Categorie Fisco

Via libera al DEF 2019 con le previsioni sulla situazione economica italiana

Il CdM ha approvato il DEF 2019: il Pil dovrebbe crescere dello 0,2% nel 2019 e salire allo 0,8% nei 3 anni successivi

Nella seduta n. 54 del 9 aprile, il Consiglio dei Ministri ha approvato il DEF 2019, Documento di Economia e Finanza, previsto dalla legge di contabilità e finanza pubblica (legge 196/2009).

Il Documento, che contiene le previsioni sulla situazione economica italiana nel prossimo futuro, si compone di 3 sezioni:

  • programma di stabilità dell’Italia
  • analisi e tendenze di finanza pubblica
  • programma nazionale di riforma (PNR)

Partendo dai risultati conseguiti nei primi 10 mesi di attività del Governo, il documento indica quali saranno le linee guida della politica di bilancio e di riforma nei prossimi 3 anni.

Il Governo intende ribadire gli obiettivi fondamentali della sua azione: ossia ridurre progressivamente il gap di crescita con la media europea e, contemporaneamente, il rapporto debito/Pil (prodotto interno lordo).

A tale scopo viene ribadito il ruolo centrale degli investimenti pubblici come fattore fondamentale di crescita, ricordiamo il disegno di legge Crescita e il lo Sblocca cantieri.

I dati

Pil

Per quanto riguarda i principali indicatori economici e di finanza pubblica, il 2018 si è chiuso con un incremento del Pil reale dello 0,9%, mentre la crescita per il 2019 è stimata allo 0,2%, contrariamente all’1% stimato nella legge di Bilancio. Secondo le stime del Governo dovrebbe salire allo 0,8% nei prossimi 3 anni.

Debito/Pil

Il documento prevede anche l’aumento del debito pubblico che salirà nel 2019 al 132,6% del Pil, dal 132,2% del 2018, per poi scendere al 131,3% nel 2020, al 130,2% nel 2021 e al 128,9 nel 2022.

Deficit/Pil

Il DEF segnala, inoltre, la crescita del rapporto deficit/Pil che passerà al 2,4%, dal 2% stimato di recente dal Governo. Le previsioni sono che scenderà al 2,1% nel 2020 e all’1,8% nel 2021. Il deficit strutturale scenderebbe dall’1,6% del Pil di quest’anno allo 0,8% nel 2022.

Il programma nazionale di riforma (PNR)

Il programma nazionale di riforma (PNR), dell’attuale esecutivo, si inserisce nel solco dei provvedimenti già approvati, dando la priorità a:

  • inclusione sociale
  • contrasto alla povertà
  • avvio al lavoro della popolazione inattiva
  • miglioramento dell’istruzione e della formazione.

Oltre all’investimento in infrastrutture fisiche, si prevedono investimenti in:

  • innovazione tecnologica e della ricerca
  • diffusione della banda larga
  • sviluppo della rete 5G
  • rilancio della politica industriale dell’Italia.

Clicca qui per scaricare la bozza del DEF 2019

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

Francesca Ressa

Francesca lavora in ACCA software e collabora nella redazione di BibLus-net dal 2012. Si occupa prevalentemente di questioni legate alla sicurezza cantieri e sicurezza sui luoghi di lavoro, lavori pubblici e opere edili.

Articoli recenti

Relazione tecnica CTU: compenso decurtato se depositata in ritardo!

La Cassazione chiarisce che se il CTU deposita la relazione tecnica in ritardo, anche di un solo giorno, il compenso…

2 giorni ago

Revisione della rendita catastale, le regole della Cassazione

In caso di revisione della rendita catastale, l’atto di riclassamento deve chiarire in maniera dettagliata al cittadino il perché dell'aumento del…

2 giorni ago

PUC: se vi è discordanza tra grafici e norme, prevalgono le norme

Secondo il Consiglio di Stato in caso di discordanza tra grafici e norme di un piano urbanistico comunale, PUC, la…

2 giorni ago

E’ detraibile la sostituzione dei serramenti esterni?

Per le Entrate la sostituzione dei serramenti esterni è manutenzione straordinaria per cui è applicabile il bonus ristrutturazione (altro…)

2 giorni ago

Sicurezza delle scuole: l’allarme di Legambiente

Legambiente lancia un allarme attraverso una lettera al Governo: il 40% degli edifici scolastici italiani ha bisogno di interventi di…

2 giorni ago

Agevolazione prima casa anche in caso di possesso di altro immobile

Ok all'agevolazione prima casa nel caso si possieda già un altro immobile situato nello stesso Comune non acquistato con le agevolazioni e rivenduto…

2 giorni ago