Home » BIM Topic » Computo, Contabilità, Capitolati, Direzione Lavori » Computo metrico dell’impianto fotovoltaico: le voci di costo che non possono mancare

Computo metrico impianto fotovoltaico

Computo metrico dell’impianto fotovoltaico: le voci di costo che non possono mancare

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Cosa deve includere un computo metrico per stimare il costo completo di un impianto fotovoltaico?

Il computo metrico di un impianto fotovoltaico è un documento tecnico che stima e quantifica tutti i materiali, i lavori e i costi necessari per la realizzazione dell’impianto stesso. Questo tipo di documento è fondamentale per la pianificazione e la valutazione economica del progetto. Scopri cosa deve contenere e come redigerlo in modo appropriato con l’aiuto di un software per il computo metrico estimativo e la contabilità lavori.

Come fare un computo metrico di un impianto fotovoltaico

Installare un impianto fotovoltaico è ormai diventata un’esigenza molto diffusa sia per risparmiare sulla bolletta che per contribuire alla produzione di energia pulita.

Quante volte ti avranno chiesto il costo di un impianto fotovoltaico, i tempi di recupero dell’investimento, ecc.

Avere un’idea precisa della spesa da affrontare per l’installazione di un impianto fotovoltaico è il punto di partenza per pianificare l’intervento, determinare i materiali necessari e le risorse umane coinvolte. Fornire una stima dettagliata dei costi associati all’installazione dell’impianto fotovoltaico aiuta a valutare la fattibilità economica del progetto, consentendo agli investitori, alle aziende e agli enti di comprendere il budget necessario.

Inoltre, in caso il tuo cliente fosse un ente pubblico, il computo può essere utilizzato come parte integrante di documenti di appalto per la selezione di appaltatori e fornitori. Gli appaltatori possono utilizzare il computo metrico come riferimento per la presentazione delle offerte e per avere trasparenza nel processo di realizzazione dell’impianto, poiché fornisce una visione dettagliata di tutti i componenti e dei relativi costi. Ciò contribuisce ad evitare controversie e dispute sulla fatturazione come sui costi stessi.

Per redigere il computo, occorre ricordare che un impianto fotovoltaico è solitamente formato da:

  • generatore;
  • inverter;
  • quadri elettrici;
  • batteria di accumulo (eventuale).
Impianto fotovoltaico stand alone

Impianto fotovoltaico stand alone

Vediamo nello specifico, quali sono le voci da includere nel computo metrico di un impianto fotovoltaico:

  • moduli fotovoltaici, stimati in Watt e comprendenti le opere per cablaggio, cavi e connettori;
  • strutture di supporto per i pannelli solari, inclusi i montanti, le viti, e altri componenti strutturali da conteggiare in base al tipo di struttura prevista in progetto;
  • inverter, il numero e il tipo di inverter necessari per la conversione dell’energia solare da corrente continua (DC) a corrente alternata (AC). Il prezzo varia in base al tipo di inverter (leggi l’articolo sugli inverter fotovoltaici per approfondire);
  • batteria di accumulo, quando prevista, il numero e il tipo in base alle indicazioni di progetto;
  • dispositivi di protezione per impianti fotovoltaici, da stimare in quantità numerica e comprensivi di componenti come dispositivi di protezione, fusibili, indicatore di guasto, e interruttori di sicurezza;
  • cavi e connettori, la lunghezza complessiva e il tipo di cavi necessari per collegare i pannelli solari agli inverter e ai dispositivi di controllo;
  • quadri elettrici e armadi, componenti elettrici che ospitano l’elettronica di controllo, inclusi i quadri di distribuzione e gli armadi di protezione;
  • ponteggi o altri sistemi per lavorare in sicurezza;
  • lavori civili, se necessari, i costi relativi a lavori civili come la preparazione del terreno, la realizzazione di fondamenta o strutture per il sostegno dei pannelli (in caso non siano montati su coperture esistenti, ecc.) ecc.;
  • costi di manodopera relativi all’installazione dell’impianto;
  • spese tecniche per il progetto;
  • imprevisti, una voce che tiene conto di eventuali imprevisti o variazioni dei costi durante l’implementazione del progetto.

Per ottenere il computo, basterà utilizzare un software per la contabilità lavori, inserire le voci che ti ho appena elencato prelevandole direttamente dal tuo prezzario di riferimento, stimare le quantità per ogni voce in base alle scelte del progetto e il computo è completo. A questo punto puoi stamparlo o condividerlo con i tuoi committenti ma anche con imprese, fornitori e colleghi.

Se vuoi ulteriori approfondimenti su come progettare e dimensionare correttamente un impianto fotovoltaico, considerando il fabbisogno energetico da soddisfare, il sito di installazione e tutte le altre variabili, leggi questa pratica guida: “Dimensionamento impianto fotovoltaico“.

Valutazioni economiche e business plan

Se utilizzi un software fotovoltaico per la progettazione e il dimensionamento dell’impianto, puoi ottenere in automatico anche analisi economiche professionali, direttamente dal progetto. Ad esempio, puoi stimare la redditività dell’impianto fotovoltaico, l’ammortamento e il tempo di ritorno sull’investimento.

Tra le valutazioni economiche, una delle più richieste dai clienti è sicuramente l’analisi del ritorno sull’investimento (ROI). Questa analisi calcola quanto tempo sarà necessario per recuperare l’investimento iniziale attraverso i risparmi energetici o i guadagni derivanti dalla produzione di energia solare.

Le analisi economiche tengono conto:

  • del costo di realizzazione dell’impianto;
  • della producibilità totale annua dell’impianto;
  • dei consumi di energia elettrica per fasce orarie e per profilo di carico giornaliero;
  • del regime contrattuale applicato (scambio sul posto, ritiro dedicato, ecc.);
  • del regime fiscale applicabile (privato, impresa, ente pubblico, ecc.);
  • di eventuali incentivi a norma di legge (detrazioni fiscali, ecc.), finanziamenti, ecc.

Anche per l’analisi del ritorno sull’investimento è fondamentale, dunque, valutare con precisione il costo di realizzazione dell’impianto. Più sarà adeguata la stima e migliori saranno anche tutte le valutazioni economiche relative al progetto dell’impianto.

PriMus

 

PriMus

 

0 commenti

Lascia un Commento

Cosa ne pensi?
Lascia un commento sull'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *