Sprinkler residenziali: pubblicata la norma UNI EN 16925:2019

In vigore dal 12 settembre la UNI EN 16925:2019 per la progettazione, l’installazione e la manutenzione degli sprinkler residenziali

Al fine di prevenire, segnalare e combattere gli incendi, è fondamentale che le installazioni fisse antincendio siano parte integrante del progetto.

La norma è destinata a coloro che si occupano della progettazione, installazione, collaudo, ispezione, approvazione, funzionamento e mantenimento dei sistemi automatici a sprinkler residenziali.

Norma UNI EN 16925:2019

A tal riguardo, si segnala che sul sito UNI è disponibile, anche in lingua italiana, la norma UNI EN 16925:2019 dal titolo:

Installazioni fisse antincendio – Sistemi automatici a sprinkler residenziali – Progettazione, installazione e manutenzione

La norma specifica requisiti e le indicazioni circa i sistemi fissi antincendio residenziali a sprinkler, non trattate o specificate dalla UNI EN 16925 ed in conformità alle specifiche disposizioni legislative nazionali, per:

  • la progettazione
  • l’installazione
  • la fornitura idrica
  • la prevenzione del riflusso
  • la messa in servizio
  • la manutenzione
  • il collaudo

Il campo di applicazione è quello degli edifici a destinazione residenziale.

Identifica, inoltre, i dettagli di costruzione degli edifici come requisito minimo per soddisfare le prestazioni dei sistemi a sprinkler residenziali conformi.

Scopo

Un sistema sprinkler residenziale, correttamente progettato e installato, ha lo scopo di rivelare e tenere sotto controllo un incendio in una fase precoce di sviluppo ed attivare un allarme antincendio.

Infatti, il corretto funzionamento del sistema riduce rapidamente la velocità di produzione di calore e fumo, permettendo agli occupanti di avere più tempo per fuggire verso un luogo sicuro o essere soccorsi.

Funzionamento e manutenzione

Gli sprinkler funzionano a temperature predeterminate per scaricare l’acqua sull’area sottostante; pertanto, qualora ci fosse un incendio, solo gli sprinkler in prossimità delle fiamme entrano in funzione perché si riscaldano singolarmente al di sopra della loro temperatura di esercizio.

E’ di fondamentale importanza per il corretto funzionamento in caso di incendio, che i sistemi sprinkler residenziali siano mantenuti adeguatamente e sottoposti a prova con regolarità.

Clicca qui per accedere al sito UNI

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *