Amianto nelle abitazioni: dove si nasconde, quali sono i rischi e come eliminarlo. Dal SUVA tour interattivo, opuscolo e video esplicativo

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

SUVA offre on line "Casamianto virtuale", il tour interattivo nell’abitazione che mostra in maniera diretta ed intuitiva dove si nasconde l’amianto e come evitare esposizioni pericolose.

Anche se bandito da anni, l’amianto continua a rappresentare un pericolo per la salute dei lavoratori.
Infatti, durante lavori di ristrutturazione, manutenzione o risanamento di edifici costruiti prima del 1992 (anno di entrata in vigore della Legge 27 marzo 1992, n. 257) capita spesso di entrare in contatto con prodotti e materiali realizzati in parte o del tutto con fibre di amianto.

In particolare, la presenza di amianto negli edifici può essere classificata secondo i seguenti criteri:

  • amianto fortemente agglomerato (matrice compatta)
    • prodotti in fibrocemento per l’edilizia e il genio civile (lastre ondulate, facciate, condotte e canalizzazioni, manufatti, fioriere)
    • guarnizioni per freni e frizioni (insieme a resine)
    • guarnizioni (insieme a gomme)
  • amianto debolmente agglomerato (matrice friabile)
    • materiali termoisolanti e antincendio: per es. rivestimenti in amianto spruzzato, lastre e pannelli leggeri per l’edilizia
    • rivestimenti per pavimenti
  • amianto allo stato puro
    • corde, tessuti, imbottiture

Il SUVA, l’ente previdenziale svizzero, ha da tempo avviato una vasta e articolata campagna di sensibilizzazione per promuovere pratiche di buona condotta volte ad evitare l’esposizione alle fibre di amianto nei lavori edili.
Obiettivo dell’iniziativa è fornire, attraverso supporti informativi e materiali audiovisivi, le informazioni necessarie a riconoscere il pericolo, prevenire i casi di esposizione e intervenire in modo idoneo.

Oltre all’opuscolo “Amianto: come riconoscerlo e intervenire correttamente” (già pubblicato su BibLus-net e qui riproposto nella versione aggiornata) e ad un video-fiction di sensibilizzazione, segnaliamo “Casamianto virtuale“, il tour interattivo nell’abitazione che mostra in maniera diretta ed intuitiva dove si nasconde l’amianto e come evitare esposizioni pericolose.

Da segnalare anche l’”Inventario amianto”, l’applicazione on-line per “individuare le fonti di amianto negli edifici prima di prendere in mano martello e scalpello”.
Nonostante i riferimenti alle norme svizzere, l’inventario può costituire un’utile guida per i tecnici impegnati in attività di indagine, prevenzione ed eventuale bonifica.

Clicca qui per scaricare l’opuscolo “Amianto: come riconoscerlo e intervenire correttamente”
Clicca qui per vedere il video-fiction “Amianto… non mi freghi!”
Clicca qui per collegarsi all’applicazione “Inventario Amianto”
Clicca qui per avviare “Casamianto virtuale”

 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.