Icona rappresentativa della categoria Pubblicazioni di

Esempio SAL (Stato avanzamento lavori) in PDF

Esempio SAL (Stato avanzamento lavori) in PDF
336.68 KB
Scarica ora pdf
336.68 KB
Scarica ora pdf

Esempio SAL (Stato avanzamento lavori) in PDF generato con PriMus

4 commenti
  1. Graziella
    Graziella dice:

    E’possibile che lo stato finale di un appalto superi il 100% dell’importo previsto dal contratto? E’ possibile che i SAL abbiano una data successiva ai certificati di pagamento? Il RUP Vale anche per i privati? In caso di certificazione infedele come si tutela il condominio?

    Rispondi
    • Mario Guerriero
      Mario Guerriero dice:

      Ciao Graziella,
      dalle tue domande deduco che tu ti riferisca a un contratto di tipo privato.

      1 – in alcuni casi è possibile superare l’importo previsto dal contratto (ad esempio se ci sono varianti, o specifiche disposizioni del Direttore dei Lavori);
      2 – generalmente i SAL non possono avere una data successiva ai certificati di pagamento;
      3 – il RUP in base alla normativa vigente è previsto solo per i lavori pubblici;
      4 – in caso di certificazione infedele si potrebbe procedere per le vie legali citando l’amministratore.

      Ciò naturalmente vale in via del generale, nel caso specifico ti consiglio di consultare il tuo tecnico /legale di fiducia. Solo lui potrà consigliarti al meglio consultando tutta la documentazione ed i dettagli.

      Rispondi
  2. Giuseppe
    Giuseppe dice:

    Buonasera,
    vorrei porvi il seguente quesito: il geometra che dovrebbe seguire lo stato avanzameno lavori di ristrutturazione presso la mia abitazione dice che se l’appaltatore si rifiuta di firmare il piano di lavoro, si ritrova con le mani legate.
    l’appaltatore può effettivamente rifiutarsi di firmare il piano di lavoro? c’è qualche norma a riguardo?
    grazie molte e un saluto

    Rispondi
    • Mario Guerriero
      Mario Guerriero dice:

      Ciao Giuseppe,
      se come “piano lavoro” intendi il cronoprogramma hai le seguenti possibili strade per risolvere la tua impasse:
      – far scadenzare al tuo tecnico i lavori diversamente, modificando il cronoprogramma in accordo con l’impresa;
      – optare per un’altra impresa che riesca a rispettare i tempi decisi dal tuo tecnico;
      – allegare al contratto tra committente ed impresa il cronoprogramma (nel caso non lo avete già sottoscritto), in modo da renderlo ancor più vincolante per l’impresa.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *