Arriva il Conto Energia termico? Incentivi per privati, imprese e pubbliche amministrazioni

I cittadini e le imprese potranno usufruire di incentivi pari mediamente al 40% dell’investimento e che saranno erogati in 2 anni (5 anni per gli interventi più onerosi).

Il Ministero dello Sviluppo Economico, di concerto col Ministero dell’Ambiente e delle Politiche Agricole, ha varato uno schema di decreto sugli incentivi per impianti termici alimentati da fonti rinnovabili e per interventi di riqualificazione energetica.
I cittadini e le imprese potranno usufruire di incentivi pari mediamente al 40% dell’investimento e che saranno erogati in 2 anni (5 anni per gli interventi più onerosi).

Il nuovo sistema incentivante prevede una differenziazione a seconda del soggetto richiedente:

  • per le Pubbliche Amministrazioni è previsto un tetto massimo incentivabile di 200 milioni di euro;
  • per i privati è previsto il limite di 700 milioni di euro.

Gli interventi realizzati su edifici esistenti incentivabili sono i seguenti:

  • isolamento termico di superfici opache delimitanti il volume climatizzato;
  • sostituzione di chiusure trasparenti comprensive di infissi delimitanti il volume climatizzato;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale utilizzanti generatori di calore a condensazione;
  • installazione di sistemi di schermatura e/o ombreggiamento di chiusure trasparenti con esposizione da S-SE a S-SO, fissi o mobili, non trasportabili.

In riferimento alla produzione di energia termica da fonti rinnovabili, sono incentivabili i seguenti interventi di piccole dimensioni:

  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale utilizzanti pompe di calore elettriche o a gas, anche geotermiche;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatore di calore alimentato a biomassa;
  • installazione di collettori solari termici, anche abbinati a sistemi di solar cooling;
  • sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore.

Al decreto è allegato un esempio applicativo con la determinazione degli incentivi spettanti all’installazione di:

  • pompa di calore
  • stufa a pellet
  • impianto solare termico

Clicca qui per scaricare lo schema di decreto con gli incentivi per solare termico
Clicca qui per scaricare l’esempio di determinazione degli incentivi

 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *