Home » Notizie » BIM e norme tecniche » BIM e gestione sicura delle informazioni: in vigore la UNI EN ISO 19650-5:2020

UNI e BIM: la gestione sicura delle informazioni

BIM e gestione sicura delle informazioni: in vigore la UNI EN ISO 19650-5:2020

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

È in vigore la norma di riferimento sulla sicurezza della gestione informativa mediante il Building Information Modelling

La metodologia BIM rappresenta l’avanguardia ed il futuro prossimo (se non ormai presente) obbligato a cui già tende la progettazione in edilizia! A tal proposito ricordiamo brevemente che, in forza del Decreto 2 agosto 2021, n. 312, dal 1° gennaio 2023 l’obbligatorietà dell’utilizzo del BIM nelle gare di appalto di lavori pubblici passa dai 15 milioni di euro ai 5.350.000 euro. L’asticella verrà abbassata ulteriormente ad importi pari o superiori al 1 milione di euro a decorrere dal 1° gennaio 2025.

UNI, grazie alla commissione “Prodotti, processi e sistemi per l’organismo edilizio“, si è interessata al recente recepimento anche in lingua italiana della EN ISO 19650 parte 5:

  • UNI EN ISO 19650-5:2020Organizzazione e digitalizzazione delle informazioni relative all’edilizia e alle opere di ingegneria civile, incluso il Building Information Modelling (BIM) – Gestione informativa mediante il Building Information Modelling – Parte 5: Approccio orientato alla sicurezza per la gestione informativa“.

Vuoi far parte anche tu del futuro della progettazione e del mondo BIM? Oggi per progettare in modo facile e professionale esiste il software di progettazione architettonica BIM con tutte le funzioni integrate in un unico programma, per la creazione di piante, sezioni, prospetti, dettagli costruttivi, computi, render, il tutto al fine di garantirti più velocità e meno errori per la migliore presentazione del tuo progetto!

La UNI EN ISO 19650-5:2020 sul BIM e la gestione sicura dei dati

Il documento specifica i principi ed i requisiti per la gestione sicura delle informazioni allo stadio di maturità descritto come BIM secondo la serie ISO 19650, e come previsto dalla ISO 19650-1, nonché la gestione orientata alla sicurezza delle informazioni sensibili ottenute, create, elaborate e archiviate come parte di, o in relazione a, qualsiasi altra iniziativa, progetto, risorsa, prodotto o servizio.

La norma affronta i passaggi necessari per creare e coltivare una mentalità ed una cultura della sicurezza appropriate e proporzionate tra le organizzazioni con accesso ad informazioni sensibili, inclusa la necessità di monitorare e verificare la conformità.

L’approccio delineato è applicabile a tutto il ciclo di vita di un’iniziativa, progetto, risorsa, prodotto o servizio, pianificato o esistente, in cui le informazioni sensibili sono ottenute, create, elaborate e/o archiviate.

La UNI EN ISO 19650-5:2020:

  • è destinata a qualsiasi organizzazione coinvolta nell’uso della gestione delle informazioni e delle tecnologie durante creazione, progettazione, costruzione, produzione, funzionamento, gestione, modifica, miglioramento, demolizione e/o riciclaggio di cespiti immobili o prodotti, nonché fornitura di servizi, all’interno dell’ambiente costruito;
  • risulta di interesse e rilevanza per quelle organizzazioni che desiderano proteggere le loro informazioni commerciali, informazioni personali e proprietà intellettuale.

All’interno della UNI EN ISO 19650 parte 5 sono riportati i seguenti riferimenti normativi:

  • ISO 19650-2 “Organizzazione e digitalizzazione delle informazioni sugli edifici e sulle opere di ingegneria civile, incluso il Building Information Modeling (BIM) – Gestione delle informazioni mediante il Building Information Modeling – Parte 2: Fase di consegna dei cespiti immobili”;
  • ISO 19650-3 “Organizzazione e digitalizzazione delle informazioni su edifici e opere di ingegneria civile, incluso il Building Information Modeling (BIM) – Gestione delle informazioni mediante il Building Information Modeling – Parte 3: Fase gestionale dei cespiti immobili”.

 

La UNI EN ISO 19650-5:2020 è scaricabile a pagamento dal sito UNI

 

 

edificius
edificius

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *