Ecco la nuovissima versione del Codice Appalti con relativi allegati, aggiornato con tutte le recenti modifiche

Le modifiche introdotte al Codice dei Contratti riguardano l’affidamento di incarichi progettuali, l’avvalimento plurimo e i pagamenti della Pubblica Amministrazione.

La Legge europea 2013-bis (Legge 30 ottobre 2014, n. 161 recante “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea”) ha introdotto alcune modifiche al Codice dei Contratti.

Le modifiche introdotte al Codice dei Contratti riguardano l’affidamento di incarichi progettuali, l’avvalimento plurimo e i pagamenti della Pubblica Amministrazione.

In particolare:

  • viene data la possibilità al tecnico progettista di un’opera di partecipare anche alla gara per la realizzazione dell’opera progettata, a condizione che dimostri di non essere venuto a conoscenza di informazioni in fase di progettazione in grado di agevolarlo, falsando la concorrenza
  • vengono eliminati i vincoli all’avvalimento plurimo, ossia sarà ammesso l’ausilio di più imprese per ottenere la qualificazione in una determinata categoria di opere per partecipare ad una gara
  • viene specificato che le disposizioni relative ai termini di pagamento e al tasso degli interessi dovuto in caso di ritardato pagamento contenute nel Codice dei Contratti e nel Regolamento difformi da quanto previsto nel D.Lgs. 231/2002 si applicano solo se più favorevoli ai creditori

In allegato propiniamo ai lettori di BibLus-net il testo completo del nuovo Codice Appalti (D.Lgs. 163/2006) con relativi allegati, aggiornato alle disposizioni della Legge europea 2013-bis.

Clicca qui per scaricare il nuovo Codice Appalti

 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *