Categorie BIM e GIS

Pianificare e progettare con l’approccio integrato BIM-GIS

Scopriamo i benefici dell’approccio integrato BIM-GIS nelle fasi di pianificazione e progettazione di una costruzione o di una infrastruttura

Sappiamo bene quanto le fasi di pianificazione e progettazione siano fondamentali nel ciclo di vita di qualsiasi asset costruito. In questi momenti l’integrazione di due tecnologie come Building Information Modelling e Geographic Information System può risultare decisiva ed offrire una serie di vantaggi significativi. L’integrazione BIM-GIS, ad esempio, permette di effettuare una valutazione più precisa del sito, tenendo conto di dati geografici come la topografia, la rete idrica e le condizioni ambientali, consentendo una scelta del sito ottimale e una progettazione più efficiente. In questo articolo vediamo quali sono i vantaggi tangibili per il settore AEC quando si realizza la sinergia tra BIM e GIS, e come gestire l’integrazione tra modelli BIM e mappe tematiche GIS grazie ad un BIM-GIS software.

Scelta ottimizzata del sito di progetto BIM tramite le informazioni del GIS

Nella fase di pianificazione, la scelta del sito giusto è un passo fondamentale per il successo di qualsiasi progetto edilizio. L’integrazione BIM-GIS permette di effettuare una valutazione del sito molto più precisa ed esaustiva. I dati geografici, come le condizioni del terreno, la topografia e l’accessibilità, possono essere facilmente incorporati nei modelli BIM. I professionisti possono perciò esplorare scenari diversi in modo rapido ed efficiente, valutando l’impatto delle variabili coinvolte sulla pianificazione e il design del progetto. Questo aiuta a scegliere il sito ottimale, tenendo conto dei problemi e delle opportunità che offre la posizione geografica.

Nel video vediamo un esempio di come l’approccio integrato BIM-GIS supporta la pianificazione territoriale.

Pianificazione urbanistica e progettazione più efficaci con l’integrazione BIM-GIS

Durante la fase di progettazione, l’approccio integrato BIM-GIS offre una profonda integrazione tra le informazioni spaziali e i dettagli del progetto. Questo significa che i professionisti possono lavorare con dati geospaziali in tempo reale mentre progettano gli edifici o le infrastrutture. Ecco alcune delle applicazioni chiave:

  1. Analisi ambientali precise: l’integrazione con dati geografici consente la valutazione precisa dell’ambiente circostante, inclusi aspetti come l’esposizione al sole, i venti dominanti e la vegetazione. Queste informazioni sono fondamentali per la progettazione di edifici che siano sostenibili e in armonia con l’ambiente circostante.
  2. Gestione delle risorse idriche: i dati GIS possono fornire informazioni dettagliate sulla disponibilità delle risorse idriche e sulla gestione delle acque. Questo è cruciale per la progettazione di sistemi di drenaggio efficaci e per la prevenzione delle inondazioni.
  3. Analisi di trasporti e accessibilità: l’accesso alle infrastrutture di trasporto è un fattore critico nella progettazione urbana. L’integrazione BIM-GIS consente di valutare l’accessibilità e l’impatto del traffico, contribuendo a pianificare strade, parcheggi e sistemi di trasporto pubblico più efficienti.
  4. Analisi di impatto ambientale: durante la progettazione, è importante considerare l’impatto ambientale del progetto. L’uso di dati GIS consente di valutare come il progetto possa influire sulla fauna, sulla flora e sugli ecosistemi circostanti, aiutando a prendere decisioni informate per la conservazione dell’ambiente.
  5. Gestione delle risorse: la pianificazione di progetti sostenibili richiede la gestione accurata delle risorse. L’integrazione BIM-GIS agevola la pianificazione e l’utilizzo efficiente di risorse come l’energia e i materiali da costruzione.

Comunicazione e collaborazione migliorate con l’uso del digital twin geospaziale BIM-GIS

Un altro aspetto importante di questa integrazione è la facilitazione della comunicazione e della collaborazione tra le diverse parti coinvolte nel progetto. Tutti i membri del team, compresi architetti, ingegneri, urbanisti e autorità locali, possono lavorare su un’unica piattaforma con accesso a informazioni aggiornate e condivise.

Un digital twin geospaziale, derivante dall’integrazione tra GIS (Geographic Information System) e BIM (Building Information Modeling), rappresenta una mappa digitale dettagliata e dinamica di un ambiente reale. Questa fusione tecnologica permette di modellare non solo la geografia di un luogo, ma anche le strutture edilizie e le infrastrutture in esso presenti.

Immaginiamo di costruire un nuovo quartiere in una città: il GIS fornisce la mappatura del territorio, inclusi dettagli come l’altimetria, la vegetazione e le reti stradali esistenti. Il BIM entra in gioco per modellare gli edifici del quartiere, includendo aspetti come la progettazione architettonica, le reti idrauliche ed elettriche, e gli interni degli edifici.

Quando GIS e BIM si integrano, nasce un digital twin geospaziale: una rappresentazione digitale completa che combina il contesto geografico con dettagli strutturali e funzionali degli edifici. Questo modello offre una visione complessiva che facilita la pianificazione, la gestione e l’ottimizzazione degli spazi urbani.

Per esempio, in un progetto di rinnovamento urbano o in un piano urbanistico particolareggiato un digital twin geospaziale può mostrare come i nuovi edifici influenzeranno il flusso del traffico, l’illuminazione stradale, o le reti di approvvigionamento idrico. Grazie a questa tecnologia, è possibile simulare diversi scenari prima di intraprendere interventi reali, permettendo così di prendere decisioni più informate e sostenibili.

Una volta creato, il digital twin geospaziale diventa una risorsa dinamica: condivide informazioni in tempo reale, permettendo a chiunque di accedervi e comprenderle. Questo modello supporta la collaborazione tra diversi utenti, come pianificatori urbani, ingegneri, e residenti, facilitando la comunicazione e la collaborazione.

Inoltre, il digital twin geospaziale può essere facilmente condiviso e consultato su vari dispositivi, come smartphone o tablet, attraverso mappe web, applicazioni di storytelling o piattaforme di condivisione. Questo rende le informazioni accessibili a un vasto pubblico, consentendo a dipendenti, clienti e dirigenti di avere le informazioni necessarie per prendere decisioni informate, in qualsiasi momento e luogo.

L’integrazione BIM-GIS offre dunque un approccio completo e sinergico alla pianificazione e alla progettazione di progetti edilizi e infrastrutturali. Questa integrazione consente una valutazione precisa del sito, una progettazione efficiente e una comunicazione migliorata tra le parti coinvolte, contribuendo a ridurre errori, a ottimizzare le risorse e a garantire la realizzazione di progetti di successo e sostenibili.

Scopri anche tu tutti i vantaggi dell’integrazione tra modelli BIM e mappe tematiche GIS grazie ai Digital Twins geospaziali.

Lascia un Commento

La tua email non sarà resa pubblica I campi segnati sono richiesti*

Condividi
Pubblicato da Redazione Tecnica

Articoli recenti

Dichiarazione di conformità impianti: cos’è e quando è richiesta

Quando è obbligatorio e cosa deve contenere il certificato di conformità degli impianti (Di.Co.) previsto…

17 Luglio 2024

Chi è, cosa fa e come diventare un energy manager?

L’energy manager gestisce gli aspetti energetici di un bene e individua soluzioni di efficientamento energetico.…

17 Luglio 2024

Gli operatori economici secondo il codice dei contratti

Chi sono gli operatori economici? Quali sono i requisiti per partecipare ad una gara d'appalto?…

17 Luglio 2024

Condono edilizio 2024: la guida al “decreto salva casa 2024” con PDF, slide e faq

Condono edilizio 2024: cosa può sanare? Quanto costa? Analisi completa del "decreto salva casa 2024"…

17 Luglio 2024

Plusvalenza da Superbonus: l’extra-tassa da pagare in caso di vendita dell’immobile

Dal 2024 fa plusvalenza la vendita di immobili agevolati con Superbonus. Quando va pagata e…

17 Luglio 2024

UNI EN 81-70, la norma sugli ascensori accessibili

UNI ha reso disponibile l'aggiornamento della norma di riferimento su accessibilità e sicurezza degli ascensori…

16 Luglio 2024