Via libera del Senato al Milleproroghe, tante le novità

Decreto Milleproroghe, approvato dal Senato il provvedimento con novità e proroghe riguardanti il vecchio regime dei minimi, centrali di committenza, adeguamento antincendio per gli alberghi

Dopo il via libera della Camera al decreto Milleproroghe, il 25 febbraio scorso, anche il Senato ha approvato il Decreto Legge 31 dicembre 2014 n. 192 recante “Proroga di termini previsti da disposizioni legislative” (il cosiddetto Decreto Milleproroghe).

Oltre alle proroghe standard, molte le novità inserite nel provvedimento, tra cui queste: la mini-proroga degli sfratti (4 mesi), la proroga del vecchio forfait dei minimi ed il blocco dell’aumento delle aliquote, la rateazione “bis” dei debiti con il fisco.

Di seguito le novità di maggiore interesse.

Mini proroga degli sfratti
Per 4 mesi si può chiedere stop agli sfratti, ossia, su richiesta, il giudice potrà sospendere l’esecuzione di uno sfratto “fino al centoventesimo giorno dall’entrata in vigore della legge di conversione”, per consentire il “passaggio da casa a casa”.

Possibilità di accedere al vecchio regime dei minimi
Ritorna il vecchio regime dei minimi che coesisterà per tutto il 2015 con il nuovo regime (al 15%).
I possessori di partita IVA con guadagni fino a 30.000 euro, hanno la facoltà di scegliere tra il vecchio e il nuovo regimi dei minimi.
Fermato per quest’anno anche l’aumento dei contributi per gli autonomi iscritti alla gestione separata Inps, che restano al 27% per poi salire gradualmente.

Anticipazione dell’importo contrattuale
Prorogato fino a fine 2016 l’anticipo di una quota degli appalti alle imprese, quota aumentata al 20% per attenuare i problemi di liquidità delle aziende.
Congelato per il 2015 l’ampliamento dell’accesso al Fondo di garanzia per le Pmi alle imprese fino a 499 addetti.

Centrali di committenza
La centralizzazione delle procedure di acquisizione di lavori, servizi e forniture, per tutti i comuni non capoluogo di provincia, attraverso forme di aggregazione, si applicherà dal primo settembre 2015. L’obbligo, introdotto con la Spending Review per ridurre i costi legati all’eccessivo numero di Stazioni Appaltanti, prevedeva invece un avvio differenziato: primo gennaio 2015 per i servizi e le forniture e primo luglio 2015 per i lavori.

Antincendio alberghi
L’adeguamento antincendio nelle attività turistico alberghiere con più di venticinque posti letto slitta al 31 ottobre 2015.

Edilizia scolastica
Per tutto il 2015 il Ministero potrà continuare ad erogare  agli enti locali i fondi per edilizia scolastica.

Infrastrutture
Prorogate le concessioni autostradali e la cantierabilità di opere pubbliche fino alla fine del 2015.

 

Clicca qui per scaricare il testo del disegno di legge Milleproroghe

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *