La contabilità di cantiere è il cuore finanziario dei progetti edili: scopri come gestirla al meglio in 7 fasi

Se sei coinvolto nella gestione di progetti di costruzione, sicuramente conosci l’importanza della contabilità di cantiere. Questo aspetto fondamentale di ogni progetto edilizio non può essere sottovalutato, poiché svolge un ruolo fondamentale nell’assicurare il controllo finanziario, la gestione delle risorse e il rispetto dei budget. In questo articolo, analizziamo nel dettaglio la contabilità di cantiere, comprese le sue finalità, i processi e l’importanza di utilizzare software specifici di supporto.

Contabilità di cantiere, cos’è

La contabilità di cantiere è un sistema finanziario e amministrativo progettato per monitorare e gestire tutte le attività finanziarie legate a un progetto edilizio. La sua finalità principale è quella di tenere sotto controllo i costi, garantendo che le risorse siano allocate in modo efficiente e che i lavori siano eseguiti rispettando i limiti di budget stabiliti.

I suoi vantaggi sono molteplici. Innanzitutto, permette di avere una visione chiara dell’andamento tecnico ed economico del progetto, fornendo dettagli su aspetti come il numero di operai impiegati, l’attrezzatura utilizzata, e le risorse fornite dall’impresa affidataria. Inoltre, registra eventuali eventi infortunistici e le modifiche ai prezzi, fornendo un resoconto cronologico delle attività del cantiere.

La gestione contabilità di cantiere rappresenta un insieme di attività, comprese la preparazione della documentazione contabile e l’effettuazione delle misurazioni. Lo scopo principale è quello di assicurare che le attività siano completate secondo gli standard più elevati, in piena conformità con il progetto e i termini contrattuali concordati.

Come si fa la contabilità di cantiere: le 7 fasi

Prima di specificare i dettagli di come si fa la contabilità in cantiere, è opportuno fornire una definizione di “Contabilità di cantiere“. Essa è un insieme coordinato di processi di rilevazione e monitoraggio volti a valutare aspetti come:

  • programmazione delle attività a compiersi;
  • fabbisogno ed approvvigionamento delle risorse;
  • rilevazione di costi e ricavi di commessa;
  • fatturazione attiva e passiva;
  • gestione dei flussi finanziari (incassi e pagamenti);
  • elaborazioni statistiche di controllo (preventivo VS consuntivo di costi e ricavi);
  • valutazione della redditività.

Ora analizziamo nel dettaglio come gestire tutte le fasi grazie al sofware contabilità cantiere.

1. Programmazione delle attività a compiersi

La programmazione dei lavori costituisce la base per un’attività fondamentale nell’ambito dei lavori su commessa. La pianificazione deve essere dettagliata e riferita ad ogni attività coinvolta nel progetto edile. Il software permette di acquisire e consolidare le informazioni che riguardano le lavorazioni da compiere con una serie di parametri statistici (basati su indici di produttività) utili a determinare le tempistiche di esecuzione delle singole lavorazioni e della commessa in generale. Confronta, inoltre, i quantitativi da realizzare con gli indici di produttività preimpostati o personalizzati e ne deriva i tempi di realizzazione; da qui il programma genera il “Diagramma di Gantt” e permette la personalizzazione del “Cronoprogramma dei lavori”.

Contabilità cantiere – il diagramma di Gantt Impresus

2. Fabbisogno ed approvvigionamento delle risorse

La programmazione delle attività da svolgere inizia dalla gestione del fabbisogno delle risorse. Un aspetto da non sottovalutare è di sicuro l’effettiva disponibilità dei materiali. Il software risponde a questa esigenza attraverso una funzionalità volta a conoscere il fabbisogno di materiali e di risorse in genere, nell’ambito di un dato periodo futuro.

Programmate le attività e definito il fabbisogno, la fase di approvvigionamento delle risorse si concretizzerà nella loro acquisizione. Ponendo l’attenzione sulla gestione approvvigionamenti materiali edili, risalteranno alcuni aspetti: il conferimento in cantiere, il carico e lo scarico magazzino, le giacenze e la documentazione utile a misurarne quantitativi e costi. Avere un planner preciso, chiaro e puntuale fa la differenza nella gestione delle commesse. Grazie al software puoi avere tutto sotto controllo: dalla gestione delle spese generali, all’ottimizzazione della comunicazione interna (di fondamentale importanza nel processo).

Le attività di approvvigionamento saranno efficienti nel momento in cui l’analisi dei fabbisogni circa l’effettiva disponibilità delle risorse è corretta. Fondamentale è la predisposizione di un elenco di fornitori potenziali. Si procede, poi, a fare un elenco delle risorse necessarie; infine si predispone la richiesta dell’ordine. Con il software puoi fare tutto in automatico e con la certezza di non dimenticare alcun passaggio fondamentale.

Contabilità cantiere- fabbisogno di approvvigionamento risorse Impresus

3. Rilevazione di costi e ricavi di commessa

La rilevazione dei costi permette di definire l’incidenza dei quantitativi e delle spese, relativamente alle risorse impiegate, in maniera diretta ed indiretta, sui vari cantieri. Il software consente la registrazione (anche tramite Web APP) di quantità e costi all’atto della movimentazione di materiali, attrezzature e lavoratori per poi procedere all’analisi della situazione relativa a cantieri, fornitori, magazzino, giacenze, dipendenti, ecc.

Contabilità cantiere – Rilevazione di costi e ricavi di commessa Impresus

4. Fatturazione attiva e passiva

Il software contabilità cantiere permette la contabilizzazione di fatture emesse e ricevute inerenti alle attività dell’impresa edile. Ai fini fiscali, i flussi di fatturazione passiva ed attiva toccano le tipologie di fattura, le note credito e le note debito; le relative scritture contabili derivano automaticamente dalla importazione (fatture passive) ed esportazione (fatture attive) di file XML (formato ministeriale standardizzato).

Contabilità cantiere – Fatturazione attiva e passiva Impresus-CG

5. Gestione dei flussi finanziari (incassi e pagamenti)

Grazie al software gestione amministrativa, la contabilizzazione automatica dei documenti elettronici (XML) emessi e ricevuti permette di popolare un comodo Scadenzario di liquidità per pagamenti ed incassi. Le procedure di fatturazione generano posizioni di credito e debito che maturano in tempi diversi ed in riferimento ad attori (clienti e fornitori) diversi. Il software, inoltre, permette l’attenta gestione dei flussi finanziari che muovono fra entrate ed uscite attraverso i vari conti di tesoreria che nel programma è possibile configurare.

Contabilità cantiere – Gestione dei flussi finanziari incassi e pagamenti Impresus-CG

6. Elaborazioni statistiche di controllo

I lavori su commessa richiedono spesso un lungo monitoraggio sull’andamento dei lavori e sulle relative fasi. Il software permette un agevole monitoraggio di confronto grafico tra le attività da realizzarsi e quelle già realizzate, quindi, tra preventivo e consuntivo lavori.

Contabilità cantiere – Elaborazioni statistiche di controllo Impresus

7. Valutazione della redditività

Il monitoraggio dei risultati della gestione può essere attuato attenzionando gli ambiti della singola commessa, attraverso il software gestione commesse, oppure osservando nella sua interezza la macchina aziendale per mezzo del software gestione amministrativa. Per le singole commesse è possibile analizzare costi e potenziali ricavi all’interno di una griglia di sintesi utile a mostrare “Importi e margini” di risultato in corso. A livello macro, secondo i canoni della Contabilità Generale, è possibile misurare il risultato economico della gestione (al fine delle imposte) ma anche la movimentazione dei flussi finanziari legati ad incassi e pagamenti.

Contabilità di cantiere – Valutazione della redditività Impresus-CG

 

Contabile di cantiere

Il contabile di cantiere è la figura preposta alla gestione della contabilità dei lavori. Questa responsabilità copre un ampio spettro di mansioni: dagli aspetti amministrativi e contabili fino ad arrivare agli aspetti tecnici dell’attività edilizia. Nello specifico, il contabile di cantiere redige e aggiorna documenti essenziali come il giornale dei lavori, i libretti di misura, le liste settimanali delle somministrazioni, il registro di contabilità, il sommario del registro di contabilità, lo stato di avanzamento lavori, i certificati di pagamento, l’ultimazione dei lavori e il collaudo finale.

Le competenze richieste per questo ruolo sono estremamente trasversali, spaziando dalla conoscenza dei materiali alla capacità contabile, dall’aggiornamento sulle normative alla gestione e relazione interpersonale, oltre alla familiarità con gli strumenti di rilevazione. Un buon contabile di cantiere deve essere in grado di lavorare in team e possedere una formazione tecnica.

Il giornale dei lavori

Il giornale dei lavori è un documento contabile essenziale per monitorare l’andamento di un’opera edile. L’uso di strumenti software specifici, come il software giornale dei lavori direzione lavori, consente alle imprese di collaborare in cloud e gestire il lavoro in modo efficace e corrispondente alla legge.

Lascia un Commento

La tua email non sarà resa pubblica I campi segnati sono richiesti*

Condividi
Pubblicato da Redazione Tecnica

Articoli recenti

Obbligo di rimozione amianto per privati: quando vige?

Scopri tutto sull'obbligo di rimozione amianto per privati: regolamentazioni, procedure, sanzioni e bonus disponibili per…

20 Giugno 2024

Il principio DNSH negli investimenti PNRR in fognatura e depurazione

Vademecum del MASE per il rispetto del principio DNSH negli investimenti in fognatura e depurazione…

20 Giugno 2024

Appalti pubblici: tutto quello che devi sapere

Appalti pubblici: definizione, tipologie, normativa, fasi, metodi di aggiudicazione, durata e documenti. Tutto quello che…

20 Giugno 2024

Impianti antincendio: tipologie e caratteristiche

Gli impianti antincendio sono sistemi progettati per combattere tempestivamente un incendio, ma quali tipologie comprendono…

20 Giugno 2024

Pergolato senza permesso: cosa prevede la normativa

È possibile installare un pergolato senza permesso? A quali condizioni? Scopri cosa prevede la normativa…

20 Giugno 2024

Tettoia: tra pertinenza, accessorio e nuova costruzione

Una tettoia quando di dimensioni impattanti sul territorio non può risultare né come pertinenza né…

20 Giugno 2024