Home » BIM Topic » BIM e architettura » Metaverso architettura: un nuovo modo per verificare le scelte di progetto navigando nel modello 3D

BIM e metaverso un nuovo modo per verificare le scelte di progetto direttamente nel modello 3D

Metaverso architettura: un nuovo modo per verificare le scelte di progetto navigando nel modello 3D

Tempo di lettura stimato: 6 minuti

Un modo innovativo di organizzare meeting di verifica del progetto di architettura direttamente nel modello BIM e utilizzando il metaverso

Senti spesso parlare di metaverso? Che cos’è? Quali vantaggi offre ai professionisti del settore delle costruzioni?

In questo articolo vedremo un esempio pratico di applicazione del metaverso all’architettura. Ti mostro come effettuare sopralluoghi virtuali e meeting di verifica con il tuo team di lavoro, direttamente all’interno del modello 3D, grazie ad un’applicazione online di metaverso BIM.

Tutto questo può sembrare fantascienza, ma è ormai una realtà già molto diffusa in tutti i settori che sta raccogliendo consensi per la semplicità di utilizzo e per gli enormi vantaggi che offre.

applicazione del metaverso all'architettura con usBIM.reality

Verificare il progetto con usBIM.reality

Cos’è il metaverso

Il concetto di metaverso nasce nel 1992 dal mondo della narrazione cyberpunk. Ma è solo di recente che torna alla ribalta, quando Mark Zuckerberg, ideatore di Facebook, ha annunciato la nascita di un progetto dedicato alla creazione di un metaverso ed ha cambiato il nome della sua società in Meta.

Si tratta di un’idea completamente innovativa ancora difficile da spiegare affondo. Prende il via dal mondo dei social network e da internet ma si evolve per divenire un vero e proprio ambiente virtuale tridimensionale che è possibile “vivere” con l’utilizzo di un visore VR, sotto forma di avatar.

È un universo digitale, parallelo al mondo reale, uno spazio abitabile in cui è possibile svolgere qualsiasi attività in prima persona (attraverso un avatar personalizzato), proprio come nella vita reale: incontrare altri utenti, andare ai concerti, partecipare alle conferenze, viaggiare, lavorare, ecc.

Non si identifica con un’unica tecnologia specifica, ma piuttosto con una combinazione di più elementi: realtà virtuale, realtà aumentata, social network, gaming online e modellazione 3D.

Architettura e metaverso

Nel settore delle costruzioni e della rappresentazione architettonica, la prima vera svolta tecnologica è stata rappresentata dal CAD che ha costituito un enorme slancio in avanti verso la digitalizzazione del settore edile.

Lo sviluppo della modellazione 3D ha poi consentito un maggiore controllo dei volumi, degli spazi e di tutte le scelte di design.

A seguire, la metodologia BIM ha rivoluzionato il processo di ideazione, realizzazione e gestione delle opere, introducendo il concetto di digital twin e aggiungendo al modello 3D tutte le informazioni necessarie ad ogni fase di vita dell’edificio.

Oggi si aprono nuovi scenari, ancora più sorprendenti: l’applicazione del concetto di metaverso al BIM e all’architettura che trasforma il modello digitale 3D in un vero e proprio edificio “reale”, fruibile e vivibile dagli utenti.

I vantaggi e i campi d’applicazione sono tantissimi: dalla possibilità di migliorare la comunicazione e il lavoro in team (concetti base del BIM e della progettazione) allo scambio delle informazioni tra gli utenti interessati.

Il metaverso offre la possibilità di integrare tutti i dati prodotti all’interno del modello 3D, senza perdere informazioni utili e facilitandone la lettura e l’utilizzo da parte di tutti i professionisti coinvolti.

Tutto diventa possibile e allo stesso tempo semplice. Basti pensare alla possibilità di incontrarsi virtualmente all’interno del modello digitale, svolgere riunioni, effettuare verifiche e confrontarsi con il team di lavoro, direttamente nel modello.

Grazie ad un riscontro visivo di tipo diretto delle scelte progettuali e delle informazioni si ottiene:

  • maggiore consapevolezza delle soluzioni adottate;
  • maggiore coordinamento del team di lavoro;
  • miglior confronto interdisciplinare;
  • conseguente ottimizzazione dei tempi e dei costi della progettazione.

Inoltre, i vantaggi sono tantissimi anche per le attività di formazione, presentazione del progetto e per il collaborative working.

In sintesi, possiamo raggruppare gli scenari applicativi del metaverso BIM in:

  • design review (fase di progetto);
  • client presentation (fase di presentazione del progetto);
  • workers training (fase di esecuzione e di manutenzione del bene);
  • risk management (fase di esecuzione e di manutenzione del bene).

L’elevata flessibilità del metaverso lascia spazio a nuovi scenari e resta aperta a continui sviluppi in ogni settore. Le sue potenzialità sono tutte ancora da esplorare e tocca a noi utilizzarle al meglio per rispondere alle nostre esigenze.

Il metaverso BIM ha quindi tutte le carte in regola per rivoluzionare il settore delle costruzioni. Fornisce modi migliori per interagire con i modelli BIM, semplifica la verifica dei progetti, migliora il trasferimento delle conoscenze e gestisce la grande mole di dati prodotti.

I vantaggi

Facendo una sintesi dei numerosi vantaggi del metaverso per l’architettura, riscontriamo:

  • maggior controllo sul design;
  • miglior coordinamento del team di lavoro grazie alla possibilità di interfacciarsi e confrontarsi in maniera immersiva all’interno dell’ambiente BIM;
  • attività di formazione e addestramento della squadra di cantiere attraverso simulazioni specifiche come quelle relative all’uso dei DPI o di macchinari di cantiere;
  • supporto del lavoro in cantiere con le simulazioni delle procedure da attuare nella fase di costruzione;
  • flusso di lavoro e gestione del processo di costruzione ottimizzati grazie alla rapidità, alla chiarezza e alla semplicità con cui è possibile scambiare informazioni inerenti il progetto.

Come fare la revisione di progetto direttamente all’interno del modello BIM

Tra i molteplici campi d’applicazione del metaverso, vediamo ora come affrontare la design review ovvero la fase del progetto in cui si verificano le scelte effettuate. Lo faremo organizzando un meeting di gruppo tra colleghi ed entrando virtualmente all’interno del modello BIM.

Come si fa? Ovviamente utilizzando un’applicazione di metaverso BIM.

Abbiamo parlato spesso della realtà virtuale applicata al mondo dell’architettura e del BIM e della possibilità di “vivere” il progetto prima della sua realizzazione ma con il metaverso si può fare ancora di più. Si può sperimentare un nuovo modo di lavorare in team, direttamente nel mondo virtuale e addirittura all’interno del modello digitale.

Questo è un modo efficace per affrontare anche i progetti più complessi e per collaborare senza dispendio di soldi e tempo anche con membri del team geograficamente distanti tra loro.

Tutti gli utenti che lavorano al progetto, possono vedersi, interagire, parlare, confrontarsi sulle problematiche ed esplorare il modello 3D in modo assolutamente realistico.

Che cosa serve? Occorre solo:

  • un dispositivo connesso ad internet (pc, smartphone, tablet);
  • un visore (HTC VIVE, HTC VIVE PRO, HTC VIVE COSMOS, Oculus Rift, Oculus Rift S, Oculus Quest 2);
  • il modello 3D del progetto da navigare in formato aperto (IFC) o proprietario (Revit, Edificius, ecc.);
  • l’applicazione online usBIM.reality.

Ora immagina di dover organizzare un meeting di coordinamento con i tuoi colleghi per verificare la correttezza delle scelte di progetto. Non ci sarebbe modo migliore che incontrarsi tutti insieme nel modello virtuale del progetto e verificare in prima persona e con i propri occhi la coerenza di tutte le scelte fatte, camminando e osservando i dettagli e gli spazi che tu stesso hai ideato. Attraverso l’uso della realtà virtuale puoi riscontrare un’eventuale interferenza tra gli elementi di progetto e puoi evidenziarla a tutto il team in maniera simultanea, aumentando nettamente il livello di comprensione del problema e la sua risoluzione.

metaverso architettura: come revisionare il modello 3D con usBIM.reality

Come revisionare il modello 3D con usBIM.reality

Sembra impossibile ma con usBIM.reality, lo strumento online che integra BIM e metaverso, tutto ciò diventa possibile e anche semplice da attuare.

Come si procede?

Per prima cosa, accedi ad usBIM con le tue credenziali, crea una nuova cartella, carica il file (in formato IFC) del modello del progetto su cui effettuare le verifiche e condividi il link con i colleghi che devono partecipare al meeting online.

Poi segui queste indicazioni:

  • apri il file cliccando sull’icona dello schermo e scegli Modifica;
  • seleziona usBIM.reality dal menù a tendina che trovi in alto a sinistra;
  • clicca sull’icona del visore in basso;
  • indossa il tuo visore;
  • utilizza i controller per navigare e interagire con il modello.

Gli utenti possono scegliere di navigare il modello 3D tramite il visore (sfruttando tutti i vantaggi della VRi e vivendo un’esperienza coinvolgente, realistica e immersiva) oppure in real time utilizzando il browser di un comune dispositivo connesso ad internet.

Ogni componente del team ha il proprio avatar. Attraverso di esso può spostarsi liberamente nel digital twin ed osservare qualsiasi dettaglio dell’edificio, come se fosse già realizzato.

Ogni utente vede gli altri avatar presenti in tempo reale nel modello e può decidere di muoversi in autonomia oppure di condividere la propria vista con gli atri colleghi, in modalità live. Inoltre, è possibile evidenziare qualsiasi elemento del modello (un muro, una finestra, un arredo, ecc.) e far visualizzare l’oggetto selezionato ai colleghi connessi. Per migliorare la collaborazione ed avere anche una comunicazione verbale con gli utenti connessi al modello, è possibile utilizzare contemporaneamente anche usBIM.meet, l’applicazione di usBIM di video meeting e conference calls online.

Ecco cosa puoi fare durante la navigazione in VRi:

  • camminare liberamente nel modello 3D e vivere in modo realistico l’interazione con il modello;
  • effettuare misurazioni del modello;
  • spostare oggetti;
  • eliminare oggetti;
  • modificare le condizioni climatiche (pioggia, sole, nuvole);
  • salvare una vista del modello per utilizzarla in seguito;
  • condividere la propria vista con gli altri colleghi connessi al modello e guidarli nella visita virtuale;
  • selezionare un oggetto e condividere la visualizzazione della selezione con gli utenti interessati;
  • riscontrare interferenze attraverso controlli visivi o effettuando una clash detection;
  • visualizzare l’avatar di tutti gli utenti connessi;
  • fruire in real-time e attraverso realtà virtuale immersiva, di tutte le funzionalità di usBIM.browser (clash, checker, modifica, ecc.) per coordinare al meglio le diverse discipline grazie ad un riscontro visivo di tutte le scelte progettuali.

 

usbim-reality
usbim-reality

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *