Bando ISI 2021: aggiornate le linee guide e gli assi di finanziamento

Bando ISI 2021: aggiornate le linee guide e gli assi di finanziamento

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

In arrivo fondi per 273 milioni per le imprese che incentivano le condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori

Con la delibera n. 11 del 23 settembre 2021 il Consiglio di Indirizzo e Vigilanza (CIV) dell’Inail ha annunciato la nuova edizione del bando ISI per l’anno 2021.

Nella delibera, inoltre, viene evidenziata la necessità di aggiornare le “linee di indirizzo per la concessione di incentivi economici alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro“, tenendo conto del parere della Commissione politiche per la prevenzione e per la ricerca del 14 settembre 2021, quale parte integrante della citata deliberazione.

In particolare la Commissione condivide le seguenti ipotesi di modifica del bando:

  • orientare i finanziamenti verso settori produttivi più a rischio, tenuto conto delle istanze provenienti dal mondo del lavoro, e garantendo uno sviluppo sostenibile in nome della innovazione tecnologica;
  • individuare nuove tipologie di intervento per la copertura dei rischi emergenti;
  • semplificare l’iter tecnico;
  • individuare nuovi elementi premiali per le lavorazioni maggiormente rischiose e/o di dimensioni ridotte.

Infine, la Commissione ha sottolineato la necessità di realizzare misure di sostegno alla prevenzione di fenomeni epidemiologici nella loro più ampia accezione.

Bando ISI 2021

Per la prossima edizione del bando ISI 2021 sono stati stanziati complessivamente 273 milioni di euro per le imprese.

Per la pubblicazione del bando bisognerà attendere fine dicembre 2021.

Gli assi di finanziamento

Nella delibera del Consiglio di indirizzo e vigilanza vengono confermati i 5 assi di finanziamento, già alla base della struttura del bando 2020, e sono:

Asse 1 – Progetti di investimento e adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale; in particolare nei progetti di investimento sono previste nuove tipologie di intervento:

  • riduzione del rischio incendio mediante adozione di sistemi di prevenzione e/o protezione;
  • riduzione del rischio infortunistico attraverso l’acquisto e l’installazione di dispositivi di protezione per il rilevamento automatico delle persone e di barriere per protezione da macchine fisse e semoventi;
  • riduzione del rischio radon mediante realizzazione di opere edili e di sistemi di ventilazione per i piani terra, seminterrati, interrati nei quali sia presente il gas;
  • incentivi alla sostituzione di macchine obsolete o comunque datate;
  • nell’ambito degli interventi di finanziamento di macchine per la riduzione del rischio vibrazione, si procederà alla revisione delle tipologie di progetti riguardanti le macchine movimento terra per ricondurle alla categoria delle macchine compatte ampliando la platea dei soggetti e dei settori interessati.

Asse 2 – Riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi

I nuovi interventi finanziabili riguardano:

  • il finanziamento di specifiche macchine, anche sulla base di una soluzione semplificata che non richiede una specifica valutazione del rischio e della sua riduzione con i metodi previsti dalle norme ISO 11228;
  • l’ampliamento dell’insieme delle macchine finanziabili per rischi da traino e spinta di carichi;
  • l’introduzione di macchine per la pulizia delle spiagge.

Asse 3 – Bonifica di materiali contenenti amianto

E’ previsto:

  • uno stanziamento di 74 milioni di euro, con un aumento di 14 milioni di euro rispetto al Bando ISI 2018
  • la partecipazione alle micro e piccole imprese operanti nella produzione primaria dei prodotti agricoli per la rimozione delle coperture in cemento amianto nei capannoni agricoli.

Asse 4 – Micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività

Verranno ammesse ai finanziamenti le micro e piccole imprese operanti in questi ambiti:

  • attività di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti; recupero dei materiali;
  • attività di risanamento e altri servizi di gestione dei rifiuti.

Asse 5 – Micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli​

Le novità

In pratica, tra gli interventi finanziabili ci saranno:

  • il finanziamento di interventi finalizzati alla riduzione del rischio incendio mediante adozione di sistemi di prevenzione e/o protezione;
  • gli interventi per la riduzione del rischio infortunistico attraverso l’acquisto e l’installazione di dispositivi di protezione per il rilevamento automatico delle persone e di barriere per protezione da macchine fisse e semoventi;
  • sistemi anti radon, nello specifico per quanto riguarda la realizzazione di opere edili e di sistemi di ventilazione per i piani terra, seminterrati, interrati nei quali sia presente il gas;
  • le macchine che non richiederanno una specifica valutazione del rischio e quelle per rischi da traino e da spinta di carichi (circa la movimentazione manuale dei carichi);
  • le macchine per la pulizia delle spiagge.

 

In allegato il parere in merito all’aggiornamento delle “linee di indirizzo per la concessione di incentivi economici alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro – Bandi ISI 2021”.

Clicca qui per scaricare il parere

 

certus-ldl
certus-ldl

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *