Home » Notizie » Bonus edilizi » Superbonus e bonus edilizi: le guide 2024 dell’Agenzia delle Entrate

Bonus-edilizi-2024

Superbonus e bonus edilizi: le guide 2024 dell’Agenzia delle Entrate

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Superbonus, bonus ristrutturazione, ecobonus, bonus mobili, barriere architettoniche, sisma bonus: cosa cambia e cosa c’è da sapere

Il mondo del Superbonus e dei bonus edilizi ha subito negli ultimi anni più di 40 cambiamenti normativi.

Rimodulazioni, décalage, riduzione delle agevolazioni e dei tetti di spesa, stop alla cessione del credito: dopo tante limitazioni ha ancora senso iniziare nuovi lavori edilizi facendo affidamento alle agevolazioni fiscali in vigore?

Scopri cosa si può ancora fare con i bonus edilizi alla luce delle ultime novità. Leggi l’articolo e scarica le guide fiscali 2024 alle agevolazioni edilizie in detrazione a cura dell’Agenzia delle Entrate.

Se devi iniziare una nuova pratica, oltre avere un quadro chiaro delle opportunità disponibili, ti consigliamo un software con chiare linee guida sui bonus edilizi per scegliere e gestire al meglio i progetti.

Superbonus 2024

La maxi-detrazione, meglio conosciuta come Superbonus, nel corso degli anni si è mutata in diverse misure, difatti essa è passata da una maxi-detrazione del 110%, al 90% solo in alcuni casi specifici fino al 31 dicembre 2023, passando al 70% nel 2024 e fino ad arrivare al 65% dal primo gennaio 2025 al 31 dicembre 2025.

Il Superbonus 2024 agevola diversi interventi di efficientamento energetico e riduzione del rischio sismico, alcuni sono trainanti e consentono un accesso diretto alla detrazione fiscale, altri trainati e usufruiscono del Superbonus solo se eseguiti insieme a uno dei primi.

Scopri di più sul Superbonus 2024 nel nostro approfondimento e scarica la guida fiscale 2024 dell’Agenzia delle Entrate.

Ecobonus 2024

Prevede detrazioni fiscali per interventi di miglioramento dell’efficienza energetica su tutti i tipi di immobili, con particolare attenzione all’adozione di tecnologie basate sulle fonti rinnovabili di energia.
Il bonus fa parte della famiglia ordinaria disciplinata dall’art. 16-bis del Testo Unico Imposte sui Redditi (TUIR) e consente, in via transitoria per il 2024, un’agevolazione del 50%/65% per un importo massimo agevolabile di 96mila euro, da ripartire anch’esso in 10 quote annuali di pari importo.

La “versione SuperEcobonus” (detrazione del 70% nel 2024 e del 65% nel 2025) è riservata a condomini ed edifici composti da 2 a 4 unità immobiliari.

Scopri di più sull’Ecobonus 2024 nel nostro approfondimento e scarica la guida fiscale 2024 dell’Agenzia delle Entrate.

Sismabonus 2024

Prevede agevolazioni per interventi antisismici, con particolare attenzione alla sicurezza statica degli edifici, inclusi quelli situati nei centri storici. La detrazione è valida fino al 31 dicembre 2024 e varia a seconda della classe sismica migliorata. A regime prevede una detrazione del 36% per le spese documentate, con un importo massimo ammissibile di 48mila euro per unità immobiliare, da ripartire in 10 quote annuali di pari importo.

Nel 2024, è previsto un massimo di spesa di 96mila euro per unità immobiliare. Se gli interventi non comportano alcun miglioramento di classe sismica, la detrazione è del 50%; con abbassamento di una classe di rischio, la detrazione è del 70%; se il passaggio è di due classi di rischio inferiori, la detrazione sale all’80%.
Mentre, per gli interventi sulle parti comuni di condomini nelle zone sismiche 1-2-3, avviati dopo il 1° gennaio 2017, che comportano una riduzione del rischio sismico, la detrazione è del 75% per un passaggio ad una classe di rischio inferiore e dell’85% per un passaggio a due classi di rischio inferiori.

La detrazione Supersismabonus (anche in questo caso riservata a condomini ed edifici composti da 2 a 4 unità immobiliari) copre le spese sostenute fino al 2025 nella misura del 70% nel 2024 e del 65% per le spese sostenute dal 1° gennaio 2025 al 31 dicembre 2025.
Tuttavia è importante ricordare che il D.L. 39/2024 meglio conosciuto come decreto Superbonus ha limitato istituito un fondo da 35 milioni di euro per il 2025 destinato agli interventi di riqualificazione energetica e strutturale su immobili danneggiati da eventi sismici dal primo aprile 2009 come Emilia-Romagna, Ischia, Molise, Calabria e Basilicata nel 2025.

Scopri di più sul Sismabonus 2024 nel nostro approfondimento e scarica la guida fiscale 2024 dell’Agenzia delle Entrate.

Bonus Ristrutturazione 2024

La detrazione per la ristrutturazione edilizia, a regime del 36% fino a 48mila euro, è innalzata nel 2024 al 50% con 96mila euro. Per gli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche si può arrivare fino al 75% delle spese sostenute.

Scopri di più sul Bonus Ristrutturazione nel nostro approfondimento e scarica la guida fiscale 2024 dell’Agenzia delle Entrate.

Bonus Mobili 2024

Prevede una detrazione fiscale per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica elevata, collegati a interventi di recupero edilizio, finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione, ripartita in 10 rate annuali di pari importo, è del 50% delle spese sostenute e calcolata su un totale non superiore a 5.000 € per l’anno 2024.

Scopri di più sul Bonus Mobili 2024 nel nostro approfondimento e scarica la guida fiscale 2024 dell’Agenzia delle Entrate.

Bonus Verde 2024

Consiste in una detrazione del 36% ed è limitata a un massimo di € 5.000,00 per unità immobiliare ad uso abitativo delle spese documentate sostenute negli anni 2021, 2022, 2023 e 2024. Possono beneficiare del Bonus Verde i contribuenti che possiedono o detengono l’immobile oggetto degli interventi, non necessariamente il proprietario, ma anche il nudo proprietario, il titolare di un diritto reale di godimento, il comodatario, il locatario, i soci di cooperative e gli imprenditori individuali. Anche i familiari conviventi, i coniugi separati, i conviventi e i promissari acquirenti che soddisfano determinate condizioni possono usufruire della detrazione.

Scopri di più sul Bonus verde 2024 nel nostro approfondimento e scarica la guida fiscale 2024 dell’Agenzia delle Entrate.

Bonus edilizi: cosa cambia con il il D.L. 39/2024

Il mondo dell’edilizia è in attesa di una revisione complessiva del sistema delle agevolazioni.

Il D.L. 39/2024 fornisce già alcune indicazioni sul nuovo corso, sancendo la fine della fase della moneta fiscale e riportando tutte le agevolazioni su un periodo di ammortamento più esteso, integrato nella dichiarazione dei redditi.

Leggi il nostro approfondimento sul Decreto Superbonus 2024

 

 

Software SuperBonus Gamma Completa

 

Software SuperBonus Gamma Completa

 

0 commenti

Lascia un Commento

Cosa ne pensi?
Lascia un commento sull'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *