In Gazzetta il decreto sulle fonti rinnovabili

In Gazzetta il decreto sulle fonti rinnovabili

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

In vigore dal 15 dicembre il decreto di recepimento della direttiva UE per l’uso dell’energia da fonti rinnovabili. Procedure di calcolo degli obiettivi e semplificazioni procedure autorizzative

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 30 novembre 2021 il decreto legislativo 8 novembre 2021, n. 199 recante “Attuazione della direttiva (UE) 2018/2001 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 dicembre 2018, sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili”.

Con il provvedimento viene recepita la direttiva Europea 2018/2001 dell’11 dicembre 2018 riguardante la promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, così come stabilito dal Governo (Consiglio dei Ministri n. 45 del 4 novembre 2021).

Obiettivo

L’obiettivo del decreto è quello di accelerare il percorso di crescita sostenibile del nostro Paese, individuando le misure in materia di energia da fonti rinnovabili, in linea con gli obiettivi europei di decarbonizzazione del sistema energetico al 2030 e di completa decarbonizzazione al 2050.

Contenuti

Il decreto definisce quanto necessario per il raggiungimento degli obiettivi di incremento della quota di energia da fonti rinnovabili al 2030, in attuazione appunto della direttiva (UE) 2018/2001, ossia:

  • gli strumenti,
  • i meccanismi,
  • gli incentivi,
  • il quadro istituzionale, finanziario e giuridico.

Il provvedimento contiene, inoltre, le disposizioni necessarie all’attuazione delle misure del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) in materia di energia da fonti rinnovabili, conformemente al Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima (PNIEC), per il raggiungimento dell’obiettivo di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra di almeno il 55% rispetto ai livelli del 1990 entro il 2030.

Semplificazioni procedure autorizzative

Una parte del decreto (Titolo III) è rivolto interamente alle “Procedure autorizzative, codici e regolamentazione tecnica”: lo scopo è di apportare semplificazioni ai procedimenti autorizzativi e amministrativi per gli impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili (dlgs n. 28/2011).

In particolare, sono previste:

  • aste al ribasso per gli impianti superiori ad 1 MW;
  • richiesta diretta per impianti di piccola taglia pari o inferiori a 1 MW.

Gli impianti di piccola taglia o con costi di mercato elevati saranno, invece, incentivati tramite bandi; per quanto riguarda la produzione di energia elettrica per impianti fino ad 1 MW è prevista una continuità rispetto all’attuale impostazione dei regimi di incentivazione definiti dal dlgs n. 28/2011 che rimane in vigore.

Struttura del decreto

Il provvedimento è strutturato in 50 articoli suddivisi nei seguenti 7 titoli:

  • Titolo I (artt. 1 – 3) – Finalità, definizioni e obiettivi nazionali
  • Titolo II (artt. 4 – 17) – Regimi di sostegno e strumenti di promozione
  • Titolo III (artt. 18 – 29) – Procedure autorizzative, codici e regolamentazione tecnica
  • Titolo IV (artt. 30 – 38) – Autoconsumo, comunità energetiche rinnovabili e sistemi di rete
  • Titolo V (artt. 39 – 45) – Energia rinnovabile nei trasporti e criteri di sostenibilità per biocarburanti, bioliquidi e combustibili da biomassa
  • Titolo VI (artt. 46 – 47) – Informazione, formazione e garanzie di origine
  • Titolo VII (artt. 48 – 50) – Disposizioni finali

e dai seguenti 8 allegati:

Allegato I – Procedure di calcolo degli obiettivi (articolo 3, comma 4)
Allegato II – Disposizioni per la semplificazione delle procedure per l’installazione di impianti per le fonti rinnovabili e l’efficienza energetica negli edifici (articolo 25)
Allegato III – Obblighi per i nuovi edifici, per gli edifici esistenti e per gli edifici sottoposti a ristrutturazioni rilevanti (articolo 26)
Allegato IV – Requisiti minimi per gli impianti a fonti rinnovabili per il riscaldamento e il raffrescamento (articolo 29)
Allegato V – Contenuto energetico dei combustibili (articolo 39)
Allegato VI – Calcolo GHG per biocarburanti e bioliquidi (articolo 2)
Allegato VII – Calcolo GHG per combustibili da biomassa (articolo 2)
Allegato VIII – Materie prime double counting (articolo 2).

 

Clicca qui per scaricare il decreto legislativo 199/2021

 

solarius-pv
solarius-pv

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *