Fase 2: come eseguire in sicurezza la manutenzione e l’installazione degli impianti

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Dal CNA un vademecum per le imprese ed i clienti con i comportamenti da seguire durante la manutenzione o l’installazione degli impianti nella fase 2

Dal 4 maggio 2020 sono in vigore le misure adottate dal Governo con il DPCM 26 aprile 2020 per la graduale ripartenza a seguito dell’emergenza sanitaria che l’intero territorio nazionale e mondiale sta vivendo da alcuni mesi a seguito del diffondersi del Covid-19.

Il CNA, Confederazione Nazionale dell’Artigianato, ha redatto un’utile pubblicazione allo scopo di fornire alle imprese impiantistiche pratici suggerimenti in merito alle misure da adottare per la salute e sicurezza dei lavoratori, dei clienti e degli imprenditori stessi.

Solo attraverso comportamenti corretti, univoci e standardizzati in materia di salute e sicurezza si potrà contenere il contagio ed uscire al più presto dall’emergenza sanitaria, consentendo così alle nostre imprese di ripartire.

Documento CNA

Nel documento vengono analizzati i seguenti argomenti:

  • Covid-19 Protocollo 24 aprile 2020 per la sicurezza nelle aziende;
  • Misure igienico sanitarie Allegato 4 DPCM 10 aprile 2020;
  • Vademecum intervento in periodo di Covid-19.

Il CNA parte, quindi, con il ricordare e sottolineare le principali misure di carattere igienico sanitario contenute nel Protocollo  aggiornato del 24 aprile 2020, che dovranno essere garantite in tutte le aziende per la sicurezza; 13 punti volti a contrastare e prevenire la diffusione del nuovo coronavirus nei luoghi di lavoro.

Passa, poi, ad elencare le misure igienico sanitarie (sempre diffuse dal Governo); segue il vademecum con il decalogo. ed infine il “protocollo intervento fuori sede”.

Il decalogo con le regole da rispettare per la manutenzione degli impianti

Il vademecum è una sorta di decalogo rispetto ai comportamenti che lavoratori e clienti dovranno tenere nel corso delle varie fasi (prima, durante e dopo) di un intervento di installazione o manutenzione di un impianto, sia che si svolga in una abitazione privata, in un condominio o in un locale adibito ad attività commerciale e produttiva.

Uno strumento agile e comprensivo a disposizione di tutte le aziende del settore, in modo da assumere comportamenti uniformi sul luogo di lavoro da parte dei dipendenti, ma anche e soprattutto da parte dei clienti.

Ecco le 10 regole da rispettare:

  1. In fase di appuntamento, oltre alle domande “ordinarie”, chiedere al cliente se presenta sintomi riportabili ad infezione da Covid-19 o se è entrato a stretto contatto con persone dichiarate infette. Informarlo che verrà attuato un protocollo di lavoro (redatto da CNA) a tutela della sua e nostra salute. L’azienda provvederà ad inviare al cliente un vademecum di tale protocollo in formato pdf, che dovrà essere firmato e reso dal cliente come conferma dell’appuntamento (tramite mail o whatsapp).
  2. Le parti, accettando volontariamente l’intervento/lavoro, anche concordato telefonicamente o verbalmente, garantiscono reciprocamente di non presentare alcun sintomo riconducibile a Covid-19 e di non essere entrati in stretto contatto con persone dichiarate infette. Prima dell’intervento verrà effettuata la verifica della temperatura corporea ad ambo le parti tramite termometro infrarossi che non deve superare i 37,5°C.
  3. L’utente dovrà mantenere areato il locale e spegnere gli impianti di climatizzazione almeno 15 min. prima dell’arrivo (qualora non eseguito, i costi saranno aggiunti a carico dell’utente) e 15 min. dopo l’uscita del tecnico. Sarà a cura dell’utente disinfettare il locale di lavoro e l’apparecchio interessato sia prima dell’intervento che dopo. Sarà facoltà del tecnico, valutare l’adeguata ventilazione del locale.
  4. Per tutta la durata del lavoro tutti i presenti dovranno rispettare la distanza minima di sicurezza e dovranno essere indossati guanti e mascherina chirurgica per l’utente e maschera per in tecnico. Nel caso gli ospiti della casa ne fossero sprovvisti, dovranno essere fornite dal tecnico al costo.
  5. Per l’intera durata dell’intervento il locale di lavoro dovrà essere ad uso esclusivo dei tecnici.
  6. In caso di violazione di una delle disposizioni sopra elencate, il tecnico deve abbandonare l’intervento e l’utente sarà obbligato a corrispondere gli importi sin lì maturati.
  7. A fine lavoro, ceneri e tutte le protezioni monouso verranno lasciate in loco, in un sacchetto ben sigillato, e lo smaltimento dovrà essere effettuato dal cliente nell’indifferenziato, o come da disposizione del comune di residenza.
  8. Tutta la documentazione relativa all’intervento/lavoro dovrà essere compilata secondo le diverse disposizioni regionali. Preferibilmente, laddove consentito, verranno utilizzate la compilazione e la consegna telematica. In questo caso sarà cura dell’utente allegare i documenti stampati al libretto d’impianto (e renderne copia firmata in caso di richiesta).
  9. Il pagamento dovrà avvenire preferibilmente mediante: Bancomat, Carta di credito o Bonifico Bancario (quest’ultimo deve essere concordato al momento dell’appuntamento a sola discrezione dell’azienda).
  10. Sarà cura dei tecnici disinfettare la propria attrezzatura alla fine di ogni intervento.

 

Clicca qui per scaricare il documento CNA

 

impiantus-libretto

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *