Bonus edilizia 2022

Bonus edilizia 2022: scadenze e novità

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Quali sono i bonus edilizia e le novità per il 2022? Come cambiano le scadenze? Ecco la lista degli incentivi fiscali per ristrutturare casa

La legge di Bilancio 2022 ha riscritto le scadenze per i bonus edilizia e definito nuove regole per alcuni di questi.

Si prevede una scadenza generalizzata al 2024 per tutti i bonus casa, proroghe differenziate per il Superbonus 110%, una importante diminuzione della percentuale di detrazione per il bonus facciate (dal 90% al 60%).

Viene introdotto un nuovo bonus barriere architettoniche con la possibilità de detrazione al 75%, senza necessità di interventi trainanti e con plafond di spesa dedicati.

Ridotto anche il tetto di spesa per il bonus mobili, che per il 2022 scende da 16.000 € a 10.000 € e continuerà la sua discesa nel 2023, quando il tetto di spesa sarà pari a 5.000 €.

Di seguito l’elenco completo dei bonus prorogati con i link a tutte le novità e le regole per il 2022.

Per seguire correttamente tutte le nuove regole sui bonus edilizia 2022, ti consiglio 2 strumenti indispensabili:

Le scadenze dei bonus edilizia 2022

Le scadenze per i bonus edilizia, come anticipato, sono molto variegate.

La seguente infografica ci fornisce il quadro delle scadenze da ricordare.

 

Scadenza bonus casa - infografica BibLus

Infografica scadenze bonus edilizia

Di seguito il riepilogo delle scadenze principali

Superbonus 110, novità 2022 e scadenze differenziate

Il Superbonus 110 è riconfermato.

Queste le nuove scadenze:

  • 31/12/2022 per gli edifici unifamiliari o assimilabili, a condizione che entro il 30/06/2022 sia stato concluso almeno il 30% del totale dei lavori, altrimenti la scadenza rimane al 30/06/2022;
  • 31/12/2025 per condomini, edifici uniproprietario da 2 a 4 unità immobiliari ed ONLUS – con una percentuale di detrazione del 110% fino al 2023, del 70% per tutto il 2024 e del 65% per tutto il 2025;
  • 31/12/2023 per IACP cooperative di abitazione a proprietà indivisa, a condizione che entro il 30/06/2023 è stato concluso almeno il 60% del totale dei lavori;
  • 30/06/2022 per ASD SSD.

Ecobonus 2022

L’ecobonus durerà fino al 2024, con una detrazione pari a 50% o 65% e tetti di spesa variabili in funzione degli interventi. Le regole restano le stesse.

Sismabonus 2022

Anche il sismabonus sarà utilizzabile nel 2024. Si tratta di una detrazione fiscale per gli interventi di messa in sicurezza statica degli edifici. Prevede un’agevolazione con aliquote variabili in funzione della tipologia di immobile e delle classi di rischio sismico ridotte; in particolare, per gli edifici unifamiliari lo sconto va dal 50 al 70%, mentre per i condomini arriva fino all’85%.

Bonus facciate 2022

Il bonus facciate cesserà il 31 dicembre 2022, ma la detrazione passa dal 90% al 60%.

Bonus ristrutturazione 2022

Rinnovato fino al 2024 anche il bonus ristrutturazioni nella misura del 50%. Ricordiamo che si tratta di una misura già resa strutturale dal dl 201/2001 nella misura del 63%, ma di anno in anno prorogato nella misura del 50%, fino a un tetto di 96.000 euro per unità immobiliare.

Bonus mobili 2022

Queste le nuove regole per il bonus mobili:

  • detrazione: del 50%;
  • limiti di spesa: 10.000 per il 2022 e 5.000 per il 2023 e il 2024;
  • scadenza: 31/12/2024;
  • cessione del credito: NO.

Bonus verde 2022

Ecco sinteticamente le nuove regole:

  • detrazione: del 36% fino a 5.000 €;
  • scadenza: 31/12/2024;
  • cessione del credito: NO.

Infine ti ricordo che per seguire correttamente tutte le nuove regole sui bonus edilizia 2022 ti consiglio 2 strumenti utilissimi:

 

usBIM.superbonus

 

3 commenti
  1. andrea
    andrea dice:

    io non riesco a capire: il bonus ristrutturazione, cosi come l’ecobonus, sono ammessi solo per lavori di manutenzione straordinaria e non ordinaria, eppure non è necessaria l’asseverazione e il visto di conformità per interventi realizzabili in edilizia libera…. non riesco decisamente a comprendere

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.