Buone Pratiche in edilizia: modello operativo di coinvolgimento diretto

Il modello “Casole d’Elsa”,approvato il 4 luglio scorso dalla Commissione Consultiva Permanente, ha come obiettivo il miglioramento dei processi adottati da imprese del settore delle costruzioni e del settore della pesca, inerenti:

Il D.Lgs. 81/2008 (Testo Unico per la Sicurezza) definisce “buone prassi” le soluzioni organizzative o procedurali coerenti con la normativa vigente e con le norme di buona tecnica, adottate volontariamente, finalizzate a promuovere la salute e sicurezza sui luoghi di lavoro attraverso la riduzione dei rischi e il miglioramento delle condizioni di lavoro.

Per l’approvazione di una buona prassi è necessaria la procedura di validazione da parte del Ministero del Lavoro.
Il 4 luglio 2012 la Commissione Consultiva Permanente ha approvato il modello “Casole d’Elsa” (in riferimento alla cittadina in provincia di Siena) delle buone prassi.

Il modello ha come obiettivo il miglioramento dei processi adottati da imprese del settore delle costruzioni e del settore della pesca, inerenti:

  • la salute, la sicurezza e l’ergonomia nei luoghi di lavoro
  • la riduzione degli infortuni e dei rischi per i lavoratori e miglioramento delle condizioni di lavoro
  • l’eliminazione del lavoro irregolare
  • la facilitazione del rispetto della normativa vigente
  • il miglioramento dell’organizzazione del lavoro e del controllo del cantiere edile
  • l’aumento della consapevolezza dei lavoratori e degli altri soggetti

In particolare, le buone prassi validate dalla Commissione sono le seguenti:

  • la promozione della salute e della sicurezza sul lavoro nei cantieri edili
  • la realizzazione in un peschereccio di una piattaforma rialzabile in zona poppiera
  • la realizzazione di un peschereccio nuovo, con riprogettazione di tutta la linea produttiva
  • la realizzazione di due vasche di raccolta (baie) del pescato in zona poppiera su un peschereccio al traino con rete “volante”

Clicca qui per scaricare le Buone Prassi del Comune d’Elsa

 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *