30 Giugno 2022

La circolare delle Entrate con tutte le regole aggiornate sul Superbonus

Tutti i chiarimenti e gli aggiornamenti sul Superbonus in riferimento a: soggetti beneficiari, edifici interessati, tipo…

30 Giugno 2022

Fatturazione elettronica: dal primo luglio 2022 obbligo anche per i forfettari

Dal primo luglio 2022 scatterà l'obbligo della fatturazione elettronica anche per il regime forfettario (altro…)

30 Giugno 2022

Utilizzando il sito accetti implicitamente l'uso dei cookie per migliorare la navigazione e mostrare contenuti in linea con le tue preferenze.

Informazioni