Home » BIM Topic » BIM e professioni » BIM Consultant: ruoli, responsabilità e strumenti

BIM Consultant ruoli, responsabilità e strumenti

BIM Consultant: ruoli, responsabilità e strumenti

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Il BIM Consultant aiuta le aziende ad implementare il BIM nei loro processi. Scopri in che modo questa figura supporta la gestione dei processi digitalizzati

Sei un’azienda intenzionata a implementare la metodologia BIM nella tua organizzazione e vuoi capire chi può supportarti in questo processo di cambiamento? Oppure sei un professionista in cerca di nuovi orizzonti lavorativi nell’ambito del Building Information Modeling?In questo articolo scopriremo insieme il significato di BIM Consultant. In particolare, capiremo chi è e cosa fa un consulente BIM, come lo si diventa e in che modo questa figura supporta la gestione dei processi digitalizzati.

Cos’è un BIM Consultant?

Con l’introduzione del BIM nei processi di progettazione, costruzione e gestione delle opere del settore AEC (Architecture, Engineering & Construction), numerose organizzazioni si sono trovate di fronte alla necessità di riformulare i flussi di lavoro tradizionalmente adottati. La transizione al BIM può essere molto complessa in quanto richiede la valutazione di svariati fattori e l’adozione di strategie adeguate e specifici software BIM necessari a soddisfare gli obiettivi previsti.

Per implementare con successo la metodologia BIM all’interno della struttura aziendale, riducendo al minimo i rischi e le possibilità di errore, è utile fare riferimento alla figura del BIM Consultant. Ma cos’è un BIM Consultant?

Il BIM Consultant è un soggetto specializzato nell’utilizzo della metodologia BIM che, grazie alle sue competenze, è in grado di informare e guidare l’operato degli attori coinvolti nello sviluppo di flussi di lavoro basati su un approccio di tipo BIM.

Prima di analizzare cosa fa un BIM Consultant, è importante precisare che si tratta di un soggetto esterno all’organico aziendale. La possibilità di rivolgersi a un consulente esterno risulta vantaggiosa soprattutto per le aziende che iniziano ad interfacciarsi al mondo BIM, che non sono ancora dotate dell’esperienza necessaria, e che potranno beneficiare delle capacità offerte da una figura altamente qualificata, senza tuttavia sostenere gli oneri per l’assunzione di un soggetto a tempo indeterminato.

L’obiettivo principale di un BIM Consultant è quello di contribuire alla diffusione della metodologia BIM, affiancando professionisti, aziende e imprese nello svolgimento di diverse attività.

Ad esempio, il BIM Consultant conduce analisi finalizzate alla definizione di strategie e flussi di lavoro standardizzati, da adottare per un’efficace implementazione del BIM a livello aziendale. Ma i servizi offerti da un Consulente BIM supportano anche:

  • le attività di progettazione e creazione dei modelli BIM, secondo le diverse discipline (architettonica, strutturale, impiantistica, ecc.);
  • la configurazione dell’Ambiente di Condivisione Dati, tramite una piattaforma collaborativa BIM, per garantire un efficiente scambio informativo;
  •  l’elaborazione dei deliverable gestionali di competenza del committente o del contraente (Capitolato Informativo, Offerta e Piano di Gestione Informativa, Piani di consegna delle informazioni, ecc.);
  • le procedure di coordinamento e BIM validation, per assicurare la qualità e l’affidabilità delle informazioni prodotte;
  • la gestione e la revisione dei documenti di progetto;
  • la scelta di piattaforme e pacchetti software adeguati a supportare le operazioni previste;
  • l’allineamento agli standard di interoperabilità;
  • la gestione del processo BIM in ogni sua dimensione BIM (tempi, costi, sostenibilità, facility management);
  • la formazione dei soggetti coinvolti nella gestione dei processi digitalizzati con specifici corsi BIM.

In sintesi, che si tratti di aiuto strategico, supporto tecnico, formazione o implementazione del processo, il compito del BIM Consultant è quello di garantire un’efficiente ed efficace applicazione della metodologia BIM.

Come faccio a diventare BIM Consultant?

Se sei interessato a diventare BIM Consultant devi sapere che non è prevista una certificazione specifica per ricoprire questo ruolo. Tuttavia dovrai acquisire molta esperienza e maturare le competenze e le abilità necessarie a fornire il supporto di cui i soggetti impegnati nella gestione dei processi BIM avranno bisogno.

Per svolgere il ruolo di BIM Consultant dovrai essere in grado di intervenire a qualsiasi livello del processo, partendo dalla fase di pianificazione fino alla gestione dell’intero ciclo di vita dell’opera. Per questo ti consiglio di scaricare subito gratuitamente la trial di un software BIM ed iniziare a sperimentare concretamente la metodologia BIM.

Saper fornire indicazioni utili alla pianificazione dei processi BIM significa essere preparati su tutti gli aspetti che gravitano intorno alla metodologia stessa. Adeguati percorsi di formazione ed esperienza professionale maturata sul campo ti consentiranno, nel tempo, di intraprendere con successo la carriera di BIM Consultant.

 

usbim-checker
usbim-checker

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *