Opere edili

Controlli non distruttivi delle saldature: ecco la UNI EN ISO 10675-1:2022

UNI ha pubblicato la norma di riferimento sulla verifica delle saldature senza l’impiego di interventi invasivi sul materiale

Quando parliamo di controlli non distruttivi ci si riferisce ad un insieme complesso di esami, prove e rilievi, finalizzati alla ricerca e identificazione di difetti di una struttura o materiale, condotti impiegando metodi che non alterano il materiale e non richiedono la distruzione o l’asportazione di campioni dalla struttura in esame.

Al riguardo, la commissione “Saldature” ha recepito di recente anche in lingua italiana la EN ISO 10675 parte 1; il risultato è la:

  • UNI EN ISO 10675-1:2022Controlli non distruttivi delle saldature – Livelli di accettabilità per il controllo radiografico – Parte 1: Acciaio, nichel, titanio e loro leghe“.

Progettare oggi una struttura in acciaio può risultare un’operazione tanto delicata quanto semplice e veloce con l’ausilio del giusto software per il calcolo strutturale a supporto del prezioso lavoro del tecnico:

  • facilità di disegno e di input dei dati;
  • potenza e velocità di calcolo;
  • completezza nella redazione di esecutivi;
  • tabulati e relazioni di calcolo;

tutto questo in un software di BIM authoring evoluto e professionale che può fare la differenza, sia nella progettazione strutturale di nuove costruzioni antisismiche che negli interventi di miglioramento e adeguamento sismico di edifici esistenti. Provalo gratis per 30 giorni!

La UNI EN ISO 10675-1:2022 sulla verifica non distruttiva delle saldature

Il documento specifica i livelli di accettabilità per le imperfezioni nelle saldature testa a testa di acciaio, nichel, titanio e loro leghe, rilevate mediante controllo radiografico. Se concordato tra le parti, i livelli di accettabilità possono essere applicati ad altri tipi di saldature o di materiali.

I livelli di accettabilità possono essere correlati a norme di saldatura, norme applicative, specifiche o codici. La norma assume che il controllo radiografico è stato effettuato in conformità alla UNI EN ISO 17636-1 e UNI EN ISO 17636-2.

All’interno della UNI EN ISO 10675 parte 1 sono riportati i seguenti riferimenti normativi:

  • ISO 5817 “Saldatura – Giunti saldati per fusione in acciaio, nichel, titanio e loro leghe (saldatura a trave esclusa) – Livelli di qualità per le imperfezioni“;
  • ISO 6520-1 “Saldatura e processi connessi – Classificazione delle imperfezioni geometriche nei materiali metallici – Parte 1: Saldatura per fusione“;
  • ISO 17636-1 “Prove non distruttive delle saldature – Prove radiografiche – Parte 1: Tecniche raggi X e gamma con pellicola“;
  • ISO 17636-2 “Prove non distruttive delle saldature – Prove radiografiche – Parte 2: Tecniche raggi X e gamma con rivelatori digitali“;
  • ISO 17637 “Controlli non distruttivi delle saldature – Controllo visivo dei giunti saldati per fusione“.

La UNI EN ISO 10675-1:2022 sostituisce la UNI EN ISO 10675-1:2017.

 

La UNI EN ISO 10675-1:2022 è scaricabile a pagamento dal sito UNI

Lascia un Commento

La tua email non sarà resa pubblica I campi segnati sono richiesti*

Condividi
Pubblicato da Redazione Tecnica

Articoli recenti

Reddito energetico 2024: contributi a fondo perduto per il fotovoltaico

Sportelli del Reddito energetico aperti da giugno. Contributi a fondo perduto per le imprese installatrici,…

29 Maggio 2024

Decreto Superbonus: cosa cambia per detrazioni, cessioni e controlli

Spalma-detrazioni in 10 anni, bonus casa al 30% dal 2028, stop a sconto in fattura,…

29 Maggio 2024

Superbonus 2024 ultime news: legge 67/2024 in Gazzetta Ufficiale

Stop a cessione del credito, obbligo detrazioni in 10 anni, bonus ristrutturazioni al 30% dal…

29 Maggio 2024

Principio DNSH e tecnologie dell’energia oceanica

Produzione di energia oceanica: ecco i nuovi elementi di rispetto dei criteri DNSH per la…

27 Maggio 2024

Contratti pubblici: ecco i dati dell’ANAC

Aumento degli affidamenti diretti, impatto del PNRR e analisi della spesa regionale: tutti i dati…

27 Maggio 2024

Strutture dissipative e non: cosa cambia nella progettazione

Le strutture dissipative si basano sul concetto di duttilità e implicano l’accettazione del danneggiamento come…

27 Maggio 2024