Windows 10, download gratis. Tutto quello che c'è da sapere

Windows 10, download gratis. Tutto quello che occorre sapere con FAQ e guida ufficiale

Windows 10, download gratis dal 29 luglio. Tutte le novità e le istruzioni per aggiornare al nuovo sistema operativo con foto, video e FAQ

Il 29 luglio è la data ufficiale del lancio di Windows 10, il nuovo sistema operativo di Microsoft.

In questo articolo forniamo tutte le informazioni sul nuovo OS, con immagini e video esplicativi, e come fare per scaricarlo e installarlo  gratis. In allegato FAQ e guida ufficiale.

Windows 10, download gratis

I primi ad ottenere l’aggiornamento saranno gli Insider, gli oltre 5 milioni di utenti che dalla fine del 2014 hanno scaricato e provato le diverse technical preview.

Successivamente lo riceveranno tutti gli altri. Avranno la precedenza gli utenti a cui Microsoft ha già dato la possibilità di prenotare direttamente dal PC la propria copia di Windows 10.

L’obiettivo dell’azienda è di portare Windows 10 su un miliardo di dispositivi nei prossimi due anni.

Il nuovo sistema operativo sarà disponibile gratis su tutti i computer che hanno da Windows 7 in poi e viaggerà per 190 Paesi.


Vuoi sapere subito come aggiornare gratis a Windows 10? 
Leggi le FAQ di BibLus-net in calce all’articolo.

Windows 10, galleria fotografica

Windows 10, caratteristiche principali

Windows 10 nasce per essere una piattaforma software unica per smartphone, tablet, notebook, PC e consolle e combina le potenzialità di Windows 8 con quelle di Windows 7; “One Product Family, One platform, One Store” è lo slogan utilizzato da Microsoft per il lancio e la presentazione del nuovo sistema operativo.

Tra le novità, che sono tante e cambieranno in maniera significativa il modo di usare il Pc, segnaliamo:

  • il nuovo pulsante Start
  • il nuovo assistente vocale Cortana
  • il nuovo browser Microsoft Edge
  • la nuova funzione Snap Assist
  • i nuovi Desktop virtuali
  • la nuova funzione Continuun
  • il nuovo Windows Store
  • l’integrazione con la Xbox

 

 

Visita il sito ufficiale Microsoft per il lancio di Windows 10

 

Windows 10: bentornato pulsante Start

La novità più scontata, quella che tutti aspettavano e tutti apprezzeranno, è il ripristino del pulsante Start. Si tratta di un ritorno in forma ampliata con collegamenti veloci alle app ed ai preferiti, pronti per essere usati.

La colonna a sinistra riporta il nome dell’utente e i collegamenti alle cartelle di sistema (Documenti, Immagini, Impostazioni PC e File Explorer). Il menu può essere ridimensionato o portato in posizione orizzontale sulla taskbar.

Ben posizionato il box per la ricerca, spostato nella barra delle applicazioni e integrato con “Cortana” per cercare contenuti sul computer e online.

Un’icona nella barra delle notifiche permette di passare da modalità desktop a quella tablet in modo più naturale.

 

 

Windows 10: la “charm bar” diventa la barra delle notifiche

La charm bar, quella che in Windows 8 si attivava muovendosi all’angolo superiore destro dello schermo, è stata sostituita da un’utile barra delle notifiche che mostra gli aggiornamenti installati, i nuovi programmi disponibili, le nuove email e i messaggi scambiati via chat.
Complementare ai contenuti del pulsante start, questa nuova barra delle notifiche permette di accedere alle impostazioni rapide, attivare bluetooth, wifi e modalità aereo, ridurre la luminosità dello schermo e gestire il risparmio energetico. Anche da qui è possibile cambiare la modalità d’utilizzo da desktop a tablet.

Windows 10: dal Pannello di Controllo alla sezione Impostazioni

La nuova sezione “Impostazioni” (accessibile dal pulsante Start) offre una interfaccia grafica semplificata che permette di accedere ai settaggi di sistema, rete, privacy e aggiornamenti.

Dalla sezione “Impostazioni” possono essere personalizzati anche i colori, le immagini di sfondo e l’avatar dell’utente.

Windows 10: Cortana, assistente personale con funzioni di ricerca universale

Cortana, l’assistente vocale già attivo Windows Phone 8.1, è stato integrato anche nel sistema operativo desktop. È la risposta a Siri di Apple e Now di Google.

Pensato per migliorare la ricerca nel computer e nel web (notizie, programmi installati, file personali), Cortana funziona da unico punto d’accesso a tutte le informazioni e apprende le preferenze individuali offrendo così suggerimenti rilevanti e su misura, promemoria e un rapido accesso alle informazioni importanti attraverso comandi testuali o vocali.

 

 

Windows 10: in soffitta Explorer, arriva Microsoft Edge

Prima noto come Project Spartan, Microsoft Edge è il nuovo browser che lancia la sfida a Google Chrome proponendosi come un sistema profondamente integrato in grado di migliorare l’esperienza utente.

Con Edge, la pagina Web diventa come la pagina di un libro o di un giornale. Sia tramite touch che tramite pennino è possibile annotare, sottolineare e salvare i siti come se fossero pagine di un giornale.

L’utente può alienare dalla pagina ogni elemento di distrazione e immergersi nella lettura, ricavandone un’esperienza priva di disturbi.

Anche da Microsoft Edge sarà possibile interagire con l’assistente personale Cortana.

 

Windows 10: nuovo Snap Assist per il multitasking

Con Windows 10 anche le app universali vengono eseguite all’interno del desktop. L’utente può affiancare sullo schermo fino a quattro app nella posizione che preferisce e vedere tutte le attività aperte in un’unica visualizzazione. Merito della funzionalità Snap Assist, estesa alle applicazioni tradizionali, che suggerirà in modo intelligente come riempire lo spazio disponibile.

Sono sempre disponibili comandi per la massimizzazione, minimizzazione e chiusura e la barra del titolo (a scomparsa) dalla quale si può accedere alle varie opzioni (Cerca, Condividi, Riproduci, Stampa, ecc.).

 

 

Windows 10: dall’”Alt+Tab” ai desktop virtuali

Finora su Windows, quando le finestre aperte diventano troppe, l’unica possibilità era usare la combinazione di tasti “Alt+Tab”. Con Windows 10 c’è una nuova soluzione per fare multitasking in maniera più efficace: i desktop virtuali.

La funzione permette di creare e gestire aree di lavoro e scrivanie indipendenti come se fossero diversi computer, tenere separati gli spazi di lavoro da quelli dedicati all’intrattenimento o raggruppare gli elementi in base al progetto. Per esempio, può essere utile per avere un primo desktop dedicato alla navigazione e un secondo con i documenti di lavoro. È prevista la possibilità di spostare applicazioni da un desktop all’altro anche con il classico “drag and drop”.

Il comando “Alt+Tab” mostra tutte le applicazioni in esecuzione sulla scrivania corrente.

Windows 10: responsività dello schermo con Continuum

Per i dispositivi ibridi o 2-in-1, come il Surface Pro 3, è stata progettata la funzione Continuum che consente al sistema operativo di cambiare automaticamente il layout dell’interfaccia quando viene collegata e scollegata la tastiera.

Continuum permette, ad esempio, di collegare un cellulare a uno schermo e a una tastiera e avere la stessa esperienza che si ha con un pc desktop, utilizzando ad esempio Word, Excel e Outlook.

 

 

Windows 10: più sicurezza con Windows Store

Windows Store diventa, al pari di Play Store di Google e di App Store di Apple, la porta d’accesso principale per l’installazione del software.

Il nuovo Store diventa così una piattaforma sicura a cui affidarsi per avere software sempre aggiornato e autentico.

La casa di Redmond ha anche snellito l’interfaccia e ottimizzato la ricerca per app, giochi, musica, film e programmi televisivi.

Windows 10: streaming con Xbox

Con Windows 10 le funzionalità di gioco di Xbox Live sono disponibili anche su Pc e tablet. Si può comunicare con i propri amici sui PC Windows 10 e Xbox One mentre si gioca su PC e condividere contenuti attraverso Game DVR. Si può anche effettuare lo streaming dei giochi direttamente dalla console Xbox One su PC o Tablet Windows 10 senza emulazione.

 

 

Windows 10: nuovo antivirus Device Guard

Il nuovo antivirus Device Guard si basa su una firma digitale crittografata e verificata da Microsoft. Tutti i programmi provvisti di questa autenticazione saranno sicuri. Se uno di questi software venisse infettato da un virus la sua firma diventerebbe non valida e verrebbe bloccato dal sistema. La protezione gratuita è aggiornabile gratuitamente e continuativamente per tutta la durata del ciclo di vita del dispositivo.

Windows 10: più integrazione con i social network

Windows 10 permette di collegare i contenuti presenti sul Pc ai social network in modo più immediato ed intuitivo. Basta cliccare sul menu a sinistra della barra del titolo delle finestre per collegarsi al proprio profilo social e condividere la risorsa.

L’integrazione funziona anche con le gallerie di immagini e consente di condividere con facilità le nostre collezioni.

Con la stessa opzione possiamo salvare informazioni su OneNote, il blocco di appunti personali.

Windows 10: autenticazione immediata e sicura con Windows Hello e Windows Passport

Windows Hello accoglie gli utenti salutandoli con il loro nome e permette l’accesso al PC senza bisogno di digitare la password, ma solo con autenticazione biometrica (e relativo hardware aggiuntivo)
Windows Passport è il nuovo framework di sicurezza che consente alle persone di utilizzare il volto, l’iride o le impronte digitali per verificare la propria identità per accedere ai siti web senza una password e in modo più rapido e sicuro.

 

 

Phone Companion: Windows 10 su Android ed iOS

Phone Companion è un’app per Android e iOS che consente di avere Windows 10 sul proprio device.

Funziona come una sorta di hub in cui  gli utenti possono trovare tutte le app e i servizi Microsoft come Skype, OneDrive, OneNote, la suite Office e tanto altro. Microsoft punta a offrire a tutti gli utenti, indipendentemente dalla loro piattaforma software utilizzata, i servizi ed i vantaggi di cui potranno godere i possessori di un dispositivo Windows 10.


FAQ per l’aggiornamento di Windows 10

Windows 10: come fare per averlo? Chi può aggiornare gratis?

Windows 10 è gratuito per chi possiede una licenza di:

  • Windows 7
  • Windows 8
  • Windows 8.1
  • Windows Phone 8.1

Già da qualche mese è possibile per gli utenti prenotare Windows 10 direttamente dal Desktop, cliccando sull’apposita app “Ottieni Windows 10”.

Come ottenere l’aggiornamento gratuito a Windows 10?

Per aggiornare gratuitamente a Windows 10 si deve:

  • acquistare un nuovo dispositivo Windows 8.1 e aggiornarlo gratuitamente a Windows 10
  • prenotare un aggiornamento gratuito per un PC Windows 7 o Windows 8.1

Come si aggiorna a Windows 10 chi ha prenotato?

Tra il momento della prenotazione e quello della effettiva disponibilità dell’aggiornamento, i file necessari saranno scaricati nel PC per velocizzare l’installazione finale. Dopo il 29 luglio 2015, quando l’aggiornamento sarà disponibile, gli utenti riceveranno una notifica e potranno iniziare a utilizzare il prodotto.

Come ottenere l’aggiornamento a Windows 10 senza prenotazione?

Non è obbligatorio prenotare. Quando Windows 10 sarà disponibile, Microsoft inizierà a inviare notifiche sull’aggiornamento gratuito ai dispositivi. Per pianificare l’aggiornamento, sarà sufficiente aprire l’app Ottieni Windows 10.

Può aggiornare a Windows 10 anche chi ha una copia pirata?

Nessuna sanatoria per le copie pirata. Per ottenere l’aggiornamento gratuito la copia di Windows già in esecuzione sul PC dovrà essere originale. Quando non potrà essere verificato con certezza che il sistema operativo sia correttamente licenziato, sarà implementato automaticamente un watermark sul desktop dell’utente che avrà lo scopo di informarlo delle irregolarità.

Quanto costa aggiornarsi a Windows 10? Quanti edizioni sono disponibili?

Dovrà invece acquistare Windows 10 chi ha una copia pirata o chi ha un computer con Windows XP o Vista.

Le versioni in commercio sono due:

  • la versione Home attualmente in vendita su amazon.com a 119,99 dollari
  • la versione Professional quotata per il mercato americano a 199,99 dollari

Windows 10 sarà disponibile solo su chiavetta USB e comincerà ad essere spedito dal 30 agosto.

Le edizioni disponibili saranno sette:

  • Windows 10 Home: edizione desktop per PC, tablet e dispositivi 2-in-1 con Cortana, Microsoft Edge, Continuum, Windows Hello e varie app universali, tra cui quella che permette di eseguire i giochi della Xbox One
  • Windows 10 Mobile: edizione per smartphone e piccoli tablet con tutte le app presenti nell’edizione Home, alle quali si aggiunge la versione touch di Office
  • Windows 10 Pro: edizione desktop per PC, tablet e 2-in-1 con tutte le funzionalità dell’edizione Home, alle quali si aggiungono specifiche feature per le piccole aziende, tra cui Windows Update for Business
  • Windows 10 Enterprise: edizione simile alla Pro con funzionalità specifiche per le medie e grandi organizzazioni
  • Windows 10 Education: edizione simile alla Enterprise indirizzata alle scuole e alle università
  • Windows 10 Mobile Enterprise: edizione per smartphone e piccoli tablet indirizzata alle aziende
  • Windows 10 IoT Core: specifica per i dispositivi connessi che fanno parte della Internet of Things

Cosa fare prima di aggiornare a Windows 10?

Ecco cosa fare per aggiornare senza intoppi e imprevisti:

  • Verificare i requisiti di sistema
    1. I requisiti minimi per le versioni desktop e mobile sono stati già resi noti. Per installare il sistema operativo su PC, notebook e tablet occorrono almeno un display da 8 pollici con risoluzione di 800×600 pixel, 1 o 2 GB di RAM (32 o 64 bit), 16 o 32 GB di storage (32 o 64 bit), scheda video DirectX 9.0 e, solo per i tablet, pulsanti di accensione e volume.
      In pratica, un computer in grado di far girare Windows 7 ha requisiti hardware sufficienti anche per Windows 10
    2. Per gli smartphone è richiesto un display compreso tra 3 e 7,99 pollici, 4 GB di storage, microSD da 4 GB, scheda video DirectX 9.0, pulsanti Power, Volume Up/Down, Start, Back e Search. La dimensione minima della RAM varia in base alla risoluzione dello schermo: 512 MB (da 800×480 a 854×480), 1 GB (da 960×540 a 1366×768), 2 GB (da 1440×900 a 1920×1200), 3 GB (da 2048×1152 a 2560×1600), 4 GB (2560×2048 e superiore).
  • Controllare lo stato generale del computer
    1. Effettuare tutti gli aggiornamenti di sistema lasciati in sospeso
    2. Verificare che ci sia spazio libero sufficiente
    3. Per precauzione creare un’immagine del sistema
  • Attendere la notifica relativa alla disponibilità dell’aggiornamento e procedere al download

Quanto tempo richiede l’installazione dell’aggiornamento a Windows 10?

L’installazione richiede mediamente un’ora. Prenotando l’aggiornamento, Microsoft si occuperà di scaricare i file per gli utenti e li avviserà non appena tutto sarà pronto.

Fino a quando si potrà effettuare l’aggiornamento gratuito a Windows 10?

L’offerta riservata agli utenti di Windows 7 o Windows 8.1 per l’aggiornamento gratuito è valida fino al 29 luglio 2016. Una volta passati a Windows 10, la licenza d’uso verrà trasferita in automatico alla nuova versione.
Nel caso in cui sia necessario tornare alla versione precedente, si hanno a disposizione 30 giorni per riconvertire la licenza e tornare a Windows 7 o Windows 8.1.

Come saranno rilasciati i successivi aggiornamenti?

Tutti gli aggiornamenti saranno scaricati automaticamente dal sistema operativo e saranno gratuiti. Non sarà più possibile, infatti, disattivare gli aggiornamenti automatici del sistema operativo che diventano praticamente obbligatori.
Windows 10 controlla periodicamente gli aggiornamenti per sistema e applicazioni, li scarica e li installa. Windows 10 congelerà il download degli aggiornamenti quando il Pc non è collegato alla rete elettrica o quando viene rilevata una connessione Internet a consumo.

Windows 10 sarà supportato fino al 14 ottobre 2025.

 

In allegato proponiamo il link alle FAQ Microsoft e la guida ufficiale a Windows 10 (in lingua inglese).

 

Clicca qui per consultare le FAQ sul sito di Microsoft

Clicca qui per scaricare la guida ufficiale a Windows 10

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *