Come si calcolano i SAL

Ecobonus e sismabonus, come si calcolano i SAL?

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Le Entrate chiariscono che i SAL per attestare il raggiungimento del 30% si calcolano distintamente per ecobonus e sismabonus

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta n. 53, conferma quella che è sempre sembrata la corretta modalità operativa per la determinazione della percentuale di stato di avanzamento dei lavori, finalizzata ad optare per la cessione del credito/sconto in fattura, in caso di copresenza di ecobonus e sismabonus.

Per determinare il raggiungimento del 30% dello stato avanzamento lavori, ai fini dell’asseverazione per la cessione del credito o lo sconto in fattura, la verifica del SAL deve essere effettuata separatamente per sismabonus ed ecobonus, in quanto i due interventi richiedono differenti competenze tecniche per l’asseverazione e per il rispetto dei requisiti tecnici e della congruità delle spese.

Inoltre, precisa che il 30% va calcolato sull’ammontare complessivo delle spese riferite a ciascun intervento complessivo e non sull’importo massimo di spesa ammesso alla detrazione.

Questo vuol dire che occorre far riferimento a tutta la spesa, inclusi eventuali lavori eccedenti i massimali di spesa agevolabili. Non vanno considerati, invece, gli importi agevolati con altri bonus diversi dal 110% o quelli non fiscalmente agevolati, tranne, come detto, quelli extra soglia che vanno considerati (V. risposta 538/2020).

Esempio SAL 30 ecobonus

Proviamo a fare un esempio: devo effettuare un intervento ecobonus (gli importi del sismabonus non entrano in questi calcoli), consistente nella realizzazione di isolamento a cappotto edificio. Effettuo il computo metrico estimativo e ottengo come importo dei lavori: 60.000 €.

Se l’edificio è unifamiliare, la spesa massima è 50.000 €, quindi certamente supererò il tetto di spesa agevolabile (già solo i lavori superano la spesa massima, aggiungendo anche Iva e spese tecniche, otterrò un “accollo spesa”).

Durante l’esecuzione dei lavori dovrò emettere un SAL, a seguito del quale potrò effettuerò una cessione del credito. Dovrò preliminarmente verificare se ho raggiunto almeno il 30% dei lavori.

Immaginiamo di aver realizzato (e quindi contabilizzato) 19.000 euro di lavori.

Ho raggiunto il famoso SAL 30?

Se mi riferissi alla spesa agevolabile (50.000 €), la risposta sarebbe affermativa, ma facendo riferimento all’importo dei progetto dei lavori (ossia a 70.000 €), la verifica è negativa!

Infatti, dovrò arrivare almeno a 23.333 € per emettere il primo SAL al 30%.

Questo è quanto ribadito dall’Agenzia delle Entrate nella Risposta 53.

Questa verifica possiamo simularla con usBIM.superbonus (che ti ricordo puoi usarlo gratis per 30 giorni).

SAL superbonus

Verifica percentuale SAL

Attenzione, perché esiste anche un altro SAL, quello per la determinazione delle proroghe (unifamiliari, almeno il 30% entro il 30 giugno 2022 e in tal caso occorre considerare la spesa complessiva – V. nuove FAQ Entrate).

Le regole sono un po’ diverse.

SAL 30% per proroga unifamiliari

Secondo le nuove regole dettate dalla legge di Bilancio 2022, l’agevolazione al 110% per gli interventi sugli edifici unifamiliari (e assimilabili) può godere della proroga al 31 dicembre 2021, a patto che al 30 giugno 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 30% dell’intervento complessivo.

Per calcolare questo nuovo 30% dobbiamo riferirci all'”intervento complessivo” e vanno considerati non solo gli importi che superano i vari limiti di spesa ammessi al bonus (come avviene per il Sal del 30% nel caso di cessione del credito o dello sconto in fattura), ma anche gli importi agevolati con altri bonus diversi dal 110% (ad esempio, il bonus casa) o quelli non fiscalmente agevolati (come, ad esempio, una manutenzione ordinaria non assorbita nell’intervento superiore).

Quindi se l’importo complessivo dell’intervento è:

  • ecobonus 70.000
  • sismabonus 30.000
  • altri bonus 20.000

entro il 30 giugno dovrò realizzare almeno 36.000 € di lavori, a prescindere da quali essi siano. Per cedere il credito, poi, dovrò realizzare il 30% di eco e il 30% di sisma.

 

 

usBIM.superbonus

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *