Acustica

Aggiornamento tecnici competenti in acustica: prorogata la scadenza

Aggiornamento per i tecnici competenti in acustica 2024: proroga dei termini da 5 a 8 anni

La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge 18/2024 di conversione, con modificazioni del D.L. 215/2023, meglio conosciuto come decreto Milleproroghe, fa tirare un sospiro di sollievo ai tecnici competenti in acustica. Sono stati prorogati di ulteriori 3 anni i termini per l’aggiornamento professionale dei tecnici in acustica a causa dell’eccezionale situazione pandemica che ha caratterizzato il quinquennio 2018-2023 e che ha reso difficile il rispetto degli obblighi circa la formazione. Vediamo nello specifico di cosa si tratta.

Corsi di aggiornamento per i tecnici competenti in acustica da 30 ore

Il D.Lgs 42/ 2017 ha istituito l’elenco dei soggetti abilitati a svolgere la professione di tecnico competente in acustica. Secondo tale normativa, i professionisti devono partecipare a corsi di aggiornamento per almeno 30 ore nell’arco di 5 anni dalla pubblicazione dell’elenco e per ogni quinquennio successivo. La mancata adesione a tali corsi, distribuiti su almeno 3 anni porta alla sospensione temporanea dallo stesso elenco per 6 mesi.

La pandemia da Covid-19 ha rallentato di gran lunga il settore, rendendo molto difficile il rispetto di questi obblighi. Proprio per questo il Consiglio Nazionale degli Ingegneri e alcuni Ordini territoriali hanno agito per evitare possibili sospensioni e cancellazioni dall’elenco.

Art. 12 comma 6 octies legge 18/204

Per ulteriore chiarimento riportiamo integralmente l’articolo 12 comma 6 octies della Legge 18/2024:

6 – octies: all’allegato 1, punto 2, primo periodo, del decreto legislativo 17 febbraio 2017, n. 42, in materia di aggiornamento professionale dei tecnici competenti in acustica, le parole: “5 anni” sono sostituite dalle seguenti: “8 anni”.

Il decreto milleproroghe dilata i tempi per l’aggiornamento dei tecnici competenti in acustica: da 5 a 8 anni

In particolare, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge 18/2024, l’articolo 12, comma 6-octies estende il termine di aggiornamento da 5 a 8 anni, fornendo una boccata d’ossigeno a coloro che rischiavano la sospensione e/o la cancellazione dall’elenco.

Il Vice Presidente Vicario del CNI, Remo Giulio Vaudano, ha accolto con favore questa decisione, evidenziando l’importanza di evitare gravi conseguenze per coloro che non hanno potuto completare l’aggiornamento nei tempi previsti. Parallelamente, si auspica una revisione più ampia del D.lgs. 42/2017, su cui il Consiglio Nazionale continuerà a proporre modifiche e aggiornamenti nei contesti opportuni.

Per un tecnico competente in acustica è fondamentale dotarsi di strumenti professionali specifici e sempre aggiornati alle disposizioni vigenti, come il software isolamento acustico con il quale puoi progettare, verificare ed elaborare le certificazioni delle prestazioni acustiche degli edifici.

 

 

 

Lascia un Commento

La tua email non sarà resa pubblica I campi segnati sono richiesti*

Condividi
Pubblicato da Redazione Tecnica

Articoli recenti

Obbligo di rimozione amianto per privati: quando vige?

Scopri tutto sull'obbligo di rimozione amianto per privati: regolamentazioni, procedure, sanzioni e bonus disponibili per…

20 Giugno 2024

Il principio DNSH negli investimenti PNRR in fognatura e depurazione

Vademecum del MASE per il rispetto del principio DNSH negli investimenti in fognatura e depurazione…

20 Giugno 2024

Appalti pubblici: tutto quello che devi sapere

Appalti pubblici: definizione, tipologie, normativa, fasi, metodi di aggiudicazione, durata e documenti. Tutto quello che…

20 Giugno 2024

Impianti antincendio: tipologie e caratteristiche

Gli impianti antincendio sono sistemi progettati per combattere tempestivamente un incendio, ma quali tipologie comprendono…

20 Giugno 2024

Pergolato senza permesso: cosa prevede la normativa

È possibile installare un pergolato senza permesso? A quali condizioni? Scopri cosa prevede la normativa…

20 Giugno 2024

Tettoia: tra pertinenza, accessorio e nuova costruzione

Una tettoia quando di dimensioni impattanti sul territorio non può risultare né come pertinenza né…

20 Giugno 2024