differenza tra dvr e duvri

DUVRI e DVR: differenze

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Il DVR include tutti i rischi ai quali sono esposti i lavoratori, mentre il DUVRI solo quelli che insorgono quando più imprese cooperano in una specifica attività

Due documenti che hanno una grande rilevanza nell’ambito della sicurezza sul lavoro sono il DUVRI e il DVR, entrambi disciplinati dal dlgs 81/2008 e finalizzati a valutare e a gestire i rischi ai quali i lavoratori sono esposti.

Sebbene abbiano una denominazione dell’acronimo molto simile e partano da un presupposto comune (la valutazione dei rischi), DUVRI e DVR non sono la stessa.

Conoscere e comprendere le differenze tra i due documenti è fondamentale sia per redigere in modo corretto ognuno di essi, sia per evitare di incorrere in sanzioni di carattere amministrativo o addirittura penale a carico del datore di lavoro. E’ importantissimo, quindi, che il datore di lavoro abbia a disposizione i migliori strumenti per redigere correttamente il DVR e il DUVRI e per essere guidato ad una valutazione precisa dei rischi attinenti alla propria attività di lavoro.

Per questa ragione, ti consiglio di scaricare subito il software per la redazione del DVR e del DUVRI in cui trovi le linee guida per la valutazione dei rischi di tutte le attività di lavoro; puoi usarlo gratuitamente per 30 giorni.

In questo articolo ti spiego quali sono le differenze tra DUVRI e DVR e cosa sono, in breve, rispettivamente.

Qual è la differenza tra DVR e DUVRI?

Il DUVRI e il DVR sono entrambi documenti contenenti la valutazione dei rischi presenti sul luogo di lavoro.

La differenza principale tra DUVRI e DVR è che, mentre il DUVRI valuta i rischi legati ad una specifica attività all’interno della quale cooperano imprese diverse, il DVR fornisce la valutazione di tutti i rischi presenti in un’azienda nel suo complesso.

Differenza DVR DUVRI

Differenza tra DVR e DUVRI

Le differenze tra DVR e DUVRI riguardano:

  • il responsabile della loro redazione: per il DVR è sempre il datore di lavoro (anche se può avvalersi della consulenza di un consulente esterno), per il DUVRI è il datore di lavoro committente dell’appalto (qualora il datore di lavoro non dovesse coincidere con il committente, il soggetto che affida il contratto provvederà a redigere il documento);
  • la modalità di aggiornamento: mentre il DVR viene aggiornato ogni qualvolta sussistano modifiche all’interno del processo produttivo o dell’organizzazione aziendale, il DUVRI va aggiornato in relazione ad ogni variazione delle condizioni originali (modifiche accordi contrattuali);
  • la tipologia dei rischi: per il DVR i rischi sono quelli presenti all’interno dell’azienda nel suo complesso (come ad esempio rischio infortuni, rischio chimico, rischio vibrazioni), per il DUVRI si riferiscono a quelli interferenziali, ossia a quelli derivanti dalla condizione in cui più imprese si sovrappongono all’interno di un’attività.

Che cos’è il DVR?

Il DVR (documento unico di valutazione) è un documento obbligatorio che serve ad individuare e a valutare tutti i potenziali rischi presenti in azienda che possono causare danni alla salute o minacciare la sicurezza dei lavoratori. Il DVR deve contenere tutte le informazioni relative all’azienda, alla valutazione dei rischi e alle misure adottate per ridurli.

Tutte le aziende con almeno un dipendente hanno il dovere di elaborare il DVR, fatta eccezione per le imprese familiari e i liberi professionisti.

Come già ribadito, è il datore di lavoro ad avere l’obbligo di redigere tale documento, il quale può decidere anche di affidarsi ad un tecnico specializzato per una consulenza esterna. Insieme al datore di lavoro, partecipano alla stesura del documento anche il rappresentante dei lavoratori (RLS), il responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP) e il medico competente.

Il DVR, inoltre, va aggiornato ogni qualvolta subentra un cambiamento aziendale, motivo per cui deve essere in costante aggiornamento.

Per approfondire tutti gli aspetti riguardanti il DVR, ti rimando all’articolo interamente dedicato al DVR.

Estratto DVR: cos’è e come si fa il DVR

Esempio DVR realizzato con CerTus-LdL

Che cos’è il DUVRI?

Il DUVRI (documento unico di valutazione dei rischi da interferenza) è un documento la cui redazione si rende necessaria quando le attività sono oggetto di appalto. La finalità di questo documento è quella valutare i cosiddetti rischi da interferenza, ovvero quelli generati quando lavoratori di più imprese interagiscono in un unico ambiente di lavoro.

L’obbligo di redigere il DUVRI spetta al datore di lavoro committente che ha il compito di verificare l’idoneità tecnico professionale dell’impresa, di promuovere la cooperazione ed il coordinamento ai fini della sicurezza. Inoltre, è di sua competenza fornire ai lavoratori dell’impresa appaltatrice le informazioni dettagliate sui rischi specifici presenti nel luogo in cui sono destinati ad operare, e le misure di prevenzione ed emergenza adottate in relazione alla propria attività.

Tale documento deve essere necessariamente allegato al contratto di appalto o di opera e adeguato in funzione dell’evoluzione dei lavori e servizi e forniture.

Per approfondire tutti gli aspetti riguardanti il DUVRI, ti rimando allo specifico articolo.

 

DUVRI elaborato con CerTus

DUVRI elaborato con CerTus-LdL

Come redigere correttamente DUVRI e DVR

La redazione corretta del DUVRI e del DVR richiedono grande attenzione e precisione, per questo affidarsi a un software per la redazione del DVR e del DUVRI risulta la soluzione migliore in quanto ti aiuta a calcolare con specifiche funzioni e banche dati il rapporto tra entità del danno e probabilità di accadimento e gli indici per le varie classi di rischio; puoi utilizzarlo gratuitamente per 30 giorni e produrre i documenti di valutazione rischi dettagliati, personalizzati e contestualizzati che tengono conto delle specificità di attività, processi e luoghi di lavoro.

 

certus-ldl
certus-ldl
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.