Home » Notizie » Sicurezza Cantieri e Luoghi di Lavoro » Calzature da lavoro e DPI: ecco la UNI EN ISO 20347:2022

Sicurezza calzature da lavoro e DPI

Calzature da lavoro e DPI: ecco la UNI EN ISO 20347:2022

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Pubblicata da UNI la versione italiana della norma sui requisiti base delle calzature da lavoro. Ecco i dettagli

Gli ambienti di lavoro in generale possono nascondere insidie e pericoli per chi vi opera, per cui la sicurezza non può permettersi di abbassare la guardia; ed è appunto di dispositivi per la protezione individuale che si è interessata la commissione “Sicurezza” dell’UNI a proposito del recepimento in italiano della EN ISO 20347.

Nel dettaglio:

  • UNI EN ISO 20347:2022Dispositivi di protezione individuale – Calzature da lavoro“.
Sappiamo che i dispositivi di protezione individuali rappresentano una importante prevenzione per la mitigazione del rischio. Per ogni rischio è importante individuare i DPI più adatti per svolgere la lavorazione in sicurezza. Se vuoi indicazioni precise e rispettose della legge nella scelta dei DPI per le lavorazioni in cantiere puoi usare un software per i piani di sicurezza, in modo da avere sempre indicazioni certe.

La UNI EN ISO 20347:2022 sulle calzature da lavoro

Il documento proposto specifica i requisiti di base e supplementari (quindi quelli facoltativi) per le calzature da lavoro per usi generali. Per esempio, include i rischi meccanici, la resistenza allo scivolamento, i rischi termici e il comportamento ergonomico.

La UNI EN ISO 20347:2022 specifica, inoltre, i requisiti delle:

  • calzature da lavoro dotate di plantari personalizzati,
  • calzature da lavoro personalizzate o di quelle personalizzate dal fabbricante singolarmente.

La norma NON tratta la proprietà dell’alta visibilità dovuta all’interazione con l’abbigliamento (per esempio, pantaloni che coprono le calzature) e le condizioni della zona di lavoro (per esempio, sudiciume, fango, ecc.).

I rischi speciali sono trattati mediante norme complementari specifiche per lavoro (per esempio calzature per vigili del fuoco, calzature ad isolamento elettrico, protezione contro lesioni dall’uso di seghe a catena, protezione da sostanze chimiche e da spruzzi di metalli fusi, protezione per motociclisti).

All’interno della UNI EN ISO 20347 sono riportati i seguenti riferimenti normativi:

  • ISO 20344:2021 “Dispositivi di protezione individuale – Metodi di prova per calzature“;
  • EN 13832-3:2018 “Protezione delle calzature dagli agenti chimici – Parte 3: Requisiti per calzature altamente resistenti agli agenti chimici in condizioni di laboratorio“.

La UNI EN ISO 20347:2022 sostituisce la UNI EN ISO 20347:2012

Ti ricordo che la sicurezza di chi lavora in un cantiere è obbligo morale e di legge passibile di gravi sanzioni penali, essa deve essere tutelata con la migliore progettazione che tenga conto di ogni adempimento prescritto a norma, ed è per questo che desidero suggerirti di provare il software piani di sicurezza che darà più valore al tuo lavoro in tal senso.

 

La UNI EN ISO 20347:2022 è scaricabile a pagamento dal sito UNI

 

certus
certus

 

0 commenti

Lascia un Commento

Cosa ne pensi?
Lascia un commento sull'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *