Home » BIM Topic » BIM e Facility Management » Cos’è il construction management?

construction management

Cos’è il construction management?

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Il construction management è la disciplina che supervisiona il processo costruttivo per garantirne la qualità. Scopri figure professionali e software utilizzati

Il processo costruttivo può risultare complesso e ricco di sfide, soprattutto quando si tratta di progetti di grande entità. Fortunatamente esiste uno specifico campo professionale e tecnico che garantisce la supervisione in ogni fase del workflow costruttivo: stiamo parlando del construction management.

La gestione delle costruzioni assicura che gli obiettivi progettuali siano soddisfatti e che tempi, budget e qualità siano rispettati. Se anche tu lavori in questo ambito ti consiglio di provare subito gratuitamente un software per il construction management. Questo strumento è indispensabile per garantire la corretta gestione delle problematiche in tutte le fasi della costruzione.

Ma adesso approfondiamo insieme questo delicato argomento e scopriamo tutte le abilità e gli strumenti che deve possedere un construction manager.

Che cos’è il construction management e chi se ne occupa?

Il construction management è un metodo di supervisione e verifica del processo costruttivo volto a monitorare tutti gli aspetti della costruzione:

  • pianificazione;
  • budget;
  • tempi;
  • qualità progettuale;
  • gestione dei contratti;
  • gestione della sicurezza;
  • ecc.

La figura professionale che si occupa di questo processo di supervisione è quella del Construction Manager. Il Construction Manager è qualificato, dal punto di vista della formazione e dell’esperienza, in modo da:

  • poter lavorare e collaborare con tutte le figure del processo edilizio: committente, progettisti, general contractor, ecc.
  • riuscire a sviluppare un programma dettagliato di supervisione del workflow progettuale.

Construction manager a lavoro

Quali sono le abilità chiave del Construction Manager?

Abbiamo visto che il lavoro di gestione delle costruzioni è affidato ad un professionista chiamato Construction Manager. Quali sono le abilità chiave che questa figura deve possedere? Vediamole insieme:

  • capacità di pensiero analitico e critico – I Construction Manager dovranno interpretare progetti e disegni tecnici, comprendere i contratti con i general contractor e interpretare i codici e le normative edilizie. Ma soprattutto dovranno tradurre queste informazioni in istruzioni facili da seguire per poter gestire il processo di supervisione;
  • leadership – il Construction Manager deve saper guidare il team del processo costruttivo in modo da garantire il rispetto di tempi, budget e qualità. Per farlo è utile fornire loro un sistema di feedback e orientamento;
  • attenzione al dettaglio – Uno dei compiti del Construction Manager è quello di garantire che la qualità del lavoro in loco sia all’altezza degli standard progettuali e soddisfi i requisiti normativi. Ciò richiede, dunque, attenzione al dettaglio durante l’intero processo;
  • capacità comunicative – La capacità di comunicazione è forse tra le abilità più importanti che un construction manager deve possedere. Il CM si troverà infatti a dover affrontate temi e situazioni delicate ed importanti con persone differenti ed è importante che le sappia gestire a livello comunicativo;
  • abilità amministrative e conoscenze dei termini contrattuali – questa abilità consentirà al CM di poter negoziare i contratti, gestire i budget di progetto e garantire che tutte le parti coinvolte compiano la loro parte e siano soddisfatte;
  • conoscenze in materia di sicurezza sul lavoro – Conoscere e rimanere aggiornati sui temi che riguardano la salute e la sicurezza dei lavoratori è di fondamentale importanza per il CM che dovrà supervisionare il processo costruttivo sempre tenendo a mente i rischi associati alle varie lavorazioni e alle varie fasi del processo;
  • abilità di project management – Questa abilità è strettamente connessa con la conoscenza del processo progettuale e con la capacità di gestire le attività che lo compongono.

Quali sono le fasi del Construction Management?

Le fasi in cui si struttura la gestione della costruzione sono quattro:

  1. pianificazione – In questa prima fase in cui il team di progetto analizza gli obiettivi progettuali, ne studia tempi e costi e strategie per raggiungerli, il CM collabora con i professionisti del team analizzando la fattibilità di tali obiettivi e individuando le metodologie più idonee;
  2. pre-costruzione – In questo secondo step si elaborano le prime offerte e i primi contratti, il CM dovrà supervisionare questi importanti passaggi riducendo al minino l’insorgere di rischi e garantendo una risoluzione precoce di eventuali problemi;
  3. costruzione – In questa fase tutto diventa più delicato e complesso, compreso il ruolo e le responsabilità del CM che dovrà, tra le altre cose, supervisionare su:
    • controlli di qualità;
    • indagini in situ;
    • monitoraggio delle misure di sicurezza;
    • assicurazioni;
    • pagamenti;
    • revisione e approvazione delle richieste tecniche;
    • gestione del budget;
    • gestione dei tempi;
    • rispetto degli standard di qualità e dei requisiti normativi;
  4. chiusura dei lavori – In questa quarta e ultima fase il construction manager monitora proprio la consegna degli ultimi documenti e la gestione delle ultime pratiche di progetto.
Fasi del construction management

Le 4 fasi del Construction Management

Quali strumenti si utilizzano durante la gestione della costruzione?

Il processo costruttivo è certamente un processo delicato e a volte complesso, nel quale entrano in gioco una serie di variabili – elevati standard qualitativi, mancanza o scarsa comunicazione tra professionisti, mole importanti di documenti, stime inesatte di tempi e costi, etc. – che spesso rendono il workflow ancora più tortuoso.

Per fortuna i tecnici hanno a disposizione una serie di software e piattaforme particolarmente utili per la gestione dell’intero processo progettuale:

Ci sono poi specifici construction management software che consentono di gestire in modo efficiente tutte le problematiche che si presentano nelle varie fasi del processo di costruzione, rispettando tempi e budget e garantendo non solo la qualità del prodotto finale ma anche la soddisfazione dei clienti e del team di lavoro. Non ti resta che implementarlo nel tuo workflow di lavoro e verificare tu stesso come i tempi progettuali si riducono del 50% o più!

 

usbim-resolver
usbim-resolver
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *