Bonus mobili dichiarazione redditi

Bonus mobili: come gestire la detrazione nella dichiarazione dei redditi?

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Ecco come compilare la sezione sul bonus mobili nella dichiarazione dei redditi: per i pagamenti avvenuti nel 2020 l’importo massimo detraibile era di 10.000 euro

Sulla rivista telematica FiscoOggi, l’Agenzia delle Entrate risponde alla domanda di un contribuente circa il “bonus mobili“, ossia la detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, destinata alle abitazioni  su cui si è usufruito del bonus ristrutturazioni.

Nello specifico la domanda del contribuente è la seguente:

Ho aperto la pratica Cila per ristrutturare l’appartamento di proprietà all’inizio del 2020.

In seguito, ho acquistato l’arredamento pagando con bonifico parlante un acconto di 5.000 euro e, successivamente, il saldo di 8.500 euro.

La somma delle fatture supera il tetto massimo previsto per la detrazione. Come le devo inserire nella dichiarazione dei redditi?

Il Fisco innanzitutto presuppone che:

  • i beni acquistati abbiano effettivamente diritto alla detrazione;
  • entrambi i pagamenti siano avvenuti nel 2020, data in cui il limite massimo di spesa detraibile era pari a 10.000 euro.

Pertanto, in merito alla compilazione della dichiarazione dei redditi chiarisce che il contribuente dovrà indicare nel rigo E57 – colonna 2 “Spesa arredo immobile” – del modello 730, o nel rigo RP57 se compila il modello Redditi Pf, l’importo delle spese sostenute.

Inoltre, sebbene la somma delle fatture superava il tetto previsto, il limite massimo ammissibile per le spese effettuate nel 2020 era pari a 10.000 euro.

Il Fisco ribadisce anche che il requisito fondamentale per poter accedere alla detrazione è che la data di inizio lavori di ristrutturazione deve essere precedente a quella in cui si acquistano mobili e grandi elettrodomestici.

Non è fondamentale, invece, che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l’arredo dell’immobile.

Le novità della legge di Bilancio 2021

Ricordiamo che la legge di Bilancio 2021 è intervenuta modificando alcuni aspetti legati alla detrazione (Vedi: Bonus mobili, la guida delle Entrate aggiornata a gennaio 2021), ossia:

  • l’agevolazione è stata estesa anche agli acquisti effettuati nel 2021;
  • l’importo massimo del bonus mobili è stato innalzato a 16.000 euro, rispetto ai precedenti 10.000 euro, che ora vanno considerati per gli acquisti effettuati entro il 31 dicembre 2020.

 

Clicca qui per scaricare la guida bonus mobili

 

factus
factus

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *