Bonus facciate: detraibili anche le spese di impermeabilizzazione dei balconi

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

L’Agenzia delle Entrate chiarisce che sono detraibili con il bonus facciate anche le spese di impermeabilizzazione, ri-pavimentazione e rifacimento dei sotto balconi

Con la risposta all’interpello n. 411 del 25 settembre, l’Agenzia delle Entrate torna a chiarire alcuni aspetti legati al bonus facciate.

In particolare con il nuovo quesito viene chiesto all’Agenzia se la detrazione del 90% dei lavori, effettuati sulle facciate degli edifici, spetti anche nel caso di interventi sui balconi.

Il quesito del contribuente

L’istante vorrebbe procedere, insieme agli altri condomini, a lavori di restauro dell’edificio condominiale fruendo, per le spese sostenute, del bonus facciate.

Egli chiede se sono detraibili le spese per:

  • rimozione pavimentazione esistente;
  • impermeabilizzazione e rifacimento della pavimentazione;
  • rimozione e riparazione delle parti ammalorate dei sotto-balconi e successiva tinteggiatura;
  • rimozione e riparazione delle parti ammalorate dei frontalini dei balconi e successiva tinteggiatura.

La risposta delle Entrate

L’Agenzia ricorda prima di tutto che l’articolo 1, commi da 219 a 223 della legge di Bilancio 2020, disciplina una detrazione dall’imposta lorda pari al 90 % delle spese documentate sostenute nell’anno 2020 per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A o B.

Inoltre, il Fisco ricorda che i chiarimenti su tale agevolazione sono stati forniti con la circolare 14 febbraio 2020, n. 2/E.

Nella suddetta circolare n. 2/E del 2020 è stato precisato, tra l’altro, che l’esplicito richiamo agli interventi realizzati esclusivamente sulle strutture opache della facciata, sui balconi, ornamenti e fregi, comporta che sono ammessi al bonus facciate gli interventi sull’involucro esterno visibile dell’edificio, vale a dire sia sulla parte anteriore, frontale e principale dell’edificio.

La detrazione, inoltre, spetta, tra l’altro, anche per gli altri eventuali costi strettamente collegati alla realizzazione degli interventi in questione.

Da qui ne deriva che:

il bonus facciate spetta anche per le spese sostenute per la rimozione e impermeabilizzazione e rifacimento della pavimentazione del balcone nonché per rimozione e riparazione delle parti ammalorate dei sotto-balconi e dei frontalini e successiva tinteggiatura.

 

Clicca qui per scaricare l’interpello delle Entrate

 

termus

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *