Stop ai contanti per i servizi catastali. Si paga con la “marca servizi”!

Dal 1° gennaio 2018 scatta il divieto di pagamento in contanti per i servizi catastali. Debutta la “marca servizi” per tasse ipotecarie e tributi speciali catastali

E’ già in commercio, presso le rivendite di generi di monopolio e di valori bollati, la “marca servizi“, la nuova marca da bollo per pagare i servizi catastali dell’Agenzia del Territorio.

Il nuovo contrassegno adesivo dovrà essere utilizzato per i tributi relativi alle operazioni di:

  • visure catastali
  • volture catastali
  • ispezioni ipotecarie
  • rilascio di copie e certificazioni
  • altre certificazioni presso gli sportelli degli Uffici Provinciali

L’Agenzia delle Entrate, infatti, ha previsto (provvedimento AE 28 giugno 2017, in attuazione dell’articolo 7-quater, comma 36, del dl 193/2016) l’introduzione di nuovi sistemi di pagamento delle tasse ipotecarie e dei tributi speciali catastali, alternative al denaro contante.

Marca servizi, cos’è e come funziona

La nuova “marca servizi” funziona come una comune marca da bollo; è utilizzabile per i tributi relativi alle operazioni di visura, ispezione, rilascio di copie e certificazioni, nonché per le volture catastali.

La marca andrà apposta sui modelli di richiesta e sulle domande di volture presentati.

Tempi di attuazione

Dal 1° gennaio 2018 i cittadini potranno effettuare i pagamenti negli Uffici dell’Agenzia delle Entrate solo con modalità diverse dal contante.

  • il nuovo contrassegno “marca servizi”
  • le carte di debito o prepagate
  • il modello F24 Elide
  • altre modalità telematiche

Solo fino al 31 dicembre 2017, in via transitoria, sarà possibile continuare a utilizzare il denaro contante e i titoli al portatore, al fine di consentire un graduale adeguamento per i cittadini.

 

Clicca qui per scaricare il comunicato dell’Agenzia delle Entrate

Clicca qui per conoscere DeCuius, il software per le successioni e volture

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *