Professioni tecniche

Contributo minimo soggettivo Inarcassa: deroga 2024

Contributo minimo soggettivo Inarcassa: scopri come richiedere la deroga  per il 2024. Beneficiari, procedura e scadenze

Inarcassa fornisce istruzioni dettagliate per la deroga al versamento del contributo minimo soggettivo per il 2024.

Il servizio online di Inarcassa consente di richiedere la deroga al contributo minimo soggettivo per il 2024, con versamento entro dicembre 2025. Ma chi può richiederla e entro quando? Scopriamolo insieme.

Contributo minimo soggettivo: cos’è la deroga e a chi spetta?

Questa deroga consente ai professionisti iscritti a Inarcassa di eludere l’obbligo della contribuzione minima soggettiva per un massimo di 5 anni, anche non consecutivi, durante la loro vita lavorativa.

Ma quali sono i requisiti? Il reddito annuale deve essere inferiore alla soglia di 18.586,00 € con il versamento a dicembre 2025 del 14,5% del solo reddito effettivamente prodotto. La richiesta deve essere presentata entro il 31 maggio 2024 tramite il servizio online di Inarcassa.

Contributo minimo soggettivo: come presentare la domanda di deroga?

Per richiedere la deroga, è necessario:

  • essere iscritti a Inarcassa al momento della richiesta,
  • non essere in procinto di pensionamento o pensionato Inarcassa,
  • non essere titolare di pensione erogata da altro ente previdenziale (tranne la pensione di invalidità civile dell’INPS);
  • non usufruire di altre riduzioni per i giovani under 35 anni,
  • non aver già richiesto la deroga per 5 volte.

La richiesta va presentata entro il 31 maggio 2024 tramite l’apposito servizio online sul sito di Inarcassa, al menù “Agevolazioni – Deroga contributo soggettivo minimo”.

Cosa succede dopo la richiesta?

Inarcassa garantisce i servizi di assistenza durante l’anno di deroga e la possibilità di presentare domande di riscatto o ricongiunzione dei periodi assicurativi.

Ma attenzione: è necessario versare il contributo minimo integrativo e il contributo di maternità entro i termini previsti.

Come versare il contributo minimo?

Se il reddito professionale è inferiore alla soglia prevista, verrà generato un avviso di pagamento da saldare entro il 31 dicembre 2025. Altrimenti, l’importo includerà anche gli interessi e dovrà essere pagato entro la stessa data.

Precisazioni sulla deroga

La deroga comporta una diminuzione dell’anzianità contributiva utile alla pensione, ma gli importi non versati possono essere integrati tramite il riscatto entro i cinque anni successivi. Ad esempio, la deroga per il 2024 può essere riscattata entro il 31 dicembre 2029.

Inarcassa avvisa che la mancata dichiarazione dei redditi entro il 31 dicembre 2025 comporterà la revoca automatica della deroga e l’applicazione delle relative sanzioni.

Calcolo del compenso professionale comprensivo di contributi

Può essere di grande aiuto un software per calcolare i compensi per le prestazione professionali completamente gratuito secondo il D.M. 140/2012 che ti permetta anche di:

  • elaborare preventivi adeguati all’importanza dell’opera e dettagliati per singole prestazioni, con tutte le voci di costo comprensive di spese, oneri e contributi
  • determinare i costi delle attività corrispondenti e analizzare i margini di guadagno
  • studiare analiticamente eventuali offerte su ogni categoria di lavoro presente in parcella e sulla prestazione totale
  • stampare automaticamente preventivi, consuntivi e contratti

 

 

 

Lascia un Commento

La tua email non sarà resa pubblica I campi segnati sono richiesti*

Condividi
Pubblicato da Redazione Tecnica

Articoli recenti

Decreto PNRR 4: novità su sicurezza e incentivi per digitalizzazione e svolta green

Patenti a punti, credito di imposta per investimenti digitali ed energetici, controlli sui cantieri superbonus:…

19 Aprile 2024

Sostituzione infissi: edilizia libera o titolo abilitativo?

La sostituzione di infissi è edilizia libera? Guida normativa, agevolazioni fiscali, obblighi e suggerimenti pratici…

18 Aprile 2024

Distanza tra pareti finestrate. E se tra le pareti insiste un altro fabbricato?

La Cassazione ribadisce che la distanza tra pareti finestrate va rispettata sulle intere facciate, anche…

18 Aprile 2024

Inarcassa e sospensione dall’Albo: nuove regole in arrivo

La sospensione dall'Albo per un anno non comporta la cancellazione dalla Cassa. Cosa cambia per…

18 Aprile 2024

Bilancio di esercizio: cos’è? Ecco un esempio

Tutto sul bilancio di esercizio: definizione, tipologie, composizione e file di esempio (altro…)

18 Aprile 2024

Relazione a struttura ultimata: cos’è e quando si fa

Cos'è e quando si fa la relazione a struttura ultimata: ecco il modello PDF da…

18 Aprile 2024