Home » BIM Topic » BIM e GIS » BIM e GIS negli appalti pubblici: come sfruttare la tecnologia per una maggiore efficienza

BIM e GIS negli appalti pubblici

BIM e GIS negli appalti pubblici: come sfruttare la tecnologia per una maggiore efficienza

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Valutazioni di impatto ambientale, sociale ed economico; ottimizzazione del processo di avanzamento lavori; gestione e manutenzione delle opere. Ecco come fare grazie all’integrazione BIM e GIS negli appalti pubblici

L’utilizzo delle tecnologie digitali, come il Building Information Modeling (BIM) e il Geographic Information System (GIS), sta diventando sempre più comune nell’ambito degli appalti pubblici. In questo articolo, esploreremo come queste tecnologie possono essere utilizzate per migliorare l’efficienza dei processi di appalto pubblico, quali sono i benefici che possono essere ottenuti e perché conviene avere un gis digital twin del progetto.

Cos’è il BIM?

Il BIM è un processo di gestione delle informazioni che consente di creare un modello digitale 3D di un edificio o di un’infrastruttura che contiene informazioni dettagliate su ogni suo elemento, dalla struttura alle installazioni elettriche e idrauliche.

Come il BIM può essere utilizzato negli appalti pubblici

Il BIM può essere utilizzato in tutti i processi di appalto pubblico, dalla progettazione alla costruzione e alla gestione dell’edificio, offrendo numerosi vantaggi:

  • Migliorare la qualità della progettazione: Il BIM consente ai progettisti di visualizzare l’intero edificio in modo dettagliato, permettendo di individuare eventuali problemi o errori già in fase di progettazione. Ciò consente di risparmiare tempo e denaro in fase di costruzione.
  • Ottimizzare la pianificazione della costruzione: Il BIM permette ai progettisti di pianificare la costruzione dell’edificio in modo più efficiente, individuando eventuali problemi nella logistica o nella pianificazione. In questo modo si riducono i tempi di costruzione e si migliora la sicurezza sul luogo di lavoro.
  • Migliorare la collaborazione tra i professionisti coinvolti: Il BIM consente ai vari professionisti coinvolti nel progetto di lavorare su una piattaforma condivisa, permettendo una maggiore collaborazione e coordinazione, riducendo i rischi di errori e migliorando la qualità del progetto.
  • Ottimizzare la gestione dell’edificio: Il BIM permette una gestione più efficiente dell’edificio, consentendo ai proprietari di monitorare lo stato della costruzione e gestire la manutenzione in modo più efficiente.

Cos’è il GIS?

Il GIS (Geographic Information System) è un sistema di informazioni geografiche, che permette di analizzare, gestire e visualizzare dati relativi a posizioni geografiche specifiche, utilizzando mappe e database.

Come il GIS può essere utilizzato negli appalti pubblici

Il GIS consente di visualizzare e analizzare i dati geografici in modo più efficace. Questo è particolarmente importante negli appalti pubblici, dove molte infrastrutture si estendono su aree geografiche molto vaste. Il GIS può essere utilizzato negli appalti pubblici per:

  • Analisi del territorio: Il GIS consente di analizzare i dati geografici del territorio in cui verrà costruito l’edificio. Ciò consente ai progettisti di comprendere meglio le caratteristiche del territorio e di individuare eventuali problemi o rischi associati alla costruzione.
  • Identificazione dei siti di costruzione: Il GIS consente di individuare i siti di costruzione più idonei in base alle caratteristiche del territorio e alle esigenze del progetto. Ciò consente di ridurre i tempi di progettazione e di costruzione.
  • Gestione dei rischi ambientali: Il GIS consente di monitorare l’impatto ambientale dell’edificio e di gestire i rischi ambientali associati alla costruzione. Ciò consente di minimizzare gli impatti negativi sull’ambiente e di garantire la sostenibilità dell’edificio.

BIM e GIS - integrazione - appalti pubblici

Vantaggi dell’utilizzo del BIM e del GIS negli appalti pubblici

L’utilizzo del BIM e del GIS negli appalti pubblici offre numerosi vantaggi, tra cui:

Riduzione dei costi

Il BIM ed il GIS consentono una gestione più efficiente del progetto, riducendo i costi associati alla progettazione, alla costruzione e alla gestione dell’edificio.

Miglioramento della qualità del progetto

Il BIM ed il GIS, permettendo una maggiore collaborazione e coordinazione tra i professionisti coinvolti nel progetto, migliorano la qualità del progetto e contribuiscono a ridurre i rischi di errori.

Riduzione dei tempi di costruzione

Le 2 tecnologie (BIM e GIS) permettono una pianificazione e una gestione più efficiente della costruzione, riducendo i tempi di costruzione e migliorando la sicurezza sul luogo di lavoro.

Maggiore sostenibilità

Il BIM ed il GIS consentono di ridurre l’impatto ambientale dell’edificio e di garantire la sostenibilità del progetto.

Quali sono le sfide nell’implementazione di BIM e GIS negli appalti pubblici?

L’implementazione di BIM e GIS negli appalti pubblici può essere una sfida a causa della quantità e complessità dei dati coinvolti e della necessità di collaborare con molte parti interessate. Inoltre, può essere costoso e richiedere una formazione specifica per gli utenti.

Una sfida che può essere agevolmente vinta grazie ad applicazioni, piattaforme collaborative e percorsi formativi nient’affatto onerosi, di semplice apprendimento ed uso:

Come possono essere utilizzati BIM e GIS negli appalti pubblici?

Il BIM e il GIS possono essere utilizzati in vari modi negli appalti pubblici, tra cui:

  • Pianificazione: BIM e GIS possono essere utilizzati per la pianificazione territoriale e l’analisi del territorio, ad esempio per identificare i siti più adatti per la costruzione di infrastrutture.
  • Progettazione: BIM può essere utilizzato per la progettazione degli edifici, consentendo agli architetti e agli ingegneri di creare modelli virtuali tridimensionali e di analizzarli per identificare problemi e trovare soluzioni prima della costruzione fisica dell’edificio.
  • Costruzione: BIM può essere utilizzato per coordinare le attività di costruzione e monitorare lo stato di avanzamento dei lavori.

Conclusioni

In sintesi, l’utilizzo del BIM e del GIS negli appalti pubblici consente di migliorare l’efficienza dei processi di appalto pubblico, riducendo i costi, migliorando la qualità del progetto, riducendo i tempi di costruzione e garantendo la sostenibilità dell’edificio.

L’adozione di queste tecnologie, che consente di creare e gestire Digital Twins Geospaziali dei progetti integrando dati GIS con modelli IFC openBIM, rappresenta un’opportunità per le amministrazioni pubbliche di migliorare la qualità dei servizi offerti ai cittadini e di promuovere lo sviluppo sostenibile del territorio.

 

usbim-geotwin
usbim-geotwin

 

0 commenti

Lascia un Commento

Cosa ne pensi?
Lascia un commento sull'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *