Computo, Contabilità, Capitolati, Direzione Lavori

Contabilità analitica: definizioni e importanza per l’azienda

Cos’è la contabilità analitica, in cosa si differenzia da quella generale e perché è utile per migliorare le performance aziendali

La gestione efficiente delle risorse e la massimizzazione della redditività sono obiettivi fondamentali per il successo dell’azienda.

In questo ambito la contabilità analitica emerge come strumento indispensabile per comprendere e ottimizzare le performance finanziarie e operative dell’azienda. Essa si distingue per la capacità di offrire una visione dettagliata e approfondita dei costi e dei ricavi associati a specifiche attività, prodotti o servizi.

Questo approccio dettagliato consente ai manager di prendere decisioni utili e produttive basate su dati concreti, al fine di migliorare l’efficienza operativa, ottimizzare lo stoccaggio delle risorse e massimizzare la redditività complessiva dell’azienda.

Contabilità analitica: cos’è

La contabilità analitica, nota anche come contabilità dei costi, è un sistema di gestione contabile che si concentra sull’analisi dettagliata dei costi e dei ricavi associati a specifici prodotti, servizi, reparti o progetti all’interno di un’azienda. Lo scopo principale è quello di fornire informazioni dettagliate e precise per valutare la redditività delle diverse attività aziendali e guidare le decisioni manageriali.

Le fondamenta risiedono nella sua capacità di suddividere i costi e i ricavi in modo accurato e dettagliato, consentendo di identificare i fattori che influenzano la performance finanziaria di ogni componente aziendale. Questo approccio analitico fornisce una prospettiva specifica e dettagliata delle attività aziendali, consentendo ai manager di individuare aree di miglioramento, opportunità di risparmio e strategie per il potenziamento della redditività.

Perché é importante la contabilità analitica in un’azienda?

La contabilità analitica è fondamentale per un’azienda in quanto:

  • analizza la composizione dei costi arrivando al costo prodotto;
  • individua i ricavi relativi evitando prezzi di vendita troppo dissimili;
  • tiene sotto controllo l’economicità della gestione.

Lo studio dei costi è il cuore della contabilità analitica. I costi possono essere:

  • consuntivi o preventivi;
  • speciali o comuni;
  • diretti o indiretti;
  • variabili e fissi.

Grazie al software gestione commesse puoi conoscere facilmente i costi consuntivi ed avere sempre tutto sotto controllo, in azienda e in cantiere.

Contabilità analitica e controllo di gestione

C’è uno stretto legame tra contabilità analitica e controllo di gestione. Il controllo di gestione serve ad individuare subito gli obiettivi da realizzare assegnati all’intera organizzazione o a singole unità. È utile anche per confrontare diversi piani di azione e monitorare i risultati ottenuti affinché siano sempre finalizzati al raggiungimento degli obiettivi. Avere un buon controllo della gestione significa anche individuare eventuali problemi che potrebbero rappresentare un ostacolo.

In questo contesto assume importanza rilevante il costo, ossia il valore che misura il consumo delle risorse impiegate per determinate attività volte al raggiungimento di un obiettivo. Il costo può essere ottenuto grazie al sistema di contabilità analitica.

Contabilità generale e analitica: le differenze

La contabilità generale e quella analitica rappresentano due approcci contabili distinti, ciascuno con obiettivi e finalità specifiche. La contabilità generale si concentra sulla registrazione e presentazione annuale del reddito d’esercizio, conformemente ai principi di competenza e prudenza. Il suo scopo principale è fornire informazioni sull’andamento complessivo dell’azienda, come richiesto dagli stakeholder quali finanziatori, azionisti, creditori, Stato e fornitori.

Diversamente, la contabilità analitica si orienta verso la registrazione dei fatti economici e finanziari in base alle esigenze informative del controllo di gestione. Questo sistema dinamico fornisce analisi e risultati rilevanti per coloro che monitorano l’andamento aziendale e sono coinvolti nelle decisioni operative.

Altro aspetto da non sottovalutare sono i destinatari della contabilità generale e di quella analitica. Le informazioni che derivano dalla contabilità generale sono per l’esterno dell’azienda, quindi vanno ai fornitori, alle banche, agli analisti finanziari e allo Stato. E sono tutte informazioni che riguardano lo stato di salute dell’impresa. La contabilità analitica, invece, produce informazioni rivolte ai soggetti interni all’azienda. Queste informazioni sono utili per definire gli obiettivi futuri, sulla base dello svolgimento delle attività e sulle performance ottenute. Inoltre, la contabilità analitica non è soggetta ad alcun obbligo e può quindi distribuirsi in un arco temporale funzionale agli obiettivi prefissati dall’azienda.

Metodologie e strumenti della contabilità analitica

La contabilità analitica si avvale di una serie di metodologie e strumenti per analizzare e monitorare i costi e i ricavi. Questi includono:

  • allocazione dei costi: questa tecnica suddivide i costi fissi e variabili tra le diverse attività aziendali in modo da attribuire con precisione i costi ad esse associate;
  • analisi del margine di contribuzione: il margine di contribuzione rappresenta la differenza tra il prezzo di vendita di un prodotto o servizio e i costi variabili ad esso associati. Questa analisi consente di valutare la redditività dei singoli prodotti o servizi e di prendere decisioni informate sulla loro continuazione o eliminazione;
  • controllo dei costi: utilizzando tecniche come il cost accounting, la contabilità analitica aiuta a monitorare e controllare i costi operativi, identificando eventuali variazioni rispetto ai budget e fornendo informazioni per prendere azioni correttive;
  • analisi dei volumi di produzione: questo strumento analizza la relazione tra il volume di produzione e i costi fissi e variabili, consentendo di ottimizzare l’allocazione delle risorse e massimizzare la redditività.

Contabilità analitica per commessa

Le imprese che operano su commessa, come è noto, gestiscono solitamente diverse commesse contemporaneamente, affrontando una molteplicità di attività e, di conseguenza, gestendo una grande mole di dati simultaneamente. La contabilità analitica per commessa riveste un ruolo di rilievo nel controllo di gestione delle operazioni svolte.

Essa consente di monitorare accuratamente i costi analitici sostenuti all’interno di ciascuna commessa. Questo approccio va oltre la mera registrazione e classificazione dei movimenti economici tipica della contabilità generale, includendo invece l’analisi dettagliata dei costi specifici di ogni progetto.

La contabilità analitica opera su 3 livelli distinti:

  • livello 1, di dettaglio: coinvolge l’individuazione e la misurazione dei singoli costi che compongono ciascuna commessa;
  • livello 2, di aggregazione: consente di raggruppare i costi per confrontarli con i ricavi generati dalla commessa nel suo complesso;
  • livello 3, del piano dei conti: fornisce lo schema generale su cui si basa l’intero sistema di contabilità analitica.

Il controllo di gestione si configura come un processo di monitoraggio che confronta i risultati effettivi dell’attività aziendale (costi e ricavi reali) con gli obiettivi prefissati (budget di commessa), al fine di individuare eventuali discrepanze e definire le strategie aziendali necessarie per migliorare.

 

 

Lascia un Commento

La tua email non sarà resa pubblica I campi segnati sono richiesti*

Condividi
Pubblicato da Redazione Tecnica

Articoli recenti

Reddito energetico 2024: contributi a fondo perduto per il fotovoltaico

Sportelli del Reddito energetico aperti da giugno. Contributi a fondo perduto per le imprese installatrici,…

29 Maggio 2024

Decreto Superbonus: cosa cambia per detrazioni, cessioni e controlli

Spalma-detrazioni in 10 anni, bonus casa al 30% dal 2028, stop a sconto in fattura,…

29 Maggio 2024

Superbonus 2024 ultime news: legge 67/2024 in Gazzetta Ufficiale

Stop a cessione del credito, obbligo detrazioni in 10 anni, bonus ristrutturazioni al 30% dal…

29 Maggio 2024

Principio DNSH e tecnologie dell’energia oceanica

Produzione di energia oceanica: ecco i nuovi elementi di rispetto dei criteri DNSH per la…

27 Maggio 2024

Contratti pubblici: ecco i dati dell’ANAC

Aumento degli affidamenti diretti, impatto del PNRR e analisi della spesa regionale: tutti i dati…

27 Maggio 2024

Strutture dissipative e non: cosa cambia nella progettazione

Le strutture dissipative si basano sul concetto di duttilità e implicano l’accettazione del danneggiamento come…

27 Maggio 2024