Home » Notizie » Superbonus » Contributo fondo perduto Superbonus 2024: come si accede

Superbonus e fondo perduto

Contributo fondo perduto Superbonus 2024: come si accede

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Reddito sotto i 15.000 euro, abitazione principale, SAL 60%: confermati dalle Entrate i requisiti per godere del contributo Superbonus anche nel 2024

Tra le misure più significative del dl 212/2023 – denominato decreto salva Superbonus – spicca il contributo a fondo perduto per i lavori agevolati con Superbonus anche per il 2024.

Questo contributo sarà concesso alle famiglie con bassi redditi per coprire le spese sostenute per gli interventi agevolati nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 ottobre 2024, a condizione che i lavori abbiano raggiunto uno stato di avanzamento pari o superiore al 60% entro il 31 dicembre 2023.

La conferma arriva anche dalla posta di FiscoOggi in una risposta del 2 febbraio 2024 ad un contribuente.

L’obiettivo è chiaro: aiutare i contribuenti con i redditi più bassi a colmare il gap tra la misura dell’agevolazione concessa nel 2023 e le spese da affrontare nel 2024 e consentire il completamento dei lavori dopo l’abbassamento dell’aliquota della detrazione.

Il controllo dei lavori e la tenuta della documentazione richiesta per accedere alle agevolazioni è più facile con un software per la gestione di bonus edilizi; valuta l’opportunità di usarlo per le tue pratiche e attiva la prova gratuita di un mese.

Contributo Superbonus 2024: chi ne ha diritto

L’art. 1, comma 2, del decreto in esame prevede che il contributo a fondo perduto venga destinato a coloro che soddisfino i seguenti requisiti:

  • avanzamento dei lavori: almeno il 60% di avanzamento verificato al 31 dicembre 2023;
  • reddito: il contributo sarà destinato ai contribuenti con un reddito di riferimento, calcolato in base al quoziente familiare, inferiore a 15.000 euro;
  • periodo delle spese: le spese devono essere sostenute tra il 1° gennaio e il 31 ottobre 2024.

Riordiamo che il quoziente familiare si determina in base ai redditi complessivi del nucleo familiare. Qui trovi un tool gratuito per il calcolo del reddito di riferimento.

L’importo del contributo a fondo perduto non concorre alla formazione della base imponibile delle imposte sui redditi.

Contributo Superbonus 2024: importo e come presentare domanda

Il Fondo dal quale si attingerà è lo stesso utilizzato per il contributo erogato nel 2023. Dei 20 milioni di euro originari, sono stati utilizzati soltanto 3.559.000 euro; il fondo presenta pertanto una disponibilità di 16.441.000 euro.

Non è ancora stato stabilito l’ammontare del contributo a fondo perduto superbonus 2024, che non potrà superare la differenza tra la misura dell’agevolazione edilizia riconosciuta per il 2023 e quella spettante per le spese sostenute nel periodo indicato del 2024.

I criteri e le modalità di erogazione del contributo saranno determinati da un decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che dovrà essere adottato entro 60 giorni dall’entrata in vigore del decreto del governo.

In calce all’articolo trovi il testo del dl 212/2023 come pubblicato in Gazzetta.

Come si restituisce il contributo a fondo perduto non spettante nel 2023

Con la risoluzione 9/E del 29 gennaio 2024, l’Agenzia delle Entrate ha fornito anche i codici tributo per la restituzione spontanea delle somme non spettanti nel 2023.

La restituzione avviene tramite versamento con F24 utilizzando i seguenti codici tributo:

  • “8158” denominato “Contributo a fondo perduto per interventi agevolati – Restituzione spontanea – CAPITALE – art. 9, comma 3, DL 176 del 2022”;
    “8159” denominato “Contributo a fondo perduto per interventi agevolati – Restituzione spontanea – INTERESSI – art. 9, comma 3, DL 176 del 2022”;
  • “8160” denominato “Contributo a fondo perduto per interventi agevolati –Restituzione spontanea – SANZIONE – art. 9, comma 3, DL 176 del 2022.

 

usBIM.superbonus

 

usBIM.superbonus

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *