Home » BIM Topic » BIM e formazione » Certificazione BIM: cos’è e perchè è importante

certificazione BIM

Certificazione BIM: cos’è e perchè è importante

Tempo di lettura stimato: 7 minuti

Profili professionali, requisiti, corsi, prove d’esame, costi e vantaggi. Scopri tutto sulla certificazione BIM e sulla sua importanza nel settore delle costruzioni

L’industria dell’edilizia è in costante evoluzione, e uno degli sviluppi più significativi negli ultimi anni è stato l’introduzione del Building Information Modeling (BIM). Questo approccio digitale alla progettazione e alla costruzione ha portato ad un aumento della domanda di professionisti certificati in questo campo. In questo articolo, esploreremo la certificazione BIM coprendo ogni aspetto, dai profili professionali ai percorsi formativi BIM necessari per affrontare le prove d’esame, ai significativi vantaggi per i professionisti del settore delle costruzioni che la certificazione offre.

Certificazione BIM: cos’è

La certificazione BIM rappresenta un riconoscimento professionale fondamentale nel contesto dell’industria delle costruzioni moderna. Attesta che un professionista, sia esso un architetto, un ingegnere, un geometra, un perito o altro tecnico, possiede competenze avanzate nel Building Information Modeling, una metodologia digitale che consente la creazione, la gestione e l’analisi di modelli informativi 3D dettagliati di progetti edilizi, facilitando la collaborazione tra i membri del team, migliorando l’efficienza progettuale e costruttiva e riducendo i rischi di errori e ritardi.

La certificazione BIM implica un rigoroso processo di valutazione, che può includere esami scritti, prove pratiche e colloqui orali, finalizzati a garantire che il professionista abbia acquisito una solida comprensione del BIM e delle sue applicazioni. Questa certificazione è sempre più richiesta dai committenti e dalle istituzioni governative per garantire la qualità e l’efficienza nei progetti di costruzione.

Possiamo perciò dire che la certificazione BIM è una sorta di sigillo di competenza e professionalità che consente ai professionisti che la perseguono l’opportunità di distinguersi nel settore e di contribuire alla trasformazione digitale dell’industria edilizia.

certificazione bim - formazione bim pa

Perché la certificazione BIM è importante?

La certificazione BIM non solo testimonia la competenza, ma anche apre le porte a nuove opportunità di lavoro e migliora la competitività del professionista nel mercato delle costruzioni. È un investimento che offre un ritorno significativo nella carriera di chiunque operi nel settore edile. Tra i vantaggi più significativi:

  1. rappresenta una dimostrazione concreta e riconosciuta di competenza nel campo del Building Information Modeling (BIM). Questa metodologia digitale complessa richiede una conoscenza approfondita dei software BIM, delle normative pertinenti e delle migliori pratiche di settore. La certificazione attesta che il professionista possiede queste competenze, conferendo fiducia ai committenti e ai datori di lavoro.
  2. distingue il professionista dagli altri operatori del settore. Nel mercato del lavoro altamente competitivo delle costruzioni, avere una certificazione BIM rappresenta un vantaggio significativo. I committenti e le aziende cercano sempre più professionisti con questa certificazione, in quanto sono consapevoli della sua importanza nella gestione dei progetti edili complessi.
  3. offre un vantaggio tangibile nei processi di selezione per le gare d’appalto. Molte amministrazioni pubbliche e società private richiedono che i professionisti coinvolti nei loro progetti abbiano una certificazione BIM. Pertanto, i professionisti certificati hanno maggiori opportunità di partecipare a queste gare e di essere selezionati, poiché dimostrano di essere preparati per gestire con successo progetti BIM, rispettando le normative e garantendo la qualità.

Ambiti di competenza UNI 11337-7 e profili professionali BIM

Certificarsi in BIM implica non solo acquisire conoscenze tecniche specifiche, ma anche una vasta gamma di competenze che vanno dalla gestione dei dati alla pianificazione strategica: acquisire una certificazione BIM dimostra la tua abilità nell’operare con successo in un ambiente digitale. L’ambito di competenza BIM è standardizzato secondo la norma UNI 11337-7, che definisce le abilità richieste per ciascun profilo professionale BIM. Vediamo nel dettaglio le competenze richieste per ogni profilo.

BIM Specialist

Il BIM Specialist è un esperto nella modellazione informativa e lavora su progetti specifici, utilizzando software dedicati per creare modelli e documenti informativi. Principali competenze:

  • Modellazione 3D: Il BIM Specialist deve essere in grado di creare e gestire modelli tridimensionali dettagliati delle strutture.
  • Gestione dei dati: Questo professionista deve essere abile nella raccolta e gestione dei dati BIM, garantendo la loro accuratezza e coerenza.
  • Collaborazione: Deve collaborare con altri membri del team BIM per assicurare che il flusso di lavoro sia efficiente e che tutti abbiano accesso alle informazioni necessarie.
  • Risoluzione dei problemi: È importante saper risolvere eventuali problemi tecnici o di comunicazione nel processo BIM.
  • Conoscenza dei software BIM: Deve essere competente nell’uso di software BIM specifici come Edificius, Edificius-MEP, Revit, ArchiCAD, ecc.

BIM Coordinator

Il BIM Coordinator gestisce il flusso informativo e il team di BIM Specialist all’interno della commessa. Garantisce l’efficienza dei processi digitalizzati. Principali competenze:

  • Pianificazione: Il BIM Coordinator deve pianificare e coordinare l’implementazione del BIM all’interno dell’organizzazione.
  • Gestione dei flussi informativi: Deve garantire che le informazioni fluiscano senza intoppi tra i vari team e le diverse fasi di progetto.
  • Standardizzazione: Deve sviluppare e applicare standard BIM all’interno dell’azienda per garantire coerenza e qualità.
  • Formazione e supporto: Spesso è responsabile della formazione e del supporto tecnico per gli altri membri del team BIM.
  • Conoscenza dei processi aziendali: Deve comprendere i processi aziendali per integrare con successo il BIM nelle operazioni quotidiane.

BIM Manager

Il BIM Manager supervisiona i processi digitalizzati a livello organizzativo. Definisce le regole per l’implementazione dei processi e gestisce le commesse aziendali. Principali competenze:

  • Strategia BIM: Il BIM Manager definisce la strategia aziendale per l’implementazione del BIM, stabilendo obiettivi e procedure.
  • Gestione delle risorse: Deve gestire risorse umane e tecnologiche per garantire il successo dei progetti BIM.
  • Conformità normativa: Deve assicurarsi che l’azienda sia conforme alle normative BIM e alle richieste dei committenti.
  • Ricerca e sviluppo: Spesso è responsabile dell’identificazione delle nuove tecnologie e delle migliori pratiche nell’ambito del BIM.
  • Comunicazione: Deve essere in grado di comunicare la strategia BIM a tutti i livelli dell’organizzazione.

CDE Manager

Il CDE Manager è responsabile dell’ambiente di condivisione dati. Garantisce la correttezza e la tempestività del flusso di informazioni tra le parti coinvolte. Principali competenze:

  • Gestione del Common Data Environment (CDE): Questo ruolo si concentra sulla gestione del CDE, un ambiente di condivisione dati centrale in un progetto BIM.
  • Sicurezza dei dati: Deve garantire la sicurezza e l’integrità dei dati all’interno del CDE.
  • Controllo delle versioni: È responsabile della gestione delle diverse versioni dei modelli e dei documenti all’interno del CDE.
  • Accesso e condivisione: Deve gestire l’accesso e la condivisione dei dati con le diverse parti coinvolte nel progetto.
  • Conformità e audit: Spesso è coinvolto nella verifica della conformità BIM e negli audit di progetto.

Esame per la certificazione BIM

Requisiti di accesso

I requisiti minimi per accedere all’esame di certificazione BIM variano in base al profilo professionale. Per tutti è sempre prevista la validazione del curriculum ed il possesso di un grado di istruzione pari o superiore al diploma di scuola media di secondo grado. Poi, a seconda del profilo scelto, possono esserci differenze: ad esempio, per diventare BIM Specialist è necessaria un’esperienza di lavoro specifica di almeno 3 mesi nella disciplina scelta; per diventare BIM Manager gli anni di esperienza richiesti sono 5.

Svolgimento degli Esami

L’esame di certificazione BIM deve essere predisposto da un Organismo di Certificazione accreditato. L’esame valuta le conoscenze e le abilità dei candidati. L’esame prevede tre prove:

  • una prova scritta costituita da un test di 30 domande a risposta multipla sulla metodologia BIM;
  • una prova pratica, in cui il professionista dovrà sviluppare un caso pratico simulando la gestione di una commessa mediante la produzione di elaborati documentali redatti in risposta a definite richieste della committenza;
  • un colloquio avente ad oggetto gli argomenti d’esame e quesiti ad hoc estratti a sorte da una “banca domande” fornita dall’Organismo di Certificazione.

L’esame può essere sostenuto presso un Organismo di Valutazione, come ad esempio ACCA software.

piani di formazione BIM

Mantenimento della Certificazione

La durata della certificazione è quinquennale e il suo mantenimento è subordinato all’esito positivo della sorveglianza annuale svolta dall’Organismo di certificazione, costituita da una verifica documentale (attestante il mantenimento delle competenze previste) e dal regolare versamento della quota annuale.

Costi ed iscrizione

I costi dell’esame variano a seconda del profilo professionale; può andare dai circa 500 € per l’esame per BIM Specialist ai 900 € per quello da BIM Manager. Generalmente le informazioni e le procedure da seguire per l’accesso all’esame di certificazione sono disponibili all’interno del corso.

Corsi

Per diventare un professionista BIM può essere utile seguire percorsi formativi che aiutino a consolidare le conoscenze proprie di quella attività. Per questo esistono corsi specializzati, erogati in presenza o anche online su specifiche piattaforme BIM course, in grado di fornire una formazione completa sul Building Information Modeling, coprendo aspetti tecnici, normativi e pratici. Si tratta di preziosi strumenti per acquisire le conoscenze necessarie e prepararsi al meglio per il superamento dell’esame di certificazione BIM. In ragione dei diversi profili professionali BIM, sono organizzate diverse tipologie di corsi:

Certificazione BIM per i professionisti tecnici

Accordo tra ICMQ e ACCA software

L’importanza della certificazione professionale delle competenze in ambito BIM, ha fatto si che da tempo ACCA software sottoscrivesse un accordo con ICMQ, Organismo di Certificazione tra i primi in Italia a intraprendere un percorso per l’ottenimento dell’accreditamento da parte di ACCREDIA, per la somministrazione degli esami per la certificazione di tutte le figure certificabili ai sensi della UNI 11337-7
Tale accordo, operativo già dal 2019, ha consentito in questi anni a numerosi tecnici italiani di ottenere questo importante riconoscimento.

Accordo tra Fondazione CNI e ACCA software

In un contesto di consapevolezza circa la sempre maggiore importanza della certificazione BIM per il settore delle costruzioni e per l’intero sistema Paese si inserisce il recente accordo tra la Fondazione del Consiglio Nazionale Ingegneri e ACCA software per la certificazione dei professionisti che utilizzano il Building Information Modeling (BIM).

La certificazione BIM” dichiara Guido Cianciulli, CEO ACCA software “promuoverà l’innovazione, la qualità e l’eccellenza nel campo dell’architettura e dell’ingegneria, preparando i professionisti per le sfide del futuro e garantendo un alto standard di servizio per il mercato. Per questo siamo particolarmente orgogliosi di annunciare la nostra collaborazione con la Fondazione del Consiglio Nazionale Ingegneri per la certificazione BIM dei professionisti tecnici. ACCA software è determinata a sostenere questo obiettivo e a contribuire al successo dei professionisti BIM.

Conclusioni

In un settore particolarmente dinamico come si sta dimostrando attualmente quello edile attraverso l’implementazione di nuove tecnologie e la realizzazione di processi di digitalizzazione, è fondamentale non restare indietro. In questo la certificazione BIM risulta fondamentale e prepararsi adeguatamente può fare la differenza nella tua carriera. Considera anche tu la possibilità di certificarti per migliorare le tue prospettive di carriera e scegli i percorsi formativi di certificazione BIM su misura di ACCA, leader italiano del BIM per l’edilizia, l’architettura e l’ingegneria, l’esperto N°1 IFC-openBIM®, l’azienda con il maggior numero di software certificati IFC da buildingSMART International al mondo.

 

corsi-e-certificazioni-bim
corsi-e-certificazioni-bim

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *