Segnaletica stradale verticale: in vigore la UNI 11122:2019

La UNI 11122:2019 in vigore dal 16 maggio specifica le caratteristiche minime ed i metodi di prova delle pellicole microprismatiche per la realizzazione di segnaletica verticale

L’Ente Italiano di Normazione rende noto che dal 16 maggio è in vigore la UNI 11122:2019 dal titolo:”Materiali per segnaletica verticale – Caratteristiche prestazionali dei materiali per segnaletica verticale con tecnologia a microprismi“.

La norma specifica le caratteristiche minime prestazionali ed i metodi di prova delle pellicole microprismatiche per la realizzazione di segnaletica verticale, ed altri prodotti per la sicurezza stradale, in sostituzione della UNI 11122:2004.

Ricordiamo che per la realizzazione dei segnali può essere utilizzata la stampa serigrafica oppure l’applicazione di pellicole trasparenti colorate o ancora la stampa digitale; tali tecniche devono in ogni caso essere state sottoposte a prova, e validate sul prodotto.

La segnaletica stradale verticale: pellicole microprismatiche

Le pellicole microprismatiche retroriflettenti e fluoro-rifrangenti consentono di incrementare sensibilmente la visibilità e la leggibilità della segnaletica e con essa la sicurezza della circolazione stradale e di tutti i cittadini.

L’innovazione tecnologica, particolarmente attiva in questo settore, è destinata a migliorare ulteriormente e rapidamente le caratteristiche di queste pellicole, lasciando prevedere la necessità di aggiornare la presente norma su richiesta di chiunque ne sia interessato, o su richiesta del mercato stesso, in tempi ragionevolmente rapidi e, a tale fine, potranno essere effettuate sperimentazioni per particolari esigenze di segnalamento.

Per questo motivo la norma è stata strutturata prevedendo i valori minimi delle caratteristiche fotometriche, sia delle pellicole retroriflettenti sia di quelle fluoro-rifrangenti, relativamente alle classi previste dalla UNI 11480, e nell’appendice A della presente norma, in modo da poterne aggiungere facilmente altre non appena lo sviluppo tecnologico e/o le esigenze di sicurezza lo richiederanno. Le prescrizioni fotometriche normalizzate sono riferite a condizioni stradali tipiche.

Le pellicole retroriflettenti microprismatiche aventi anche la proprietà della fluorescenza sono particolarmente indicate per migliorare anche le prestazioni diurne, soprattutto in condizioni di visibilità critica per pioggia, nebbia, prime ore del giorno, tramonto, ecc., nella segnaletica di cantiere e dove sia richiesto un particolare richiamo dell’attenzione degli automobilisti per una migliore protezione degli utenti deboli in condizioni di particolare rischio quali gli attraversamenti o le aree scolastiche.

Cogliamo l’occasione per ricordare che sono in vigore dal 15 marzo le nuove procedure di revisione, integrazione ed apposizione della segnaletica stradale per la delimitazione dei cantieri in presenza di traffico veicolare.

 


Clicca qui per scaricare la norma

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *