YAPE: ecco il primo postino robot a guida automatica

YAPE (Your Autonomous Pony Express): ecco il primo postino robot a guida automatica. Da un progetto di e-Novia, il progetto pilota è già partito in Lombardia

I cani hanno un nuovo nemico: YAPE (Your Autonomous Pony Express), il primo postino a guida autonoma.

YAPE, nato da un progetto di e-Novia e sviluppato assieme al Politecnico di Milano, è il primo veicolo self-driving per la consegna a domicilio di pacchi fino a 70 kg di peso, interamente progettato e costruito in Italia. È già in attività e lo potrete incontrare passeggiando per le strade della città di Cremona.

È un piccolo robot a 2 ruote, agile, intelligente e leggero, in grado di attraversare la strada, di spostarsi sui marciapiedi e consegnare le merci a tempo di record evitando il traffico e producendo zero emissioni.

YAPE (lungo 60 centimetri per 15 chili di peso) è in grado di muoversi con facilità nelle strette vie e nei vicoli tipici di molte città europee, e in particolare italiane, sui marciapiedi (con una velocità massima di 6 chilometri all’ora) o su piste ciclabili ( fino a 20 km/h) con un’autonomia di circa 80 km.

Si muove su 2 ruote guidate da motori elettrici autonomi che aiutano a minimizzare il consumo di energia e, allo stesso tempo, a massimizzare l’agilità del movimento del veicolo. Inoltre, il robot è in grado di ruotare sul posto e superare ostacoli quali binari del tram e bordi del marciapiede.

Eldor Corporation crede nel progetto e ha deciso di investire in YAPE 6 milioni di euro.

Il test a Cremona

Grazie alla partnership tra il Comune di Cremona e CRIT (Centro per l’innovazione digitale di Cremona) il centro storico della città lombarda ospiterà tutte le prove di consegna che permetteranno al pony elettrico espresso di perfezionare le proprie abilità di guida in totale sicurezza. I test, avviati grazie all’approvazione del governo locale e della polizia municipale, porteranno YAPE a fornire servizi di consegna a sostegno del commercio locale e riduzione delle emissioni di CO2.

La rivoluzione YAPE ha già un occhio sulla città intelligente di domani: una città in cui il trasporto di merci è più silenzioso e più funzionale. Una città in cui i veicoli elettrici intelligenti, in grado di analizzare i dati sul traffico e calcolare i percorsi più rapidi in tempo reale.

YAPE è in grado di eseguire una serie di operazioni che lo rendono totalmente indipendente:

  • evita gli ostacoli grazie a una rappresentazione digitale accresciuta della città o dello spazio urbano
  • interagisce con i sensori installati in città, ad esempio ai semafori per monitorare i flussi di traffico
  • genera un mappa virtuale che consente di identificare (ed evitare) incidenti, buchi, cantieri edili e altri ostacoli o rischi lungo il percorso dal mittente al destinatario del pacco

YAPE è facile da usare grazie a un’applicazione collegata a una piattaforma di controllo.

Come funziona

Il mittente può richiedere un ritiro da YAPE tramite l’app e lasciare che il pacco venga consegnato nella cassetta appositamente creata da YAPE. Per l’invio è sufficiente scrivere l’indirizzo di consegna nell’app, o semplicemente scrivere il nome del destinatario, lasciando a YAPE il compito di trovare l’indirizzo nel proprio sistema GPS.

Dopo aver raggiunto la sua destinazione, il destinatario sarà in grado di aprire il contenitore e accedere al proprio pacco attraverso un sistema di riconoscimento facciale.

 

Di seguito proponiamo un video di presentazione di Yape:

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *