Home » Notizie » Lavori pubblici » OICE gare di progettazione: i dati di giugno con l’arrivo del nuovo Codice appalti

OICE gare di progettazione: i dati di giugno con l'arrivo del nuovo Codice appalti

OICE gare di progettazione: i dati di giugno con l’arrivo del nuovo Codice appalti

Tempo di lettura stimato: 6 minuti

I dati OICE: boom delle gare di progettazione, in testa appalti integrati e accordi quadro; ancora nessuna gara con i 2 livelli di progettazione ai sensi del nuovo Codice appalti

Dal 1° luglio hanno efficacia le disposizioni del nuovo Codice appalti, già in vigore dal 1° aprile, che ha spinto le stazioni appaltanti a mettere in gara nel solo mese di giugno un numero record di bandi: 579 bandi di affidamento di soli servizi tecnici per 1.142,9 milioni di euro a cui si sommano 250,9 milioni per la progettazione esecutiva messa in gara con gli appalti integrati, per un totale di 1.393,8 milioni di servizi tecnici.

Sono questi i principali dati del nuovo Report diffuso dall’OICE (l’Associazione delle società di ingegneria e architettura aderente a Confindustria) sui bandi di gara pubblici per servizi di ingegneria e architettura, iniziative di project financing e appalti di progettazione e lavori emessi nel primo trimestre 2023, che registrano un sensibile aumento delle gare e del valore. Per redigere rapidamente ed in assoluta sicurezza la documentazione per le opere pubbliche e private, ti suggerisco di provare gratis il software per redigere capitolati.

Report OICE gare di progettazione: i risultati dell’Osservatorio fino al 30 giugno

Triplicato il valore dei bandi con l’imminente entrata in vigore del nuovo Codice appalti (D.Lgs. n. 36/20123) fino ad arrivare ad un totale di 1.393,8 milioni di servizi tecnici messi in gara a giugno. In testa gli appalti integrati: ben 265 bandi per 250 milioni di euro di progettazione esecutiva e 6 miliardi di euro di lavori.

Dando uno sguardo anche ai primi giorni di luglio si evidenzia la pubblicazione di 27 gare di progettazione ma con le regole del vecchio Codice (inviate in Gazzetta fra il 28 e il 30 giugno e pubblicate successivamente); ancora nessuna gara di progettazione ai sensi del D.Lgs. n. 36/2023 ossia sui due nuovi livelli di progettazione e con richieste di requisiti su base triennale.

Questi in sintesi i dati dell’osservatorio e così commentati dal presidente OICE, Giorgio Lupoi:

L’inizio dell’estate ci porta, oltre al grande caldo, anche un nuovo grande balzo del mercato dei servizi tecnici, la crescita è sempre trainata dagli accordi quadro e dagli appalti integrati, ma è generalizzata. È evidente che le amministrazioni abbiano svuotati i cassetti per la scadenza delle regole del vecchio codice e la scadenza del semestre e i primi dati di questi 17 giorni dimostrano come ancora le stazioni appaltanti non si siano cimentate con le nuove regole del decreto 36, dai due livelli di progettazione ai requisiti sui tre anni.

Appalti pubblici italiani per servizi di architettura ed ingegneria

Nel mese di giugno forte impennata per gli appalti pubblico dei servizi di architettura e ingegneria: 579 i bandi rilevati per 1.142,9 milioni, rispetto a giugno 2022 le gare crescono del 58,2% in numero e del 325,3% in valore; mentre rispetto al precedente mese di maggio le gare crescono del 106,0% in numero e del 475,1% in valore.

Nei primi sei mesi del 2023 il mercato dei servizi di architettura e ingegneria torna a salire, i bandi sono stati 2.339 con un valore di 2.526,1 milioni di euro, +2,1% in numero e +48,2% in valore sui primi sei mesi del 2022.

Bandi di gara europei per servizi di ingegneria

Nel mese di giugno 2023 c’è stato un incremento del 33,3% (rispetto a giugno 2022) per quanto riguarda il numero complessivo dei bandi a livello europeo: si tratta di 4.362 bandi nel 2023 contro i 3.275 nel 2022. Le nazioni in testa sono:

  • la Germania con 1.228 gare,
  • la Francia con 953 gare,
  • l’Italia con 453 gare,
  • la Polonia con 267 gare.

Bandi per accordi quadro per servizi di architettura e ingegneria

In forte aumento nel mese di giugno il numero dei bandi per accordi quadro per servizi di architettura e ingegneria: 147 bandi (rispetto ai 21 del mese di maggio), per un totale di 789,3 milioni di servizi (19,9 a maggio). A tal riguardo si segnalano i 5 bandi di ANAS (per un totale di 532,1 milioni) ed il bando del comune di Napoli (per 140,0 milioni).

In tutto il primo semestre 2023 gli accordi quadro sono 344 per 1.293,6 milioni che, rispetto ai primi sei mesi del 2022, crescono dell’8,2% in numero e del 42,0% nel valore.

Gare PNRR per servizi di architettura e ingegneria

Le gare PNRR per servizi di architettura e ingegneria, nel mese di giugno, sono 351, di cui:

  • 354,0 milioni di euro di servizi,
  • 6.772,9 milioni di euro di lavori.

Nel primo semestre 2023 sono stati pubblicati 2.339 bandi con un valore di 2.526,1 milioni di euro, registrando un +2,1% in numero e +48,2% in valore sul primo semestre del 2022. Se ai bandi per servizi tecnici puri sommiamo il valore della progettazione esecutiva compresa nei bandi per appalti integrati, 852,4 milioni, si arriva a raggiungere i 3.378,6 milioni di servizi tecnici.

Gare di progettazione con il nuovo Codice appalti

Nei primi giorni di luglio sono uscite 27 gare di progettazione ma con le regole del vecchio Codice appalti 50/2016, perché in Gazzetta fra il 28 e il 30 giugno e pubblicate successivamente. Ancora nessuna gara di progettazione sui due nuovi livelli di progettazione e con richieste di requisiti su base triennale, come previsto dal nuovo Codice.

Gare di sola progettazione

In aumento anche il numero delle gare di sola progettazione: 269 nel mese di giugno con un valore di 281,4 milioni (rispetto a maggio: +114,5% in numero e +430,5% in valore; a giugno 2022 il numero cresce del 27,0% e il valore del 52,4%).

Per il primo semestre 2023, i bandi di sola progettazione sono 1.349 per 977,7 milioni (rispetto i primi sei mesi del 2022 il numero cala del 4,0% ma il valore cresce del 24,8%).

Bandi per appalti integrati

Continua la crescita dei bandi per appalti integrati: 265 bandi nel mese di giugno con valore complessivo dei lavori di 6.080,0 milioni e con un importo di progettazione stimato in 250,9 milioni (rispetto al mese di giugno 2022 il numero cresce del 430,0%, il valore dei lavori cresce del 196,5% e quello della progettazione compresa nei bandi del 615,7%).

A tal riguardo si segnalano:

  • 7 bandi RFI per 1.369,7 milioni di lavori e 28,3 milioni di servizi
  • 8 bandi ANAS per 549,9 milioni di lavori e 15,9 milioni di servizi.

Nel primo semestre del 2023 le gare rilevate per appalti integrati sono state 1.136, +308,6% sui primi sei mesi del 2022, con un valore di 20.912,1 milioni di lavori (+222,0% sul 2022) e 852,4 milioni di servizi (+247,1 sul 2022%).

Bandi per tutti i servizi di ingegneria e architettura

Le classi d’importo: la classe da 100.000 a 200.000 euro cala del 2,2% e rispetto al numero totale dei bandi pubblicati, la percentuale passa dal 16,0% nel 2022 al 15,3% nel 2023; cresce del 37,8%, invece, la classe dei bandi di grande importo oltre 200.000 euro e, rispetto al numero totale dei bandi pubblicati, passa dal 39,7% del 2022 al 53,6% del 2023.

Il settore con il maggior numero di gare pubblicate nel mese di giugno 2023 è quello che ha per oggetto:

  • i servizi per opere edili, 200 gare +16,7% rispetto a giugno 2022,
  • i servizi per opere scolastiche (77 gare, +352,9%),
  • i servizi di analisi e indagini (68 gare, +223,8%).

In termini di valore i servizi per:

  • strade e autostrade sono al primo posto con 454,0 milioni di euro, +235,0% rispetto a giugno 2022,
  • opere edili (239,5 milioni di euro, +357,2%)
  • analisi e indagini (177,2 milioni di euro -5241,2%).

Nei primi sei mesi del 2023 i concorsi di progettazione e di idee rilevati sono stati 278 (+517,8% rispetto al 2022) per un valore dei premi di 73,7 milioni di euro (+537,3% rispetto al 2022).

Le stazioni appaltanti che hanno pubblicato più gare nel mese di giugno 2023 sono state:

  • i Comuni con 192 gare, +260,0% rispetto a giugno 2022,
  • le Amministrazione dello Stato (156 gare, +116,7%),
  • le Concessionarie (97 gare, +203,1%).

Le Regioni in cui sono state pubblicate più gare nel mese di giugno 2023 sono:

  • il Lazio con 97 gare, +288,0% su giugno 2022,
  • Campania (68 gare, +106,1%),
  • Sicilia (52 gare, +23,8%).

La graduatoria per valore invece:

  • la Puglia con 306,5 milioni di euro, +6239,9% rispetto al 2022,
  • il Lazio (204,2 milioni di euro, +115,1%),
  • la Campania (158,0 milioni di euro, +1647,4%).

Rilevazione iniziative in partenariato pubblico – privato (Bandi per project financing)

In merito alle aggiudicazioni project financing, nel mese di giugno sono state rilevate 6 aggiudicazioni; da evidenziare che nel mese di giugno 2022 non erano state rilevate aggiudicazioni.

Inoltre, nei primi sei mesi del 2023 risultano 21 aggiudicazioni, 11 con valore noto per 221,6 milioni di euro (rispetto alle 15 aggiudicazioni nel 2022, di cui 10 con valore noto per 151,7 milioni di euro).

Bandi di gara di progettazione con lavori (Appalti integrati, general contractor)

Come in tutto il 2022, nel mese di giugno 2023 non è stato pubblicato alcun bando di gara di General contracting (nel 2021, invece, erano stati pubblicati 2 bandi di gara).

Altri bandi di costruzione con contenuti di progettazione

In merito ad altri bandi di costruzione con contenuti di progettazione, si segnalano 3 bandi per lavori o servizi con contenuti di progettazione pubblicati a giugno 2023, con un valore di 156,5 milioni di euro (nessun bando a giugno 2022).

Ti ricordo, infine, che l’ANAC ha approvato il bando tipo n. 1 per l’affidamento dei contratti pubblici di servizi e forniture di importo superiore alle soglie europee, 140.000 €/215.000 € (di cui all’art. 14 del D.Lgs. 36/2023) al fine di fornire le indicazioni operative per tutte le stazioni appaltanti alle prese con il nuovo codice e i nuovi bandi. Alla luce delle molteplici novità introdotte dal nuovo Codice appalti, ti consiglio di affidarti al software capitolati speciali pronti all’uso, sempre aggiornati e semplici da personalizzare.

 

 

primus-c
primus-c

 

0 commenti

Lascia un Commento

Cosa ne pensi?
Lascia un commento sull'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *